Egitto, Salah: "Fiducioso di recuperare per il Mondiale"

L'attaccante ha rimediato un infortunio ai legamenti della spalla: "E' stata una serata molto dura, ma sono un combattente"

Dopo il ko nella finale di Champions e la paura per un Mondiale a rischio, per Salah - il giorno dopo il match di Kiev - è tempo di reagire perché Russia 2018 resta un obiettivo prioritario. "E' stata una serata molto dura, ma sono un combattente - scrive l'egiziano sui propri profili social -. Nonostante le difficoltà, sono fiducioso che sarò in Russia per rendervi tutti orgogliosi. Il vostro amore e supporto mi daranno la forza di cui ho bisogno".

Sabato le lacrime di Momo Salah non avevano gettato nello sconforto solo i tifosi del Liverpool, ma un'intera nazione, l'Egitto. Lì Salah è più di una semplice stella calcistica, è letteralmente un capo popolo, basti pensare alla valanga di voti presi alle elezioni, senza essere candidato (leggi qui). Il problema alla spalla per la caduta dopo il contatto con Ramos aveva fatto da subito capire che non si trattava di qualcosa di leggero. E a fine partita Klopp aveva lanciato l'allarme: "Potrebbe essere molto grave. C'è un problema alla spalla, ovviamente. È all'ospedale per una radiografia. È un infortunio serio, molto serio".

Dopo il match l'egiziano è stato portato in ospedale per i primi accertamenti e le radiografie hanno evidenziato un problema ai legamenti della spalla sinistra. A dare aggiornamenti e un po' di speranza ai tifosi egiziani in vista del Mondiale - dal momento che la presenza di Salah sembrava ormai impossibile in Russia, con il via il 14 giugno e la prima partita della nazionale allenata da Cuper in programma per il 20 giugno - è arrivato prima un tweet della federcalcio dell'Egitto nella quale venivano riportate le parole del medico Mohammed Abu Ola: "Il Liverpool ci ha informati in merito alle condizioni di Momo, che è stato sottoposto ai raggi X alla spalla. C'è una lussazione, un interessamento ai legamenti, ma siamo ottimisti in merito alla diagnosi finale e sul fatto che Salah partecipi al Mondiale con l'Egitto". Parole che hanno acceso la speranza di un'intera nazione, prima del messaggio scritto sui social dallo stesso Salah: "E' stata una serata molto dura, ma sono un combattente. Nonostante le difficoltà, sono fiducioso che sarò in Russia per rendervi tutti orgogliosi. Il vostro amore e supporto mi daranno la forza di cui ho bisogno".

KLOPP: "RAMOS NON SI È FATTO MOLTI AMICI IN EGITTO"

Nel mirino, comunque, ci è finito Sergio Ramos. La sua mossa da wrestler che ha provocato l'infortunio a Salah, ha fatto sì che venisse investito da una valanga di polemiche. E a fine partita proprio Klopp ha punzecchiato lo spagnolo: "Mi sa che Sergio non si è fatto molti amici in Egitto". Per tutta risposta, è arrivato un tweet del capitano del Real Madrid: "Il calcio ti mostra la faccia più dolce assieme a quella più amara. Ma al di là di tutto, siamo compagni. Ritorna presto, Salah, il futuro ti aspetta".

SALAH COL TUTORE E NUSRET

TAGS:
Salah
Liverpool
Champions league

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X