MotoGP, Valentino Rossi preoccupato: "Io in difficoltà, Lorenzo in grande forma"

"Dobbiamo lavorare ed essere più competitivi"

Il podio, foto IPP, Foto AFP

Terzo posto per Valentino Rossi al Mugello, ma la nuova vittoria di Lorenzo spaventa il Dottore: "Per come si era messa la gara questo è stato un ottimo risultato. Per tutto il weekend sono stato in grande difficoltà ed ero lento. Questo weekend è stato il più difficile dell'anno insieme a Jerez, ma la moto va visto quanto è forte Lorenzo. Sono ancora davanti, ma lui sta vincendo sempre e si sta avvicinando. Quindi dobbiamo essere più competitivi".

Rossi spiega la sua gara e il suo momento di appannamento: "Nella prima parte della stagione siamo stati molto veloci, ma nelle ultime tre gare abbiamo avuto qualche problema in più. Qui ho avuto problemi con la gomma davanti, ma penso di non essere stato l'unico. A parte Jorge, infatti, il ritmo è stato molto basso. Noi però siamo stati sempre in difficoltà e abbiamo provato ad apportare dei miglioramenti per la gara, ma sinceramente è stata molto dura e non sono riuscito ad essere efficace. Avevo grandi difficoltà nelle uscite a sinistra e dopo pochi giri la moto slittava già molto. Avevamo provato a togliere un po' di potenza, ma con le gomme nuove ero lentissimo. In accelerazione perdevo molto e anche in rettilineo. Probabilmente abbiamo fatto un errore. Due dei candidati al mondiale, però, hanno perso tanti punti. Rispetto a loro abbiamo allungato ed è positivo. Il mio controllo al limite? L'ho fatto apposta, perché sapevo di essere ripreso e ho voluto regalare un momento spettacolare in slow motion".

Si gode invece il trionfo Lorenzo, che non vinceva tre gare di fila dal 2013: "Fisicamente sto come allora, mentalmente sto ancora meglio. Questa moto non ha complessi rispetto alla Honda e ci crediamo ancora di più. E' andata meglio di come mi aspettassi, è stata più facile che a Le Mans. Mancano tante gare, ma sembra l'anno della Yamaha. Il saluto al pubblico? E' una mia tradizione, qui ci sono molti fan di Valentino ed è come quando il Barcellona vince sul campo del Real Madrid. E' normale che qualcuno fischi, ma io non sono rancoroso. Per fortuna ci sono persone così e persone che rispettano i rivali".

Umori opposti in casa Ducati. Uno Iannone da applausi, decisamente dolorante, si gode il secondo posto: "E' stata una gara veramente difficile, tanto dura ma fantastica. Credevo di non farcela e di mollare a un certo punto. E invece qui al Mugello ho raccolto un risultato fantastico. Tra me e Marquez, poi, c'è una competizione importante e con dei precedenti. Con lui già in passato lottavo più che con altri, perché era più forte. Così quando siamo vicini ci superiamo spesso". Deluso e arrabbiato invece Dovizioso: "C'è tanta rabbia, perché il podio era possibile e si poteva ottenere un grande risultato. Mi sono fermato non sapendo esattamente cosa avessi, ma la moto strappava continuamente e avevo paura di farmi male. La cosa certa è che quando siamo partiti eravamo a posto con la corona e la catena, ma credo che presto conosceremo i motivi di questo ritiro. Perché non si possono perdere delle gare in questo modo, per una corona". Giornata nera anche per Marc Marquez. "Ero al limite e quando spingi al massimo a volte succedono cose come queste. Adesso siamo parecchio indietro in classifica, ma la Honda sta lavorando duro e insieme cercheremo di migliorare il feeling con la moto per la seconda parte della stagione", ha spiegato.

TAGS:
MotoGP
Mugello
Rossi
Dovizioso
Iannone
GP Italia
Lorenzo

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X