MotoGP in Qatar, Rossi: "Siamo partiti meglio di un anno fa"

Ottimo secondo posto nelle libere del giovedì per il pesarese: "Sono soddisfatto sia del tempo che della posizione". Primo Lorenzo: "Abbiamo margine"

MotoGP in Qatar, Rossi: "Siamo partiti meglio di un anno fa"

Le prove del giovedì dicono che la Yamaha è ancora la moto da battere. E anche nelle dichiarazioni post libere Rossi e Lorenzo sono i più ottimisti. "Sono contento sia della posizione che del tempo" dice il pesarese. Lorenzo comunque non si vuole accontentare: "Dobbiamo ancora migliorare perchè gli altri sono abbastanza vicini".  Diverso l'umore di Marquez, solo ottavo: "Oggi non avevo un buon feeling con la moto".

Valentino Rossi è partito subito forte in Qatar, cosa che non gli era capitata l'anno scorso: "Nel 2015 qui avevo sofferto abbastanza nelle prove. Questa volta è andata meglio, sono molto soddisfatto. Il problema è che la pista era sporca, nei prossimi giorni si pulirà e migliorerà il grip. Noi dovremo essere bravi a seguire questo cambiamento settando di volta in volta la moto. Un'altra cosa difficile è scegliere le gomme giuste, quest'anno con le Michelin partiamo da zero".

Molto sicuro di sé anche Jorge Lorenzo che anche oggi è arrivato davanti a tutti: "Sono riuscito quasi subito a correre con l'1'55" che è un ottimo tempo e ho anche fatto diversi giri a quel ritmo. Abbiamo margine, ma per essere il primo giorno è andata bene. La cosa positiva è che sono veloce con tutti e tre i tipi di pneumatici"

Ottimo tempo anche per Iannone (3°), che però non è ancora soddisfatto: "Abbiamo fatto una piccola modifica rispetto ai test che ci ha rallentato. Peccato, perché ci manca sempre qualcosina per essere davanti a tutti. Questo mi scoccia, speriamo di essere primi domani. In molti hanno utilizzato le gomme morbide e questo per noi è positivo perché significa che abbiamo ancora margine, ma non sappiamo ancora quale mescola useremo per la gara".

Marquez invece ha terminato le prove piuttosto distante dai primi: " Non avevo un feeling perfetto con la moto, ma abbiamo capito perché e domani miglioreremo. Stiamo lavorando anche per scegliere le gomme più adatte. L'elettronica ci sta creando qualche problema, è normale ci vuole un po' per capire come funzionano tutte queste novità".

Anche Pedrosa conferma le difficoltà della Honda con i nuovi cambiamenti: "Abbiamo fatto pochi giri, ma le informazioni che abbiamo ottenuto le useremo per migliorare domani. Dobbiamo fare passi avanti un po' su tutto: siamo indietro con l'elettronica e per quanto riguarda le gomme dobbiamo fare delle modifiche alla ciclistica".

TAGS:
Qatar
MotoGP
Lorenzo
Rossi