Superbike: Tom Sykes domina la prima qualifica di Silverstone

Camier 2° davanti a Giugliano. Distacchi pesanti per Melandri e le Aprilia ufficiali

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Tom Sykes si conferma il più veloce anche nel primo turno di qualifica della Superbike a Silverstone, girando in 2:05.355 e precedendo ancora Camier (Suzuki, +0.881). Alle loro spalle Giugliano (Aprilia, +0.977) 3° dopo aver beffato per pochi millesimi le Honda di Rea e Haslam, poi Laverty (Aprilia) e Baz (Kawasaki). Solo 8° Melandri (BMW, +1.235), che precede Guintoli (Aprilia) e Cluzel (Suzuki). Dietro le Ducati: Badovini è 11° e Checa solo 14°.

Davide Giugliano

Sono quasi 9 i decimi che separano Tom dagli inseguitori. Un distacco buono per mettere una discreta paura agli avversari. L'avvertimento del pilota inglese è chiaro: dominare nella gara di casa. Perché sui 5.902 metri di Silverstone la ZX-10R può esprimere davvero tutto il suo potenziale. E poi Mister Superpole vuole riscattare il giro veloce, quello valido per il prestigioso orologio premio, che proprio Giugliano gli aveva sottratto a Mosca. Anche a costo di inciampare in una caduta senza grosse conseguenze e a fine turno.

Intanto, seppur staccati dalla verdona, gli avversari sono tutti molto vicini tra loro. Camier sente il fiato di Giugliano sul collo, dietro per soli 96 millesimi; che diventano 17 tra Davide e Rea in quarta piazza. Un gap che si fa sottile, fino a 4 millesimi, anche con l'altra CBR1000RR di Haslam. In pratica, i primi 4 inseguitori sono racchiusi in 1 decimo. Mentre, è invece oltre il secondo, il ritardo di Laverty che a sua volta però guida un gruppetto raccolto in 2 decimi. A conti fatti, tra Camier e Davies, 12°, ci sono 11 piloti in meno di 6 decimi. Dove è quindi evidente, che l'anomalia è data dal polso destro e dal motore del binomio Sykes-Kawasaki.

Infine, va segnalato che nel paddock aumentano le voci di un possibile ritiro di Carlos Checa a fine stagione. Una decisione che potrebbe realmente maturare nella testa dello spagnolo, anche in funzione dei non brillantissimi risultati ottenuti fino qui in sella alla Ducati.

Silverstone - FIM Superbike World Championship - Qualifying 1

1. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 2'05.355
2. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2'06.236
3. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 2'06.332
4. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 2'06.349
5. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 2'06.353
6. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 2'06.539
7. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 2'06.553
8. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 2'06.590
9. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 2'06.656
10. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2'06.718
11. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 2'06.735
12. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 2'06.826
13. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 2'07.516
14. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 2'07.546
15. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 2'07.753
16. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 2'09.126
17. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 2'10.471
18. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 2'11.866 

TAGS:
Superbike
SBK
Ducati
Aprilia
BMW
Kawasaki
Honda
Suzuki
CBR1000RR
GSX R1000
1199R Panigale
RSV4 1000 Factory
S1000RR HP4
ZX 10R
Eugene Laverty
Marco Melandri
Tom Sykes
Davide Giugliano
Chaz Davies
Jonathan Rea
Leon Haslam
Leon Camier
Michel Fabrizio
Carolos Checa
Ayrton Badovini
Niccolò Canepa
Max Neukirchner
Derivate di serie
Althea Racing
BMW Motorrad
Fixi Crescent
Team Pedercini
Ducati Alstare
Silverstone

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento