MotoGP, Marquez: "Concentrato solo sulla gara"

Rossi deluso: "Problemi all'anteriore, sarà dura rientrare in top 10 sabato"

  • A
  • A
  • A

Marc Marquez prova a tenere i piedi per terra, nonostante il crono strepitoso fatto registrare dalla sua Honda in FP2: "Il tempo è uscito bene, ma non è la cosa più importante. Sicuramente è utile, perché vuol dire essere già in Q2 e domani possiamo lavorare sulla gara, dove sicuramente fatichiamo un po' di più. Maverick e Dovi sembrano i migliori sul passo, ma noi siamo lì. La nuova moto? Dobbiamo lavorare ancora un po' sull'anteriore, non è ancora come piacerebbe a me".

C'è delusione nelle parole di Valentino Rossi: "È stata una giornata strana: forse non siamo forti come abbiamo dimostrato in FP1, ma sicuramente non siamo messi così male come è emerso in FP2. In serata, a dir la verità, non abbiamo modificato molto la moto, ma ho avuto molti problemi con le gomme anteriori, eravamo sbilanciati e ho sofferto molto per questo, andavo piano. Alla fine il tracciato aveva molto grip, quindi molti dei big hanno migliorato, c'è addirittura stato il nuovo record della pista. Erano tutti molto veloci, per me sfortunatamente è stata una sessione difficile. Il problema grosso è che sono fuori dal Q2 e le condizioni della FP3 potrebbero rendere difficile per me migliorare. Non sarà semplice centrare il Q2, dovremo trovare un modo per essere più veloci".

Soddisfatto Andrea Dovizioso, nonostante il distacco consistente dalla vetta: "Sono molto contento perché siamo riusciti ad utilizzare tutte le indicazioni raccolte durante i test per tornare ai nostri livelli di competitività abituali. Oggi le condizioni della pista erano piuttosto buone, come si può vedere dai tempi fatti registrare in generale, ma non è detto che domenica sera in gara saranno le stesse. Comunque siamo lì tra i primi e pronti a giocarcela. Detto questo, ci resta del margine di miglioramento sotto alcuni aspetti. Dobbiamo analizzare bene i tanti dati raccolti per ottimizzare la nostra strategia, soprattutto in funzione delle gomme".

Fiducioso anche Danilo Petrucci, all'esordio in un weekend mondiale sulla Ducati ufficiale: "Oggi abbiamo lavorato sui dettagli in funzione della gara e sono piuttosto contento del feeling con la mia moto. Onestamente avrei potuto fare leggermente meglio nel giro singolo sul finale della FP2, ma ho trovato un po' di traffico e non sono riuscito ad essere preciso come avrei voluto. Non siamo ancora al 100%: i nostri avversari sono molto veloci, quindi domani proveremo a finalizzare il lavoro svolto fin qui per cercare di partire davanti ed avere un passo veloce e costante per tutta la gara".

È apparso molto carico anche Jorge Lorenzo, nonostante non sia riuscito a centrare la top 10: "Sono molto felice, fiducioso e a mio agio sulla moto - ha detto il neo acquisto della HRC - Abbiamo un sacco di potenziale e possiamo arrivare dove vogliamo. Nella prima sessione siamo andati bene, siamo stati molto veloci. Dobbiamo capire un po' meglio la moto in condizioni più fredde, ma possiamo essere competitivi".

Sorrisi per Francesco Bagnaia, che ha debuttato in un turno ufficiale di MotoGP sulla sua Ducati Pramac: "È stata una giornata di fuoco, non mi aspettavo che andassero tutti così forte da subito - ha detto il pilota piemontese - Noi abbiamo fatto il nostro lavoro, abbiamo migliorato parecchio soprattutto in ingresso curva, c'è ancora tanto da fare ma siamo soddisfatti. Il time attack si può migliorare sicuramente. Probabilmente per noi è meglio la soft, ma non abbiamo fretta, c'è ancora domani per la scelta della gomma. Il passo comunque è buono, quello è l'importante. Dobbiamo stare tranquilli e continuare così. Correre tra i grandi? È bello, anche se ho fatto un po' fatica a girare insieme agli altri oggi e ad avere dei buoni riferimenti, domani dovremo essere un po' più furbi".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments