IngrandisciDisattiva slideshow
Foto 1

Foto 2

Ufficio Stampa

Foto 3

Ufficio Stampa

Foto 4

Ufficio Stampa

Foto 5

Ufficio Stampa

Foto 6

Ufficio Stampa

Foto 7

Ufficio Stampa

Foto 8

Ufficio Stampa

Foto 9

Ufficio Stampa

Foto 10

Ufficio Stampa

Foto 11

Ufficio Stampa

Foto 12

Ufficio Stampa

Foto 13

Ufficio Stampa

Foto 14

Ufficio Stampa

Foto 15

Ufficio Stampa

Foto 16

Ufficio Stampa

Foto 17

Ufficio Stampa

Foto 18

Ufficio Stampa

Foto 19

Foto 20

Foto 21

Foto 22

Foto 23

Foto 24

    Ducati Monster 1200S, la moto nuda per eccellenza

    Nel 2014, Ducati rinnova la versione top di gamma del Monster. Arrivano così le versioni 1200 e 1200 S, dotate del motore 1198 Testastretta 11° DS di derivazione Superbike. L'ammiraglia della famiglia Monster rivela un telaio totalmente ridisegnato e ancor più muscoloso. Tecnologia e soluzioni avanzate per rendere il nuovo Monster più affascinante, performante e versatile di sempre. Oltre che estremamente confortevole grazie all'innovativo sistema di regolazione dell'altezza sella (da 810mm fino a 745mm). Ancora più sicuro con il controllo di trazione DTC a 8 livelli, l'ABS Bosh 9MP e Ride-by-Wire a 3 livelli, associati ai Riding Mode Ducati, selezionabili attraverso il pulsante di ritorno frecce. Ispirandosi ai best seller S4R e S4RS, il nuovo Monster 1200 (disponibile solo in rosso con cerchi in lega neri) vanta 135 CV a 8.750 giri/min, che per il modello S (colori rosso e bianco) diventano ben 145 CV. Il nuovo motore, raffreddato da un radiatore elegantemente incurvato e dotato di due ventole elettriche ad alta efficienza, sfrutta il sistema di aria secondaria, per ottimizzare il funzionamento riducendo la dispersione ciclica della combustione, senza alcun impatto sulle emissioni. Forte di una coppia di 12.7 kgm a 7.250 giri/min, che ne esalta il piacere di guida, regalando poderose accelerazioni sempre sotto controllo grazie al pacchetto ciclistico di riferimento. Sul 1200, all'anteriore una forcella Kayaba da 43mm completamente regolabile con un monoammortizzatore Sachs al posteriore, con regolazione del precarico molla e freno idraulico in estensione. Sul Monster S arriva invece la forcella Öhlins da 48mm a regolazione integrale con steli con trattamento TiN e ammortizzatore Öhlins completamente regolabile al posteriore con serbatoio “piggy back” integrato. Al retrotreno, il monoammortizzatore sfrutta un cinematismo progressivo fissandosi direttamente sul cilindro verticale da una parte e sullo splendido forcellone monobraccio realizzato in fusione in alluminio dall'altro. Un'esuberanza motore-ciclistica, gestita con due pinze freno radiali M4-32 Monoblocco Brembo a 4 pistoncini, che agiscono su dischi da 320mm, mentre l'ammiraglia Monster S utilizza pinze M50 Monoblocco e dischi da 330mm di derivazione Superbike. Entrambi i modelli hanno pompe radiali per i freni anteriori con serbatoi separati e un unico disco da 245mm al posteriore, su cui lavora una pinza Brembo. La frizione è a bagno d'olio con funzione anti-saltellamento in grado di essere azionata con un ridottissimo sforzo, il peso a secco è di soli 182 kg e il serbatoio ha una capacità di 17.5 litri. Strumentazione TFT (Thin Film Transistor) con rivoluzionario cruscotto che associa grande facilità d'uso a una modernissima visualizzazione delle informazioni. Gli intervalli di manutenzione sono stati portati a 30.000 km. I prezzi indicativi: 13.490 euro per la base, 15.990 per la S.

    • SPORTMEDIASET »
    • SPECIALE EICMA 2013 »
    • Ducati Monster 1200S, la moto nuda per eccellenza
    • Invia ad un amico
    • OkNotizie
    • Stampa
    Juve, sfilata con la Supercoppa italiana

    Juve, sfila la Supercoppa

    Bianconeri in campo col trofeo prima del Chievo

    Serie A, Juve-Chievo 3-0: le foto

    Juve, tris al Chievo

    Ronaldo sbaglia un rigore allo Stadium

    Piatek lascia Marassi

    Piatek lascia Marassi

    L'attaccante polacco verso Milano per visite e firma

    Genoa-Milan (Getty Images)

    Il Milan sale al 4° posto

    Borini e Suso stendono il Genoa: 2-0

    Boateng, il giramondo del gol

    Boa, tutte le sue squadre

    Dall'Hertha Berlino al Sassuolo

    Alexander Zverev (Afp)

    Zverev frantuma la racchetta

    Il tedesco si infuria nel match perso con Raonic

    Piatek, la maglia è pronta?

    Piatek, la maglia è pronta?

    Sul web circola la numero 9 che aspetta il polacco. Ma sfiderà il tabù-Inzaghi?

    Da Zapata a Muriel: riecco i grandi bomber

    Da Zapata a Muriel: riecco i grandi bomber

    Subito protagonisti gli attaccanti in Serie a dopo la sosta

    La seconda vita di Milik

    La seconda vita di Milik

    Due infortuni brutti e la rinascita: il polacco si è preso Napoli