SUPERSPORT

Antonelli muore a Mosca nella gara della Supersport dopo essere stato travolto

Il pilota italiano, 25 anni, era caduto nel corso del primo giro

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Ancora una tragedia per il motociclismo italiano. Andrea Antonelli, 25 anni, è morto a Mosca durante la gara del Mondiale Supersport. Il pilota perugino è caduto nel corso del primo giro ed è stato investito da Zanetti, che non è riuscito a evitarlo a causa della nube d'acqua sollevata sulla pista bagnata. Antonelli è stato subito soccorso, ma dopo numerosi tentativi di rianimarlo è stato dichiarato il decesso. Fatale la frattura alla base del cranio.

Andrea Antonelli

Secondo la ricostruzione di quanto accaduto, Antonelli, partito con il quarto tempo in qualifica, una delle sue migliori prestazioni in prova, ha tamponato un altro italiano, Massimo Roccoli, che aveva rallentato a causa di un problema tecnico alla sua Yamaha. Una volta caduto, Andrea è stato colpito da Zanetti, la cui moto è andata a impattare contro il collo dello sfortunato pilota umbro. Antonelli, in pista con una Kawasaki del team Go Eleven nella stagione che lo vedeva settimo in classifica generale con due quinti posti come miglior piazzamento, ha subito un grave trauma cranico, si è presentato ai medici in stato di incoscienza ed è stato subito intubato. Ma non c'è stato nulla da fare. Un incidente molto simile per certi versi a quello costato la vita a Marco Simoncelli a Sepang nell'ottobre 2011 a Sepang.

La gara è stata immediatamente interrotta e rimandata dopo la seconda manche della Superbike, ma alla fine gli organizzatori hanno deciso di cancellare l'intero programma di corse rimanenti anche per le condizioni di maltempo accanitesi sul circuito.

IL RACCONTO DELLA TRAGEDIA IN TEMPO REALE

15:03 - IL COMUNICATO UFFICIALE
"Durante la gara odierna del Campionato Mondiale FIM Supersport il pilota italiano Andrea Antonelli (Team Goeleven Kawasaki) ha subito un grave incidente, alle ore 13:32 locali, sul rettilineo compreso tra la curva 14 e la curva 15, riportando gravi conseguenze. La gara è stata interrotta ed il pilota è stato immediatamente trasportato in un'ambulanza nella quale lo staff medico è intervenuto per rianimarlo. Nonostante i tentativi compiuti, Andrea è deceduto alle ore 14:10. FIM, Dorna e YMS Promotion hanno deciso di cancellare tutte le altre attività previste per il prosieguo della giornata. Il mondo del motociclismo desidera porgere le più sentite condoglianze alla famiglia di Andrea, agli amici, alla squadra e alla Federazione Motociclistica Italiana per la sua tragica scomparsa".  

14:55 - NIENTE ASFALTO DRENANTE A MOSCA
La pista di Mosca non ha l'asfalto drenante perché, spiegano i gestori dell'impianto, con le inflitrazioni dell'acqua e l'abbassarsi delle temperature in Russia si creperebbe l'intero manto stradale.

14:50 - L'ORGANIZZAZIONE ANNUNCIA LA MORTE
La conferenza stampa organizzata a Mosca è servita per comunicare ufficialmente la morte di Andrea Antonelli.

14:10 - ANNUNCIATA UNA CONFERENZA STAMPA DELL'ORGANIZZAZIONE
E' stata annunciata una conferenza stampa a cui parteciperanno la direzione gara e i vertici medici per emettere il bollettino ufficiale.

14:05 - MELANDRI: "NON SI DOVEVA CORRERE"
"Marco Melandri ha puntato il dito contro chi ha fatto scendere in pista i piloti. "Non si doveva correre, il circuito era impraticabile, c'era un problema sicurezza perché non si vedeva nulla. Dovevamo fermarci", ha detto facendo riferimento anche gara-1 della Superbike, da lui vinta.

14:00 - LA RABBIA DEI PILOTI
Alcuni piloti, come Max Biaggi, in collecamento telefonico con Mediaset, Melandri e Badovini hanno puntato il dito contro le condizioni in cui sono stati fatti scendere in pista i piloti.

13:50 - IL DOTTOR CORBASCIO: ANTONELLI E' MORTO
Con le lacrime agli occhi anche il dottor Massimo Corbascio ha confermato quello che ormai da tempo si sapeva: Andrea Antonelli non ce l'ha fatta.

13:43 - ANSA: MORTO ANTONELLI
Secondo l'agenzia di stampa Ansa, Andrea Antonelli è morto. L'organizzazione, però, non ha ancora diramato un comunciato ufficiale.

13:35 - L'ELICOTTERO MEDICO ACCENDE I MOTORI
L'elicottero del soccorso moscovita ha acceso i motori ed è decollato, anche se non si sa se Antonelli è stato caricato a bordo.

13:30 - ANCONA NESSUNA NOTIZIA UFFICIALE
La direzione gara e il centro medico di Mosca non hanno ancora diramato notizie ufficiali sulle condizioni di Antonelli.

13:12 - ANTONELLI COLPITO SUL COLLO
Pare che Antonelli sia stato colpito sul collo nel momento dell'impatto con la Honda di Zanetti. Appena soccorso gli è stato praticato il massaggio cardiaco.

13:10 - ZANETTI NON SI E' ACCORTO
Lorenzo Zanetti ha raccontato di non essersi accorto di aver investito Antonelli e ha chiesto la dinamica dell'incidente a chi l'ha vista.

12:50 - ANTONELLI IN RIANIMAZIONE
Andrea Antonelli si trova in rianimazione presso il centro medico del circuito di Mosca in attesa di poter essere caricato sull'elicottero e trasportato in ospedale.

12:15 - ANCORA NESSUNA CERTA
Si attendono notizie certe sulle condizioni di Antonelli dopo la caduta di cui è rimasto vititma.

11:50 - PREOCCUPANO LE CONDIZIONI DI ANTONELLI
Sembrano gravi le condizioni di Antonelli. Il pilota è stato subito soccorso ma si trova in stato di incoscienza.

11:35 - ANTONELLI TRAVOLTO IN GARA
Andrea Antonelli è stato travolto da Lorenzo Zanetti dopo essere caduto nel corso del primo giro della gara della Supersport a Mosca.
 

Tanti perché, una sola risposta

Perché ritardare l'annuncio della morte di Antonelli? Perché era giusto aspettare la comunicazione ufficiale G. Meda

DITE LA VOSTRA

Polemiche dopo la tragedia Antonelli: le moto non dovrebbero correre con pista bagnata?

TAGS:
Supersport
Antonelli
Zanetti
Mosca

I VOSTRI COMMENTI

simodesmo21 - 22/07/13

l'unica cosa che mi sento di scrivere è una domanda:perchè si è deciso di far correre il campionato delle derivate su una pista situata in una zona del mondo in cui non si può usare l'asfalto drenante?per i loro interessi economici,è morto un uomo di 25 anni,uno sportivo e grandissimo pilota.....perchè la pista non è stata realizzata più a sud?volete un gp in Russia?ok,fate il circuito dove si possono rispettare i minimi requisiti di sicurezza....

segnala un abuso

statecollegati - 22/07/13

Una pista realizzata con asfalto drenante ma che non drena, e la federazione ci ha organizzato il mondiale? Ma Ezpeleta è il secondo decesso di un pilota in pista che ha sulla coscienza, tra interessi di parte, favori a case per fargli vincere un mondiale in 800, e piloti cocchi di mamma, nessuno gli dice di dimettersi? Ma un po di vergogna mai? Melandri è un personaggio scomodo ma dice cose giuste, già a partire dal 2008 quando era in Ducati. R.I.P. Andrea.

segnala un abuso

cassano ant - 22/07/13

LA SUPERSPORT NON DOVEVA NEANCHE PARTIRE VISTO COME' ARRIVATA GARA 1 DI SUPERBIKE DEVONO ANDARE IN GALERA PER OMICIDIO

segnala un abuso

Mr SBK - 21/07/13

Roberto, scusa ma qui il problema è stato ben diverso...

non è stato un problema di confidenza, se non ci si vede non ci si vede.

Purtoppo si è spenta la moto di Roccoli e Antonelli l'ha tamponato, finendo per terra sul dritto, i mezzo al gruppo e ad una nuvola di acqua...

Se anche avessero fatto 30 giri dietro alla Safety non sarebbe cambiato niente.

La pista era impraticable ma bisogna rispettare gli orari delle dirette.

Questo è il problema

segnala un abuso

maxeem - 21/07/13

riposa in pace!

segnala un abuso