MotoGP, Rossi: "Il passo è buono, gli altri sono tutti lì"

Lorenzo se la prende con il regolamento: "Con altre gomme sarei in pole"

Foto AFP

Valentino Rossi storce il naso, ma non perde l'ottimismo dopo le prove del GP di Barcellona: "Non sono contento, volevo essere un decimo più veloce per centrare la seconda fila. Ma il passo è buono e il 7° posto non è da buttare via. Bisognerà capire come vanno queste Suzuki. In gara decisiva la seconda parte". Lorenzo se la prende invece con il regolamento: "Con le supersoft sarebbe stata pole". Entusiasmo Espargarò: "Che pole davanti alla mia gente".

Il poleman di Montmelò non sta in sé dalla gioia: "E' un risultato spettacolare, ottenuto con la mia famiglia e i miei amici che mi guardavano. Avere la gomma morbida ci ha aiutati, è vero. Ma un gran tempo, poi, bisogna pur sempre realizzarlo. E un crono di 1:40.546, qui a Barcellona, è strepitoso. Comunque sia anche con la gomma dura abbiamo fatto un grande lavoro, sono molto soddisfatto del passo dopo la FP4. Domani sarà importante restare nel gruppo davanti per riuscire a lottare per il podio". Non dello stesso avviso Lorenzo: "Noi non abbiamo la gomma extra morbida. Ci avrebbe dato mezzo secondo, e lo avrebbe dato anche a Marquez. Con un altro tipo di mescola saremmo stati sull'1:40.1, ma quest'anno il regolamento è così. Peccato, perché abbiamo fatto un giro straordinario, ma non ci è bastato per centrare la pole. Ma sono il primo tra i piloti senza gomma extramorbida e questo è un grande risultato, anche perché abbiamo preceduto la Honda. In gara l'ideale sarebbe provare a stare in testa e a tenere il mio ritmo, che è molto buono, evitando di fare casini all'inizio. Ma ci sarà anche da aspettare che gli altri comincino ad avere gomme vecchie. Qui gli pneumatici calano moltissimo, dopo soli 10 giri il loro comportamento è molto diverso".

Concetto ribadito anche da Valentino Rossi: "Questa è una delle piste peggiori per il degrado della gomma posteriore, soprattutto nelle ultime tre curve a destra. Dopo qualche giro il calo è già notevole, si fa molta fatica a mantenere una buona velocità nell'ultimo settore. La chiave della gara sarà quella. Dovremo andare forte sin dall'inizio, stare con quelli che vanno e poi vedere di mantenere un buon passo fino alla bandiera a scacchi. La differenza la farà la seconda metà di gara. Ma sono soddisfatto del setting della moto. Nell'ultimo turno di libere ho avuto un buon passo anche con le gomme usate fino alla fine. Perciò penso di poter essere competitivo".

E anche in casa Ducati si respira un certo ottimismo. Dovizioso: "Dobbiamo essere felici della qualifica che abbiamo fatto, con tempi davvero veloci e un buon lavoro svolto dal team. Rispetto ad altre piste non siamo a postissimo, soprattutto in frenata non ho avuto il feeling migliore, ma a parte questo siamo davvero vicini. Il caldo del pomeriggio ha rimescolato le carte e visto che in gara dovrebbe essere così le prove vanno interpretate per capire il passo degli avversari. Ma nel T4 perdiamo troppo e dobbiamo migliorare". Iannone: "Stavamo migliorando molto, non siamo messi male. Sono contento del passo che siamo riusciti a trovare nella FP4, purtroppo sono indietro a causa di un problema nel mio ultimo giro. Mentre inserivo la marcia in uscita di curva 5, infatti, sono andato in folle e ho perso molto tempo. Poi sono anche andato lungo in curva 10. Senza questi due problemi saremmo stati molto più avanti, ma con una buona partenza possiamo fare una gara di livello".

TAGS:
Suzuki
Espargaro
Pole
Barcellona
MotoGP
GP Catalogna
Marquez
Rossi
Lorenzo
Honda
Yamaha

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X