MotoGP, Valentino Rossi: "Mi sono concentrato su Lorenzo..."

Il Dottore non ha dubbi: "Qui ho vinto i miei mondiali più importanti. E' una pista difficile dove serve coraggio. Me la sono goduta"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Lorenzo Rossi Smith Australia MotoGP.com

Valentino Rossi festeggia la sua seconda vittoria stagionale: "Sono contentissimo, è stata una gara stupenda. Mi sono concentrato su Lorenzo, perché qui era importante arrivargli davanti per il secondo posto nel mondiale. E' stata una grande lotta, dove ho pensato 'oggi lo frego'! Poi Marquez aveva 2 secondi e volevo avvicinarmi, ma è scivolato. Tornare a vincere dopo tanto tempo su una pista così bella e difficile è fantastico".

Alla sua 250.ma presenza nel Motomondiale, il campione di Tavullia continua a trionfare: "E' una grande soddisfazione tornare a vincere a Phillip Islanda, perché è ancora una di quelle piste difficili dove serve tanto coraggio. Qui sono sempre andato forte e ho vinto i miei mondiali più importanti. Dove sono sempre riuscito a fare podio, ma da tanto tempo non vincevo. Quindi è una grandissima soddisfazione, perché abbiamo lavorato benissimo in tutto il weekend. Anche se in qualifica mi sono incasinato, ho sbagliato ed è stata colpa mia l'ottava piazza. Ma sapevo che potevo partire più avanti, avevo un buon potenziale. Per questo alla seconda curva ero sesto e ho sperato che qualcuno desse fastidio ai primi. Ho mantenuta la calma e quando ho visto che mi avvicinavo a Lorenzo ho pensato 'adesso lo prendo'. A Misano ero più emozionato, quasi commosso, mentre qui me la sono proprio goduta".

Si complimenta con il compagno di box Jorge Lorenzo, prima di prendersela con le gomme portate da Bridgestone: "Sono contento per risultato, visto che il team ha fatto primo e secondo. Ma la nostra posizione reale sarebbe stata un 4°-5°. Per fortuna le cadute degli altri ci hanno lasciato sul podio. Questione di fortuna, perché quando ti capita una gomma difettosa davanti non puoi farci niente. La moto non curva, devi stare dritto e perdi tempo. In un mondiale così bello è un peccato avere prestazioni delle gomme così incostanti. Lavori tanto per fare il setting e poi ti capita la gomma sbagliata. Non va bene".

I timori del maiorchino, trovano conferma nelle parole del connazionale, Marc Marquez, finito a terra proprio per colpa della gomma fredda: "Sono contento perché la gara stava andando bene, ma alla fine la temperatura è calata tanto e ho iniziato ad andare più piano del previsto. La nostra gomma si raffreddava progressivamente, mentre la Yamaha aveva scelto meglio. Infatti siamo caduti tutti nel rettilineo, appena toccavamo il freno l'anteriore chiudeva. Diciamo che per il prossimo anno lo sappiano... Ma dopo l'anno scorso Bridgestone aveva portato una posteriore durissima, ma questa volta i problemi sono emersi sull'anteriore. E' anche vero che veniamo a correre qui quando fa freddo e quindi si fa fatica a scaldate la spalla destra dello pneumatico. Dopo la pressione per il titolo, ho provato a fare una gara con uno stile diverso, ma non mi è riuscito bene... Diciamo che in Malesia proveremo a fare ancora così, ma con un finale diverso".

Bradley Smith è emozionato per il primo podio in carriera: "E' fantastico, non saprei nemmeno come ci siamo riusciti! Ma siamo arrivati sul podio, non so cosa dire ma è grandioso. Grazie al mio team e alla Yamaha, è bello siamo in tre con la M1 sul podio". Podio che ha mancato la Ducati, con Andrea Dovizioso, quarto. "E’ stata una gara decisamente anomala, e non posso assolutamente essere contento di questo weekend perché non sono mai stato veramente competitivo. Questa esperienza ci deve però servire per il prossimo anno: dobbiamo capire dove e come possiamo migliorare. In ogni caso sono soddisfatto del mio quarto posto finale perché ottenere questo risultato, con il passo che avevamo prima della gara, è comunque positivo. Adesso andiamo in Malesia a Sepang, una pista che amo, e cercheremo di rifarci", ha spiegato.

TAGS:
Rossi
Lorenzo
Yamaha
Smith
Marquez
Australia
GP

I VOSTRI COMMENTI

curricurri64 - 23/10/14

pace fatta tra vale e jeremy,i 2 si erano ignorati in america,ma in australia si sono abbracciati,anzi sembra ke burgess gli abbia dato qualke consiglio dopo averlo visto in certi punti della pista.

segnala un abuso

stilix - 23/10/14

DocDocAvanti, lo so che sembra un paradosso, ma è proprio così, per mantenere il grip MM doveva scaldare la gomma spingendo di più visto che la temperatura è scesa di ben 9 gradi durante la gara e la gomma, a quella temperatura, teneva meno. O si metteva ad andare piano come Lorenzo e spingeva più forte. Cmq credo che la caduta questa volta non sia stata colpa sua, si è visto anche per Cal che la gomma ha ceduto di botto.

segnala un abuso

DocDocAvanti - 23/10/14

curricurri
Questa di spingere di più per mantenere la gomma più calda mi sembra una cosa assurda. MM spinge perché vuole sempre arrivare primo e ogni tanto esagera. Se perdi grip fai come JL e rallenti un po', non scegli certo di spingere di più rischiando di sdraiarti, com'é già successo. Se continua a rischiare così finirà per cadere in modo serio prima o poi e sarebbe un peccato.

segnala un abuso

Diabolik72 - 22/10/14

Grande Vale facci divertire ancora per tanti anni...grande guida, soprpassi da chirurgo e grinta da leone...Complimenti campione. Go Vale!!

segnala un abuso

cacciabombardiere84 - 22/10/14

Ci manca solo che Rossi bastoni anche Marquez l'anno prossimo. Così una volta per tutte potremmo dire che il vecchietto li ha battuti tutti :-)

segnala un abuso

cacciabombardiere84 - 22/10/14

Rossi è quasi vice Campione del mondo, si è messo nuovamente alle spalle Lorenzo e Pedrosa.
Cosa volete di più dalla vita?

segnala un abuso