MotoGP Americhe, Rossi: "Commesso qualche errorino, peccato"

Rins si gode il primo trionfo: "Ora lottiamo con i più grandi"

Rins, ANSA

Valentino Rossi si gode il podio, ma non nasconde il dispiacere per la vittoria sfumata: "Rins in generale era messo un po' meglio, ma io potevo farcela, ho fatto un paio di errorini nel finale - ha ammesso il Dottore - Peccato, era una buona occasione per vincere. Il mondiale? È apertissimo e sono molto contento di questo". Entusiasta Rins: "Siamo lì e ora lottiamo con i migliori, dobbiamo cercare di essere costanti".

Vale ha raccontato così la sua gara: "La caduta di Marquez è qualcosa che ti scombussola un po' all'inizio perché devi rivedere un po' i piani di gara...Non me l'aspettavo proprio, mi sono quasi emozionato. Io ho provato ad allungare ma poi è arrivato Rins che andava forte, frenava e accelerava meglio di me. Penso che potevo farcela, ho fatto un paio di errorini nel finale e lui in generale era messo un po' meglio. Peccato perché era una buona occasione per vincere, ma noi continuiamo a provarci. Sono comunque 20 punti importanti, la Yamaha è sulla strada giusta, andavamo quasi un secondo più veloce del 2018 qui. C'è ancora tanto lavoro da fare, Jerez sarà un bel test perché negli ultimi due anni è stata difficilissima per noi. Il mondiale? Marquez resta il favorito, ma il campionato è apertissimo, sono contento".

La gioia più grande, naturalmente, è per il vincitore Alex Rins, al primo successo della carriera in MotoGP: "Sono felicissimo - ha detto lo spagnolo - La Suzuki ha fatto un lavoro straordinario nel 2018 e in questa preseason e alla fine siamo arrivati all'obiettivo, sono contentissimo.  Il duello con Vale? Lui ha grande esperienza e ha fatto tante battaglie fino all'ultimo giro...io ho spinto fortissimo, soprattutto dopo che lui ha fatto un piccolo errore nel finale. Durante il weekend avevo sofferto molto con l'anteriore, ma in gara qualcosa è cambiato, riuscivo a fermare la moto meglio di Vale, anche se mi mancava un pochino di motore rispetto a lui. Una Suzuki da mondiale? Siamo lì, lottiamo con i piloti migliori, dobbiamo provare a essere regolari. Ora non vedo l'ora di arrivare in Europa".

Giornata positiva per Andrea Dovizioso, che ha chiuso ai piedi del podio ma è tornato in testa al mondiale: "Stamattina mi sono svegliato bene, ero pronto a combattere. Qua è sempre dura, ma bisogna stare tranquilli. Io all'inizio non avevo né passo né feeling, ma piano piano ho capito le linee giuste da tenere e ho cominciato a sognare. Purtroppo non avevo le energie per arrivare al podio e ho dovuto lottare con Morbidelli. Siamo stati fortunati per le cadute, ma prendiamo gli aspetti positivi di questa domenica e andiamo a Jerez in testa al mondiale. Penso che da lì in avanti potremo spingere di più dell'anno scorso, sento la moto molto bene, ma non sarà facile perché sembra che siamo in tanti per il mondiale".

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X