MotoGP, Argentina: Marquez vince in solitaria, Rossi secondo

Le due Ducati si fanno fuori all'ultima curva e regalano a Valentino il podio. Terzo Pedrosa, Vinales e Lorenzo fuori

di Niccolò De Carolis

MotoGP, Argentina: Marquez vince in solitaria, Rossi secondo

Finale rocambolesco sul circuito di Termas de Rio Hondo con Iannone che stende Dovizioso all'ultima curva rovinando una grandissima gara. Ne approfitta Rossi, in crisi dopo il cambio moto, che finisce secondo. Primo arriva Marquez che ha duellato con Valentino per metà gara, per poi avere vita facile a causa dei problemi dell'italiano. Pedrosa chiude il podio staccato di 28 secondi. La pista ha fatto altre vittime illustri come Vinales e Lorenzo, traditi dal bagnato.

Il GP a Termas De Rio Hondo regala ancora grandi emozioni e duelli epici, con i due ducatisti protagonisti di una lotta fratricida. Alla partenza tante incognite, dal meteo al cambio moto che per questioni di sicurezza è stato imposto a tutti i piloti a metà gara. Lorenzo, dopo una partenza sprint, va subito in crisi confermando le difficoltà vissute per l'intero weekend, a dargli il colpo di grazia ci pensa una chiazza di umido che lo stende sull'asfalto. In testa Marquez prova a replicare il ritmo indiavolato esibito fin da venerdì mattina, ma pian piano Rossi prende confidenza con la moto annullando il tentativo di fuga. Tra i due nasce un testa a testa che ricorda la sfida dell'anno scorso, ma a rovinare lo spettacolo ci pensa il pit-stop che penalizza le prestazioni dell'italiano.

Rossi rientra in pista ma si capisce subito che non ha più tra le mani la M1 di prima, l'anteriore balla e i tempi si alzano. Il pesarese deve guardarsi alle spalle, perché da dietro si fanno vedere minacciose le sagome di Vinales e delle due Ducati. Il crono è impietoso, Valentino perde un secondo al giro da tutti e viene risucchiato dagli inseguitori. Proprio quando il sorpasso della Suzuki sembra ormai questione di curve, Rossi ha il colpo di coda del campione riuscendo a rimandare al mittente le minacce e a siglare giri finalmente competitivi. Il pilota della Yamaha con le unghie e con i denti riesce a stare davanti per qualche tornata, ma alla fine deve cedere al passo migliore degli avversari.

Sulla pista di Termas de Rio Hondo maculata dalla pioggia nessuno è al sicuro, in particolare nella curva 1. Vinales commette un peccato di gioventù e va per terra. Ma non è finita, perché a pochi metri dal traguardo Iannone prova a vendicarsi del Qatar e a infilare il compagno di squadra. Ma stavolta il danno è doppio perché sul podio non ci finisce neanche una rossa. Una rivalità tra i due compagni di squadra forse alimentate anche dalle voci di mercato che vedono Lorenzo vicinissimo alla casa di Borgo Panigale. Il tentativo di sorpasso del numero 29 ora è sotto investigazione. A ringraziare c'è anche Pedrosa che sale sul podio nonostante un distacco abissale. In classifica generale Lorenzo viene superato da Marquez, Rossi e Pedrosa. Da segnalare i primi punti in MotoGP dell'Aprilia.

TAGS:
MotoGP
Rossi
Lorenzo
Marquez
Yamaha
Ducati