Olimpiade Tokyo 2020

Le Olimpiadi ora per ora

Tutte le news in tempo reale

Tempo reale
  • A
  • A
  • A

positivo canottiere olandese, ha gareggiato ieri

L'olandese Finn Florijn, che ieri aveva preso parte, nel singolo, alle batterie del canottaggio, e' risultato positivo al Covid, ed e' stato escluso dai ripescaggi che avrebbe dovuto disputare oggi. Lo fa sapere la federcanottaggio olandese (Knrb). Florijn, 21 anni, che e' gia' stato messo in in quarantena, e' il quarto membro della delegazione olandese a risultare positivo al Covid, dopo un altro canottiere, lo specialista del taekwondo Reshmie Oogink e Candy Jacobs dello skateboard.

Le news di giornata

CICLISMO, POSITIVO UN MASSAGGIATORE DELLA SQUADRA SPAGNOLA

Un massaggiatore della squadra olimpica spagnola di ciclismo, Joseba Eguezabal, è risultato positivo al Covid. Gli altri componenti della squadra sono risultati negativi "e potranno gareggiare domani aumentando le misure di protezione sanitaria", ha comunicato il Comitato Olimpico iberico. "Abbiamo avuto la bella notizia dopo lo spavento iniziale", ha dichiarato il presidente della Federciclismo iberica José Luis Lopez Cerro. A guidare la squadra spagnola nella prova in linea il campione del mondo Alejandro Valverde.

rimpatriato l'ugandese in fuga, ora andrà in terapia

È stato rimpatriato Julius Ssekitoleko, il ventenne pesista ugandese che una volta arrivato a Tokyo con la delegazione olimpica del suo Paese si era dileguato alla ricerca di una "vita migliore", dopo aver capito di non essersi qualificato per la sua gara. Il ministro degli Esteri dell'Uganda Henry Okello Oryem martedì l'ha definita "una condotta inaccettabile e un tradimento", per la quale il suo governo si è scusato con quello giapponese. Atteso all'aeroporto di Entebbe da ufficiali governativi, come ha spiegato l'esecutivo in una nota, l'atleta ha "violato il codice di condotta" della squadra olimpica ugandese e ora "andrà in terapia". Il governo si è detto "impegnato nella riabilitazione" di Ssekitoleko, per aiutarlo nella sua carriera "ma anche per fargli capire che certe cattive condotte non solo danneggiano lui come atleta ma anche gli altri sportivi di altre discipline a livello nazionale". 

ciclismo, Geschke positivo al Covid: niente gara

Il corridore tedesco Simon Geschke è risultato positivo al Covid-19 e dunque non potrà partecipare alla corsa su strada di ciclismo in programma domattina. Lo ha annunciato il Comitato olimpico tedesco. Il Dosb ha riferito che Geschke era stato sottoposto a un test antigenico positivo, che è stato poi confermato da un test Pcr. Non potrà presentarsi al via nella gara in linea che si disputerà alle pendici del Monte Fuji. "È davvero difficile da accettare una cosa così, proprio nell'imminenza della competizione. Ho seguito il più possibile tutte le regole igieniche. Mi sento bene fisicamente, ma emotivamente è una giornata buia per me. Non mi resta che augurare una buona gara ai ragazzi per domani", ha detto Geschke.

EGONU: "ho capito la grandezza dello sport"

"È stata un'emozione incredibile, e' una di quelle esperienze che e si vivono una volta sola nella vita. Mi ha fatto capire quanto e' grande il mondo dello sport. Ogni giorno ci alleniamo, viviamo, facciamo il nostro ma ci sono anche altre persone che vivono e provano quello che provi tu". Trema di gioia la voce della pallavolista azzurra Paola Egonu, al termine della cerimonia inaugurale di Tokyo 2020 in cui era fra i sei atleti che hanno portato la bandiera olimpica. "Sono emozionatissima, felicissima, ancora grata per essere stata scelta per questo ruolo - ha detto -. Ora testa alle partite, torno a fare il mio lavoro preferito".

VIVIANI: "DA ITALIANO HO VOLATO ALTO"

"Una sensazione da pelle d'oca". Cosi' Elia Viviani, uno dei due portabandiera dell'Italia all'apertura delle Olimpiadi di Tokyo 2020, racconta all'ANSA le sue emozioni, a cerimonia ancora in corso. "E' stata un'emozione fortissima - dice il ciclista azzurro -. Quando hanno chiamato Italia, il nostro gruppo e' esploso in un boato enorme: Jessica Rossi ed io abbiamo avuto la pelle d'oca. E' stato il momento in cui ci siamo sentiti italiani, e in alto". "Lo stadio vuoto - ha proseguito - ha fatto effetto, dopo: ma ce la siamo goduta dalla partenza per lo sadio, con il messaggio di auguri al presidente Mattarella, fino alla sfilata".

JESSICA ROSSI: "GIOIA DI UN ATTIMO MA IMMENSA"

"E' stato tutto bellissimo, gia' dalla consegna della bandiera, con i compagni di squadra che urlavano e ci incitavano. Poi l'ingresso allo stadio con l'emozione che ti investe, te la godi davvero". Jessica Rossi, portabandiera azzurra alla sfilata di Tokyo con Elia Viviani, racconta all'ANSA a cerimonia ancora in corso la sua emozione. "Purtroppo e' durato un attimo - aggiunge- perche' hanno fatto il taglio e il giro non era completo: lo stadio poi era vuoto. Pero' indipendentemente dalla mancanza di pubblico, tu sei li' e sai cosa stai facendo, in questa situazione e' un onore ancora piu' significativo avere un ruolo del genere". 

BACH: "OGGI UN MOMENTO DI SPERANZA"

Il presidente del Cio, Thomas Bach, ha preso la parola dopo la presidente di Tokyo2020 Seiko Hashimoto. "Oggi è un momento di speranza. E' molto diverso da come ce l'eravamo immaginato, ma finalmente siamo qui -ha spiegato -. I Giochi unificano lo sport e le persone, dando un messaggio di pace. Questo ci dà un messaggio di speranza nel futuro". "Siamo vicini al popolo giapponese a cui voglio esprimere rispetto e apprezzamento - ha aggiunto -. Il Comitato Organizzatore e le autorità olimpiche hanno fatto cose straordinarie. Dieci anni fa è iniziato questo viaggio complicato con sfide senza precedenti". "Ringrazio tutti quelli che hanno lavorato: i medici, gli infermieri, i volontari e tutti i giapponesi che hanno contribuito a contenere la pandemia - ha proseguito rivolgendosi poi agli atleti - Ci avete ispirati per rendere importante questo momento e creare una vera comunità olimpica". 

Kirghizistan e Tagikistan senza mascherine

Due rappresentative fra le oltre 200 partecipanti alla cerimonia di apertura dell'Olimpiade di Tokyo hanno sfilato con i loro componenti tutti a volto scoperto, quindi senza mascherine e andando contro il protocollo dei Giochi. Si tratta del Kirghizistan e del Tagikistan, ex repubbliche sovietiche. A ogni atleta e dirigente e' stato detto di usare sempre la mascherine "fuori dalle zone delle competizioni", e quindi anche nella cerimonia di apertura, ma kirghisi e tagiki non lo hanno fatto.

ENTUSIASMO, FOTO E SELFIE: ECCO L'ITALIA DEI GIOCHI

Allo stadio Olimpico, senza pubblico con solo 950 invitati, non e' una cerimonia di apertura dei Giochi come le altre, ma l'entusiasmo degli italiani e' quello di sempre. Gli azzurri, guidati dai portabandiera Jessica Rossi ed Elia Viviani, hanno sfilato sventolando tante bandierine tricolori. E al termine gli atleti italiani, con grandi sorrisi, si sono immortalati in selfie ricordo. Tra le piu' allegre nel gruppo delle prime nazioni a sfilare sicuramente anche l'Argentina, con molti atleti che sono entrati nello stadio Olimpico ballando.

TOKYO 2020, INIZIATA LA CERIMONIA D'APERTURA

All'Olympic Stadium di Tokyo è iniziata la cerimonia d'apertura dei XXXII Giochi olimpici. A causa delle restrizioni legate al Covid, sulle tribune presenti solo 950 persone insieme all'imperatore Naruhito. Al centro dello stadio, dopo un video introduttivo caratterizzato da un seme, c'è un ragazzo in ginocchio che poi si alza e lascia spazio ad altre immagini relative a passate edizioni dei Giochi, ad atleti che si allenano e a piazze vuote per la pandemia fino al conto alla rovescia finale. 

MACRON A TOKYO: "LA FRANCIA E' AL LAVORO PER PARIGI 2024"

Il presidente francese, Emmanuel Macron, è arrivato oggi a Tokyo, dove assisterà alla cerimonia inaugurale dei Giochi Olimpici. Al suo arrivo, il capo dell'Eliseo ha sottolineato che la Francia è a sua volta al lavoro per preparare le prossime Olimpiadi di Parigi 2024. Poco dopo l'arrivo nella capitale giapponese, Macron ha incontrato il presidente del CIO, Thomas Bach: "Ci prepariamo per Parigi 2024 - gli ha detto - e siamo al lavoro". Macron ha detto di aver avuto "un colloquio fruttuoso" con Bach e che la Francia sta operando per "preparare il paese all'appuntamento del 2024, i nostri atleti ma anche i nostri ragazzi, tutta la società", rispettando i valori "dell'esigenza della performance". Macron ha poi parlato della situazione sanitaria: "imparare a vivere con il virus - ha detto - è innanzitutto continuare affinché lo spirito olimpico in questo periodo, dove è particolarmente necessario con i suoi valori di cooperazione, continui a farsi sentire".

VOLLEY, BLENGINI: "VOGLIOSI DI COMINCIARE"

Giornata di vigilia per i vicecampioni olimpici di Chicco Blengini che domani alle ore 9 locali (le 2 in Italia) faranno il loro esordio nel torneo olimpico di volley maschile. Avversario di turno sara' il Canada di Glenn Hoag.Quattro i precedenti tra le due Nazionali ai Giochi Olimpici (2 a Los Angeles 1984, 1 a Barcellona 1992 e l'ultimo nel 2016 a Rio) con un bilancio di tre successi e una sconfitta per gli azzurri (quella di Rio); in stagione c'e' un precedente tra le due formazioni che e' quello datato 5 giugno, giorno in cui la giovane formazione guidata da Antonio Valentini si e' imposta 3-2 nella bolla di Volleyball Nations League disputata a Rimini. Numeri e casistica, pero', arrivati a questo punto non contano. A decretare il verdetto finale, come sempre, sara' il campo e sui i vicecampioni olimpici ci sono delle aspettative: "Quella che sentiamo e' una bella responsabilita', - dichiara Gianlorenzo Blengini - non tanto per l'eredita' che ci portiamo dietro da Rio quanto per la bellezza stessa di poter rappresentare la pallavolo maschile e l'Italia insieme agli atleti azzurri".

Tokyo: la torcia olimpica è arrivata in città

Dopo aver attraversato 46 prefetture del Giappone, ed essere arrivata il 9 luglio scorso nella prefettura che porta il nome della città (la cosiddetta 'Grande Area'), la fiaccola olimpica - contenuta in una lanterna - è ora nel territorio cittadino di Tokyo e questa sera, impugnata dall'ultimo tedoforo accenderà il braciere dello stadio Olimpico nel corso della cerimonia d'apertura dei Giochi alle 20 ora locale. Come sempre, la fiamma rimarrà viva durante tutta la durata dei Giochi. A causa delle restrizioni anti-Covid i tedofori non hanno sfilato per le vie della città ma si sono passati a vicenda la fiaccola in una cerimonia di fronte alla sede del governo metropolitano.

JUDOKA ALGERINO SI RITIRA: NON VOLEVA AFFRONTARE AVVERSARIO ISRAELIANO

Appreso l'esito del sorteggio dei tabelloni del judo, in cui nella categoria dei 73 kg avrebbe quasi sicuramente dovuto affrontare, nel secondo turno, un avversario israeliano, Tohar Butbul, l'algerino Fethi Nourine ha annunciato che si ritira dai Giochi di Tokyo. Lo ha poi confermato il suo tecnico Amar Ben Yekhlef. "Non abbiamo avuto fortuna con il sorteggio - il commento di Yekhlef -. Il nostro judoka Fethi Nourine avrebbe dovuto affrontare un avversario israeliano, e questo e' il motivo del suo forfait. Abbiamo preso la decisione giusta".

mori: Via per sessismo, rientro da "onorario"

Dopo essersi dimesso a febbraio da presidente del Comitato organizzatore, a causa delle polemiche scoppiate dopo alcuni suoi commenti sessisti, Yoshiro Mori potrebbe ora essere nominato consigliere supremo onorario di Tokyo 2020. Lo scrive The Asahi Shimbun nella versione on line. Mori, ex primo ministro, si dimise dalla carica che ricopriva dal 2014 dopo aver affermato che le donne nelle riunioni parlano troppo. Fonti del comitato organizzatore e del governo hanno riferito che a Mori, ex primo ministro, potrebbe tornare a far parte di Tokyo 2020. Come consigliere supremo onorario, Mori potrebbe incontrare funzionari stranieri a Tokyo per le Olimpiadi. Attualmente Shinzo Abe, un altro ex primo ministro, è l'unico consigliere supremo onorario del comitato organizzatore. Dopo che Mori si è dimesso, nelle scorse settimane, altre persone coinvolte nell'organizzazione dei Giochi a cinque si sono dimesse o sono state licenziate in seguito alle polemiche suscitate da alcuni episodi, tra bullismo e sessismo, del loro passato: solo ieri il direttore artistico della cerimonia di apertura Kentaro Kobayashi ha perso il suo posto per uno sketch comico del 1998 sull'Olocausto.

ciclismo, Cassani: "Favoriti sono altri ma nostra forza e' coesione"

Per quanto riguarda i favoriti per la gara di ciclismo in linea "Pogacar, Van Aert ed Evenepoel sono i nomi che dicono tutti ma sono tanti quelli a cui bisogna fare attenzione come Valverde che avra' la squadra a disposizione. Fra gli outsider ci metto anche noi. Il nostro capitano e' la squadra, dobbiamo essere forti con la coesione". Lo dice a LaPresse, il ct della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani. "Tutto quello che dovevamo fare lo abbiamo fatto - aggiunge - i ragazzi stanno bene. Siamo pronti e consapevoli della difficolta' del percorso, dell'umidita' e degli avversari che sono molto forti".

oggi rilevati 19 contagi nel contesto olimpico

Nel giorno in cui si inaugurano ufficialmente le Olimpiadi di Tokyo, tra gli atleti si registra il numero piu' alto di positivi al Covid rilevati attraverso test salivari molecolari. Lo segnala l'organizzazione olimpica, precisando che il dato odierno e' di 19. Tra questi, tre sono sono stati rilevati all'arrivo dall'estero: una giocatrice di beach volley ceca (nella delegazione ceca sono ormai sei i contagiati, di cui quattro atleti) e un nazionale di taekwondo olandese. Gli altri erano gia' presenti in Giappone e, tra questi, c'e' anche un atleta filippino che si trovava nel villaggio olimpico. Gli altri positivi sono dieci addetti alle operazioni olimpiche in Giappone, due dei quali dislocati nel villaggio olimpico, tre membri degli staff in arrivo dall'estero e tre membri dei media. In tutto finora i casi positivi rilevati nel contesto olimpico sono 106.

Butini: "Paltrinieri migliora, pronto per 3 gare"

Dopo la mononucleosi delle scorse settimane, Gregorio Paltrinieri "sta migliorando di giorno in giorno: ora e' pronto per l'Olimpiade di Tokyo". Lo ha detto all'ANSA il ct della nazionale di nuoto, Cesare Butini, aggiungendo che "ad oggi e' confermata" la partecipazione di Paltrinieri a tre gare: gli 800 e i 1500 stile libero in piscina e la dieci chilometri di fondo nelle acque libere. Al termine di un periodo di allenamento in altura, il nuotatore di Carpi arrivera' in Giappone nella giornata di domani. 

pallavolo, Egonu: "Siamo qui con obiettivo chiaro in testa"

Alla partita contro la Russia "Ci arriviamo bene, abbiamo spinto per due mesi; ogni giorno palla e pesi pero' l'abbiamo vissuta in maniera molto positiva; ho la sensazione che tutte noi siamo maturate molto. Siamo qui con un obiettivo chiaro in testa, abbiamo lavorato e ci siamo messe a disposizione l'una dell'altra ed e' molto bello lavorare cosi' perche' lo si fa piu' facilmente. Non vediamo l'ora che inizi tutto. Ora possiamo solo divertirci". Cosi' Paola Egonu in merito al match di esordio delle azzurre del volley in programma domenica 25 alle ore 9 locali (le 2 in Italia).

Bach dagli atleti rifugiati: "simbolo spirito olimpico"

Il presidente del Cio Thomas Bach ha visitato il team olimpico dei rifugiati presso l'Olympic Village Plaza di Tokyo, dove alcuni atleti che compongono la selezione hanno firmato il murale della tregua olimpica inaugurato la settimana scorsa. La squadra del Refugee Olympic Team e' composta da 29 atleti che alle Olimpiadi di Tokyo 2020 competeranno in 12 sport. Passeggiando per il villaggio con gli atleti, il presidente del Cio ha dichiarato: "È una bella sensazione incontrare finalmente la squadra dopo tutti gli ostacoli che hanno dovuto superare e sentire il loro vero spirito olimpico, pieno di dinamismo e gioia. Non vediamo l'ora di vederli alla cerimonia di apertura. Sara' un grande segnale su cio' che rappresentano i rifugiati: un arricchimento per la nostra comunita' olimpica e per la societa' in generale". L'Alto Commissario dell'Unhcr Filippo Grandi ha sottolineato: "Come atleti, hanno superato tutti i vincoli che la pandemia ha imposto alla collettivita'. Come rifugiati, hanno anche dovuto superare molte altre avversita'. Quindi, in qualche modo, questa squadra e' anche un simbolo della vittoria sulle difficolta' che questi Giochi Olimpici rappresentano".

si' del Cio a fascia arcobaleno

"L'amore vince sempre". Arriva il si' del Cio alla fascia arcobaleno, e la capitana della nazionale tedesca di hockey su prato festeggia con un posto social. Come il capitano della nazionale di calcio a Euro 2020, Manuel Neuer, anche Nike Lorenz aveva espresso l'intenzione di vestire la fascia simbolo del movimento LGBT alle Olimpiadi, e una richiesta era stata avanzata tramite il comitato olimpico tedesco, che all'ok del Cio ha postato la foto della fascia arcobaleno che la 24enne Lorenz portera' sui calzini, domenica all'esordio contro la Gran Bretagna.

rischio Covid: Brasile sfilera' con sole 4 persone

Per tenere al riparo dal rischio Covid, e dagli assembramenti, il maggior numero possibile di componenti della sua delegazione, e in particolare gli atleti, il Comitato olimpico brasiliano (Cob) ha deciso di far sfilare soltanto quattro persone nella cerimonia di apertura dei Giochi di Tokyo di questa sera. Cosi' assieme ai portabandiera, la judoka Ketleyn Quadros e il pallavolista Bruninho, sfileranno soltanto il capo missione Marco La Porta e un dirigente amministrativo. Quattro persone e' il numero minimo che richiede il Cio a ogni delegazione per poter prendere parte alla cerimonia di apertura.

ciclista Schlegel quarto positivo al covid della Repubblica Ceca

Il ciclista Michal Schlegel e' il quarto atleta positivo al covid-19 all'interno del team della Repubblica Ceca. Contagi che si sono sviluppati in tre sport diversi e sui quali il comitato olimpico locale sta indagando. Un rischio focolaio che potrebbe essere nato sul volo charter che ha portato gli atleti in Giappone. Schlegel si trova in isolamento a Izu nel quartier generale della squadra di ciclismo. La gara su strada sara' corsa solamente da Michael Kukrle e Zdenek Stybar. Gli altri positivi all'interno del team sono i giocatori di beach volley Marketa Slukova e Ondrej Perusic e il pongista Pavel Sirucek. Il primo ministro della Repubblica Ceca, Andrej Babis, ha definito quanto accaduto "uno scandalo". Il focolaio infatti sarebbe partito da un medico del team non vaccinato. "Continuiamo a persuadere le persone a vaccinarsi e il medico non lo era. E' una cosa ingiusta soprattutto nei confronti degli atleti", ha aggiunto.

calcio, Sudafrica protesta: "discriminati dopo casi Covid"

La nazionale di calcio del Sudafrica che sta prendendo parte al torneo dell'Olimpiade di Tokyo non ci sta, fa sapere di sentirsi discriminata e chiede di "essere trattati in modo umano". Tutto nasce dal fatto che, nei giorni scorsi, due giocatori e l'analista tattico sono risultati positivi al Covid e tutto il gruppo e' stato messo in isolamento, anche se le regole gli consentono di continuare ad allenarsi. L'esordio contro il Giappone e' finito con una sconfitta per 1-0, ma non e' di questo che il ct David Notoane si lamenta. "Ci sentiamo continuamente stigmatizzati - dice -, e ho visto gente scappare se noi ci avviciniamo. Lo devo dire, ci sentiamo discriminati, se la gente c'incrocia poi fugge via come se avessimo qualcosa di terribile, e ci sembra che un po' ci manchino di rispetto. Vorremmo essere trattati in modo umano: lo apprezzeremmo molto".

e' arrivato Macron, assistera' all'Apertura

Il presidente francese Emmanuel Macron e' arrivato a Tokyo, dove questa sera assistera' alla cerimonia di apertura della 32/a edizione delle Olimpiadi moderne. In precedenza Macron, massimo esponente politico del paese che, a Parigi, ospitera' i Giochi del 2024, avra' un incontro con il presidente del Cio Thomas Bach e poi un pranzo con a 'Club France' con dei rappresentanti della delegazione del suo comitato olimpico nazionale. Successivamente si rechera' dall'Imperatore del Giappone, Naruhito.