MotoGP, Rossi: "Partire quinto era l'obiettivo minimo"

Poteva andare meglio, ma anche peggio. Per la gara, però, ho un buon passo"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Rossi (IPP)

E' un Valentino Rossi contento a metà quello che commenta il quinto tempo nelle qualifiche di Indy. "Ci poteva stare qualcosa in più perché la moto era migliorata molto nelle libere 3 e 4 - ha ammesso il pilota Yamaha - . Si poteva fare meglio, ma poteva anche andare peggio visto il traffico in pista. Partire tra i primi cinque, tuttavia, era l'obiettivo minimo. Comunque sono contento perché ho un buon passo sia con ma morbida, sia con la dura".

"Servirà una buona partenza, ma posso stare con i primi, con Marquez e Lorenzo che va molto forte. Sarà fondamentale la scelta della gomma posteriore, dipenderà dalla temperatura, ma al momento è un 50 e 50", ha aggiunto. Attenti anche alle Ducati: "Hanno sempre fatto vedere un buon passo. Complimenti a Iannone e anche a Dovizioso, che è riuscito a fare molto bene. Soprattutto se la scelta migliore delle gomme sarà per la morbida, loro potranno fare una bella gara".

La pole, manco a dirlo è andata a Marc Marquez, che ha centrato la 17.a partenza al palo da quando corre in MotoGP, la 45.a della sua carriera. "Sono contento perché dopo le vacanze iniziare così è bellissimo. Abbiamo un setup buono per la gara, io mi sento bene sia con la gomma dura, sia con la morbida", si è limitato a dire sorridendo lo spagnolo. Sorriso ampio anche per Andrea Dovizioso, capace di conquistare un'inattesa prima fila. "Ci voleva - il commento del ducatista - , la prima fila aiuta sempre per la gara. Abbiamo fatto un buon lavoro, siamo sempre stati veloci. Il feeling è buono, anche se per la gara la vedo molto dura. Quando calano le gomme per noi è difficile far girare la moto, ma stringeremo i denti. Comunque devo ringraziare Marc, perché dietro a lui sono riuscito a scendere sotto l'1'32"". La migliore Yamaha è stata quella di Jorge Lorenzo: "Nelle libere 4 abbiamo avuto dei problemi con un nuovo setting o forse con una gomma dura difettosa. Poi nelle qualifiche con la morbida tutto è stato perfetto. Adesso dovremo verificare nel warmup le reazioni con la dura per vedere se si è trattato di un problema di pneumatici o cosa".

TAGS:
MotoGP
Indianapolis
Rossi
Marquez
Dovizioso
Lorenzo

I VOSTRI COMMENTI

madunina - 10/08/14

Buongiorno.
@ Gianluca42.
Leggo le tue parole, "il tempo passa per tutti, ora è il tempo di Marquez" ed è quello che da mesi,
stò evidenziando. I nove titoli mondiali di Rossi, non si discutono ma è giunta l'ora di togliere il
disturbo. E quando non sei capace di prendere una decisione del genere, non fai altro che fare
figuracce. Il tempo passa per tutti e bisogna farsene una ragione. Vale, non riesce a farsene una
ragione e questo è molto pericoloso.

segnala un abuso

Jollon91 - 10/08/14

Secondo me la Yamaha non è inferiore alla Honda, anzi...altrimenti non si spiegherebbe perchè un pilota esperto come Pedrosa è sempre dietro. Penso che la differenza la fa quel mostro di Marquez, che probabilmente è ancora più forte del Rossi dei tempi d'oro.
Bravo lui, ma anche Vale che a 35 anni riesce comunque a giocarsela e fa quel che può

segnala un abuso

danyam65 - 10/08/14

Forza Vale!

segnala un abuso

maxeem - 10/08/14

dal più grande di sempre, come dite voi, mi aspetto molto molto di più!

segnala un abuso

macclaude - 10/08/14

Madunina
invece io la penso totalmente in modo diverso, il Vale è da ammirare, dopo tanti successi, è ancora li' a giocarsela, con i migliori del momento, mentre altri al posto suo avrebbero gia' mollato, dopo i trascorsi in Ducati,....e il bello è,...che è ancora competitivo, pur correndo con una moto leggermente inferiore alla Honda,
ma quello che mi sorprende, e che sorprende un po' tutti, è la sua voglia di vittoria, come se ancora dovesse
dimostrare qualcosa, Grande!!!!!!!

segnala un abuso

Gianluca42 - 10/08/14

Caro madunina, Rossi sta dimostrando, anche se non ne avevamo bisogno (noi, che seguiamo il motociclismo da 30 anni) di essere uno dei più grandi di sempre. Proprio ora che prende paga da Marquez e mette dietro quasi sempre un grande campione come Lorenzo, a parità di moto, all'apice della carriera. Il tempo passa per tutti, ora è il tempo di Marquez. Perché scrivere a caso? I commenti come i tuoi non fanno male al motociclismo ma a tutto lo sport.

segnala un abuso

Dok188 - 10/08/14

Sarà pure come dici, ma in questo mondiale è stato l'nico che ha avuto almeno 2 volte la possibilità di battere Marc Marquez. Io paragono Valentino Rossi al Federer del Tennis, hanno vinto tutto, sono tra i più forti di sempre se non i più forti, ma ora ovviamente l'età inizia a farsi sentire.

segnala un abuso