IngrandisciDisattiva slideshow
Foto 1

Ufficio Stampa

Foto 2

Ufficio Stampa

Foto 3

Ufficio Stampa

Foto 4

Ufficio Stampa

Foto 5

Ufficio Stampa

Foto 6

Ufficio Stampa

Foto 7

Ufficio Stampa

Foto 8

Ufficio Stampa

    Energetica Ego

    La cultura elettrica non si ferma e, dopo aver stupito la stampa internazionale con il primo press test a Volterra, Energica ha conquistato il grande pubblico di Eicma 2013, la 71° esposizione internazionale del motociclo a Milano. Per il terzo anno consecutivo il Gruppo CRP è protagonista per presentare al mondo il primo modello di superbike elettrica italiana: ENERGICA EGO. Una moto esclusiva ed unica, con innovazioni e soluzioni tecniche che la rendono un raro esemplare di alta tecnologia, unica nel suo genere al mondo. Ego con i suoi 100 kW di potenza e i suoi 240 km/h di velocità autolimitata, vi aspetta al Pad. 10 stand H77 dove sarà possibile ammirare la colonnina di ricarica Enel (da 3,5 a 20kw), quella Efacec, la EV QC20, e le loro modalità di ricarica su Energica grazie alla presa veicolo - Inlet CCS sviluppata da Phoenix Contact E-Mobility GmbH. Energica Ego è dotata di un motore sincrono PMAC a magneti permanenti con una potenza di 100Kw raffreddato ad olio e una coppia di 195Nm da 0 rpm a 4700 rpm. Ha un’autonomia di 150 km ad una media di 80 km/h. Le batterie possono essere ricaricate in 3,5 ore con corrente alternata oppure in meno di 30 minuti all’80% in corrente continua. La batteria ha una capacità di 11,7 Kwh. L’impianto frenante è Brembo, mentre il sistema ABS è Bosch, di serie con un anno in anticipo rispetto alla normativa UE. Energica Ego è l’unica moto elettrica al mondo ad integrare il Sistema ABS sin dalla prima release. Per gli pneumatici CRP ha montato su Energica i Pirelli Diablo Rosso II. Energica Ego è dotata di una Vehicle Control Unit con un innovativo sistema multimappa adattivo per la gestione dell’energia, è il cervello della supersportiva dal cuore elettrico. La VCU è dotata di 2 microprocessori ridondanti per garantire un’alta affidabilità e sicurezza. Il sistema è in grado di erogare in ogni momento la massima potenza garantendo la piena funzionalità della batteria nell’intera vita del veicolo e una grande guidabilità. Il controllo gestisce il sistema di frenata rigenerativa interfacciandosi con il sistema ABS. La VCU di Energica Ego è inoltre in grado di monitorare costantemente la batteria anche a veicolo spento. Il veicolo è equipaggiato con una piattaforma di comunicazione basata sullo standard Bluetooth e UMTS/GPRS. Energica Ego è quindi in grado di offrire servizi di connettività ""short range"" e ""long range"". Il primo modello, Ego, sarà disponibile a partire dal 2015 nelle colorazioni Matt Pearl White e Matt Black.

    • Invia ad un amico
    • OkNotizie
    • Stampa
    San Siro si veste d'azzurro per la Nazionale

    Lo show azzurro di San Siro

    Scenografia spettacolare per accogliere la Nazionale nella sua 58esima apparizione a Milano

    100 presenze con la Nazionale: San Siro omaggia Chiellini

    Chiellini 100 volte azzurro

    Centesima presenza in nazionale per il difensore della Juve

    Nations League, Italia-Portogallo 0-0: le foto del match

    Italia in bianco: 0-0

    Contro il Portogallo finisce in parità: azzurri al secondo posto

    Atp Finals, Federer steso: Zverev in finale

    Zverev piega Federer

    Atp Finals, il tedesco vince in due set e vola in finale

    Juventus, ecco le maglie per la prossima stagione

    Juve, rivoluzione maglie: ecco le divise per il 2019-20

    Svelate le colorazioni delle nuove divise, solo due strisce verticali: tifosi divisi

    Shiffrin, sempre lei: vince il primo slalom della stagione

    Shiffrin, sempre lei

    La statunitense domina a Levi il primo slalom della stagione

    Vinales, ANSA

    Vinales torna a volare

    Prima pole stagionale per lo spagnolo a Valencia

    MotoGP eSport, festa Ducati

    MotoGP eSport, festa Ducati

    Trastevere73 (Lorenzo Daretti) campione a Valencia

    Dubai, Pogba e Messi a cena

    Pogba e Messi a cena

    Avvistati insieme a Dubai: prova d'intesa?