MotoGP, Lorenzo re a Barcellona

Marquez e Rossi sul podio, un'altra caduta per Dovizioso

di
  • A
  • A
  • A

Jorge Lorenzo vince il GP di Catalogna e centra il secondo successo consecutivo nel motomondiale, replicando la trionfale gara del Mugello. Il pilota Ducati domina dalla pole vincendo in solitaria davanti alla Honda di Marquez e alla Yamaha di Valentino Rossi, al terzo podio di fila. Un altro "zero" clamoroso per Dovizioso, caduto mentre era in terza posizione all'inseguimento dei due spagnoli. Marquez resta leader mondiale a +27 da Rossi.

Una gara noiosa, senza storia, di quelle che piacciono a lui. Come nel GP d'Italia, Jorge non ha dovuto fare altro che mettersi al comando e cominciare a martellare, con la doppia gomma soft che non ha subito il rientro della doppia hard di Marquez neanche nei giri finali. Troppo a suo agio il maiorchino sulla sua "nuova" Desmosedici, con la quale il feeling sembra ormai sbocciato definitivamente, facendo probabilmente aumentare i rimpianti a Borgo Panigale.

Marquez ha provato per un po' a tenere il passo della Ducati, ma ha poi dovuto accontentarsi di una seconda piazza che rappresenta comunque un risultato preziosissimo in ottica mondiale. I due spagnoli sono saliti insieme sul podio, in un'immagine che proietta già al 2019, quando si ritroveranno compagni in Honda. Con loro anche uno splendido Valentino Rossi, che ha continuato a guidare sopra i limiti attuali della Yamaha riuscendo a portare a casa il quarto podio stagionale, mentre Vinales arrancava a centro gruppo (6° posto finale per il padrone di casa). Il Dottore, a cui manca ancora la vittoria in questa stagione, resta al 2° posto nel mondiale, a due settimane dalla gara di Assen, dove nel 2017 centrò l'unico successo dell'anno.

Il grande sconfitto del weekend catalano è stato invece Andrea Dovizioso: il forlivese è apparso fin dal via un po' al limite nel cercare di tenere la coppia spagnola e la scivolata è stata probabilmente frutto dell'eccessiva foga nel tentare di rimanrere lì, nella bagarre per la vittoria. Quello che ha rimediato, invece, è stato il terzo "zero" stagionale, che lo scaraventa a -49 dalla vetta, raggiunto a quota 66 punti dal vicino di box che fino a un paio di gare fa era disperso a fondo classifica.

Alle spalle di Rossi si sono piazzati Crutchlow e Pedrosa autori di un bel duello da cui è uscito vincitore il britannico del team LCR. A chiudere la top 10, oltre a Vinales, ci sono Zarco, Petrucci, Bautista e Iannone, sopravvissuti a una gara piena di cadute, con solamente 13 piloti arrivati al traguardo e ben 12 ritiri.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments