Argentina, bufera su Sampaoli: accusato di abusi sessuali

Il ct rischia il posto dopo le accuse di una cuoca della Federcalcio locale

Jorge Sampaoli (Ansa)

A pochi giorni dal via del Mondiale, una bufera si abbatte su Jorge Sampaoli. Secondo un giornalista locale, Gabriel Anello, il commissario tecnico dell'Argentina avrebbe tentato di abusare di una cuoca all'interno della struttura della Federcalcio, a Buenos Aires. La vittima avrebbe voluto denunciare il fatto, ma avrebbe subito forti pressioni dai vertici federali per non far uscire la notizia. L'Afa starebbe pensando di esonerare l'allenatore.

"C'è stata una cattiva condotta da parte di Sampaoli nei locali dell'Afa, con una cuoca che lavora lì. La Federazione sta facendo di tutto per non far uscire la notizia, ma tutte le persone con le quali ho parlato mi hanno confermato l'accaduto. Si tratta di qualcosa di molto pericoloso per la Selección e per Sampaoli, ha a che vedere con la giustizia". Queste le pesanti accuse di Anello nel corso della sua trasmissione radiofonica, Radio Mitre.

Il giornalista in questione è poco gradito a giocatori e federazione, perché nel 2016 raccontò di aver visto Lavezzi fumare marijuana nel ritiro dell'Albiceleste. A seguito di quell'episodio i calciatori si erano rifiutati di parlare con i mezzi di informazioni argentini per mesi e ad Anello era stato proibito di entrare nei locali dell'Afa.

Ora questa nuova e ben più grave accusa che potrebbe provocare un autentico terremoto in seno alla nazionale. Sembra, infatti, che l'attuale presidente dell'AFA, Claudio Fabian "Chiqui" Tapia, abbia preso seriamente in considerazione la possibilità di sostituire il tecnico prima dell'esordio dell'Argentina ai Mondiali.

TAGS:
Argentina
Sampaoli
Abusi sessuali
Cuoca
Mondiali
Russia 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X