Sci, Goggia ancora strepitosa: vince il SuperG di Åre

L'azzurra batte Rebensburg e Vonn. Alla Weirather la coppa di specialità

  • A
  • A
  • A

Non si ferma il momento magico di Sofia Goggia. Nemmeno il tempo di celebrare la Coppa del Mondo di discesa e la campionessa olimpica ha dato un saggio delle sue abilità vincendo l'ultimo SuperG della stagione, ad Åre, in Svezia. Un successo che è il quinto in carriera (2° in SuperG). Dietro di lei la tedesca Rebensburg (+0.32) e Lindsey Vonn (+0.53). Tina Weirather (6ª) conquista la Coppa del Mondo di SuperG anche grazie alla caduta di Lara Gut.

Non bisogna più stupirsi: Sofia Goggia è diventata grande e la testimonianza, in effetti, anche piuttosto evidente, l'aveva data a PyeongChang. E a chi si aspettava una gara normale, magari scarica, dopo il secondo posto in discesa che gli aveva regalato la Coppa del Mondo di discesa, beh, è rimasto sorpreso. Positivamente, ovviamente. Perché la Goggia, con maturità, carica agonistica e una sciata aggressiva e perfetta, ha staccato tutte, in un SuperG la cui partenza è stata abbassata per il forte vento ma che è risultato più lungo, comunque, della discesa di mercoledì.

Per Goggia, al quinto successo in carriera (3 in discesa, 2 in SuperG) si tratta del 22esimo podio in Coppa del Mondo, il sesto in SuperG. Una specialità che anche in questa stagione, come nella passata, ha come regina Tina Weirather (Liechtenstein), che conquista la sua seconda coppa di specialità consecutiva: il sesto posto in Svezia le basta, anche perché la sua rivale Lara Gut è caduta prima di metà gara.

Goggia ha chiuso col tempo di 1'07”92. Secondo posto per la tedesca Viktoria Rebensburg (+0.32) e terzo posto per la statunitense Lindsey Vonn (+0.53). Quarto posto per la svizzera Michelle Gisin (+0.75) e quinta la prima della altre italiane, Federica Brignone (+0.93). Sesta Tina Weirather (+1.08) e settima Nadia Fanchini (+1.15). Ottavo, nono e decimo posto per tre sciatrici austriache: Anna Veith (+1.20), Nicole Schmidhofer (+1.24) e Stephanie Venier (+1.44). L'altra azzurra Johanna Schnarf ha chiuso al 21esimo posto (+2.55).

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments