Rio 2016, Schwazer sulla graticola: sentenza entro venerdì

L'udienza davanti al Tas è durata 10 ore, ma l'esito non verrà comunicato a breve

Schwazer (Ansa)

Non c'è pace per Alex Schwazer. Il Tas, infatti, ha annunciato che la decisione sul ricorso del marciatore altoatesino sarà comunicata entro venerdì 12 agosto. Ovvero potrebbe arrivare a poche ore, se non minuti, dal via della 20 km di marcia di Rio 2016 a cui l'azzurro vorrebbe prendere parte. L'entourage di Schwazer ha spiegato che l'udienza è terminata dopo 10 ore di dibattimento, ma che la sentenza non arriverà nella notte italiana.

"Alex, Sandro Donati ed i legali non possono rilasciare dichiarazioni - ha detto - la procedura arbitrale confidenziale non lo permette. Ci scusiamo con voi che avete atteso a lungo ma non possiamo davvvero divulgare nulla. Il ragazzo continuerà ad allenarsi e vi prego di lasciarlo tranquillo", ha detto l'avvocato Giuseppe Sorcinelli, membro dell'entourage dell'atleta. Unico retroscena trapelato nel pomeriggio è quello relativo ad uno scatto d'ira che avrebbe avuito il professor Sandro Donati. Il tecnico di Schwazer, nel corso dell'udienza, sarebbe uscito sbattendo la porta, salvo riientrare successivamente.

LA IAAF: "SQUALIFICATELO 8 ANNI"

"Squalificate Alex Schwazer per otto anni". E' questa la richiesta della Iaaf al Tas nel procedimento svoltosi oggi a Rio de Janeiro per decidere sul ricorso del marciatore italiano in merito al controverso caso di doping nel quale è risultato coinvolto a inizio anno, la federazione internazionale di atletica leggera rilancia con una richiesta di sospensione durissima. Lo apprende l'Ansa in ambienti dell'atletica internazionale.

TAGS:
Rio 2016
Schwazer
Tas
Marcia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X