Menu
HomeHome

Atletica, servono medici in corsia: la Bertone rinuncia ai Mondiali di maratona

La maratoneta e pediadra valdostana non sarà così presente a Doha

Atletica, servono medici in corsia: la Bertone rinuncia ai Mondiali di maratona

Manca il personale medico e quindi niente Mondiali perché la professione impone la presenza in corsia. Ecco perché Catherine Bertone, maratoneta e pediatra valdostana, non sarà presente alla rassegna di Doha a fine settembre. Ad annunciare il forzato forfait "per inderogabili impegni lavorativi" è stata la stessa atleta in un post pubblicato sul suo profilo Facebook: "Onoratissima di poter vestire la maglia azzurra in un Mondiale di atletica leggera, ma ahimè la coperta in ospedale è sempre più corta".

La Bertone, classe 1972, in servizio all'ospedale Beauregard di Aosta, paga dunque la carenza di medici nella struttura sanitaria valdostana che già negli ultimi mesi l'aveva costretta a rinunciare a numerosi raduni collegiali. E va ricordato che, nonostante l'età e i turni in ospedale, la Bertone ha indossato la maglia azzurra arrivando 25esima ai Giochi di Rio del 2016 e ottava degli Europei di Berlino del 2018.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X