MotoGP: Marc Marquez trionfa a Barcellona, Rossi è secondo

Il campione del mondo conquista la settima vittoria consecutiva. Gara al comando per Valentino, che nel finale approfitta dell'errore di Pedrosa (3°) all'ultimo giro. Lorenzo in difficoltà, chiude 4°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Marc Marquez (Honda) conquista la settima vittoria stagionale consecutiva nel GP di Catalunya. Il 93 trionfa dopo una grande lotta con Rossi (Yamaha, 2°), a lungo al comando della corsa. Brivido finale per Pedrosa (Honda, 3°), che all'ultimo giro va al contatto con il compagno di box. Difficoltà e un 4° posto per Lorenzo (Yamaha), che precede Bradl (Honda) e le Yamaha di Aleix e Pol Espargaro. Poi le Ducati di Dovizioso, 8° davanti a quella di Iannone.

Dopo aver perso la pole, Marquez aveva ricordato a tutti che è il risultato della domenica quello che conta. Un classico da campione, da pilota consapevole dei propri mezzi, che infatti ha prodotto l'atteso settimo successo stagionale. Risultato che racchiude la misura della forza del 93, ma che arriva dopo una gara combattuta e tirata fino alla bandiera a scacchi.

Corsa comandata a lungo da Rossi, che ha dimostrato tutto il suo smalto da campione. Intatto, con la voglia di vincere di un ragazzino. Battuto solo nel finale, quando le Honda hanno alzato il ritmo, leggermente più efficaci della Yamaha con le gomme ormai consumate. Il 46 non ha comunque perso terreno, potendo approfittare dell'errore di Pedrosa che, dopo un'ultima lotta serratissima, si è toccato con Marquez proprio all'ultimo passaggio.

Posizioni di arrivo a parte, il trio del podio ha regalato spettacolo vero, facendo vedere una gara di altissimo livello. Mentre non è rimasto parte attiva dei giochi Lorenzo, scomparso nella seconda metà di gara. Jorge non è riuscito a tenere il ritmo, dovendo rinunciare a giocarsi il podio e chiudendo a +4.5 dai primi. Migliorano invece, leggermente, le prestazioni della Ducati, con Dovizioso che agguanta un'ottava posizione, a +16.1. Sempre in scia ai fratelli Espargaro che lo precedono e si confermano sempre più protagonisti, in crescita in questo Motomondiale. Dove, nella classifica iridata, Marquez vola a 175 punti, con Rossi dietro a 117 e Pedrosa a 112.

LA CRONACA DELLA CORSA

Bandiera a scacchi: finisce così, con Marquez vince in casa, conquistando il settimo trionfo di fila nel 2014! Rossi è 2°, beffando Pedrosa che completa il podio. Lorenzo chiude 4°
- Ne approfitta Valentino che si riprende al volo la seconda piazza
- Di traverso Marquez in frenata, Pedrosa esagera e tocca il posteriore del compagno di box. Allarga, ma resta in piedi.
- Ancora dentro Dani, ma Marc tiene la posizione. Rossi è spettatore
Ultimo giro - Pedrosa in staccata si prende la testa della gara, Marquez però risponde subito interno. Con un sorpasso "da pelo"!
- Errore di Marc, largo alla 10, con Dani che si fa sotto quando inizia l'ultimo giro
Giro 24 - Pedrosa è attaccato a Marquez e prova ad inserirsi, con l'anteriore che protesta vistosamente
- Pedrosa prepara l'attacco al compagno di box, che continua a non essere preciso in ingresso di curva
Giro 23 - Gomiti a terra per Marc che prova la fuga, ma Dani frena forte, seguito da Rossi che perde qualche metro di troppo. Una curva dietro Lorenzo
- Pedrosa è scatenato e attacca subito anche Marquez, che però chiude la porta
Giro 22 - Marc spazzola la pista in staccata. Valentino prova a tenerlo, ma Dani aggressivo si infila e si prende il secondo posto
- Ancora lungo Marquez e dietro anche Lorenzo. Il livello è altissimo e ogni errore può costare carisso
- Lorenzo perde ancora terreno, mentre Pedrosa è in agguato su Rossi
Giro 21 - Quattro piloti tutti vicini, ma Rossi prova ancora l'attacco. Traiettorie che si incrociano e il 93 resta davanti
- Qualche goccia di pioggia sulle telecamere e Marquez gira largo, fornendo l'occasione a Rossi per farsi sotto
Giro 20 - Ancora staccata, ancora Marquez davanti a Rossi, che resiste invece all'attacco di Pedrosa. E Lorenzo è lì con loro
- I commissari non espongono la bandiera, quindi niente flag-to-flag
- Sia Marc che Dani alzano però il braccio indicando pioggia (spiegeranno poi che invece era per le bandiere gialle. ndr). Quindi Rossi approfitta per riportarsi davanti. Anche Lorenzo ricuce il gap
Giro 19 - Boato del pubblico per Marquez che in staccata dopo il rettilineo infila Rossi. Anche Pedrosa si affianca a Valentino
- Rodeo per Lorenzo in uscita di curva, perde terreno
- Guida leggermente "sporco" Marquez, che vorrebbe trovare il varco per passare la Yamaha
Giro 18 - Testa a testa tra il 46 e il 93, che provano ad allungare su Pedrosa che resiste
Giro 17 - Cala leggermente il ritmo di Valentino. Dietro Dovizioso prova ad attaccare la Yamaha di Pol Espargaro, per la settima piazza
Giro 16 - Occhi sbarrati sotto il casco di Rossi, che ci crede e spinge al limite trovando qualche decimo di distacco da Marquez
- In staccata le Honda sollevano il posteriore, forzando il passo
Giro 15 - Torna a farsi vedere Lorenzo, che ritrova la coda della Honda di Dani
- Al rientro Marc ha ceduto la posizione a Pedrosa. Per un attimo, infilandolo con una manovra netta e decisa poche curve dopo
Giro 14 - Marquez prova l'attacco, ma esagera e quasi tampona Rossi, finendo poi lungo e tagliando la variante
Giro 13 - Il Dottore fa il ritmo, ma Marc e Dani sono incollati ai suoi scarichi. Lorenzo è a +1.4
- Pedrosa arriva troppo forte in staccata e deve girare largo per non tamponare Marquez
Giro 12 - Dopo le qualifiche Valentino aveva spiegato di preferire il "fresco", e per ora sembra poter gestire la corsa
Giro 11 - Perde terreno Dovizioso, 8° e passato dai fratelli Espargaro. Si ritira Crutchlow (elettronica)
Giro 10 - Rossi è stato l'unico a girare sul 42' alto, mentre il duo Honda si è ostacolato. Lorenzo non riesce a tenere il passo
- Sempre alla curva 10, Marc tira la staccata a Dani, che si scompone leggermente e perde la posizione
Giro 9 - Valentino guida il gruppo, con Pedrosa che si fa vedere negli scarichi di Marquez, che gira leggermente largo e apre la porta a Dani, che passa
Giro 8 - Rossi prova ad allungare, ma le due Honda sono vicine. Mentre arriva leggermente lungo in staccata Lorenzo che sembra faticare un po'
- Perde terreno dai primi Bradl, che gira largo alla 10
Giro 7 - Tocca a Pedrosa sferrare l'attacco sul Lorenzo, che non può reagire e si accoda quarto
- Marc però resta in scia e alla prima occasione s'infila
Giro 6 - Lorenzo in staccata riprende la seconda piazza ai danni di Marquez, che non può rispondere
Giro 5 - Si ritira Bautista. Rossi prova l'allungo, ma il gruppetto rimane compatto, con Bradl sempre in scia e 5°
- Marquez cerca e trova un varco impossibile su Jorge e gli sfila la seconda piazza
- Il 46 ci riprova e s'infila, è immediata la risposta di Lorenzo. Ma Rossi entra ancora, deciso ed è al comando
Giro 4 - Valentino prova l'attacco su Jorge in staccata, ma non va
- Giro veloce di Marquez, 1:42.182, attaccato alle Yamaha
- Rossi è letteralmente negli scarichi di Lorenzo
Giro 3 - Alla curva 10 perde il posteriore Bradl che finisce a terra
- Alle spalle dei primi quattro Bradl, che tiene la scia, e più staccato Dovizioso marcato dai fratelli Espargaro e Iannone
Giro 2 - Ecco Marc, che in fondo al rettilineo passa il compagno di box e si prende la terza piazza
- Anche Marquez prova a farsi vedere da Pedrosa, ma l'attacco non è ancora maturo
- Valentino attacca subito Dani e gli sfila la seconda piazza
Giro 1/25 - Pedrosa tiene la testa della corsa, ma Lorenzo lo passa all'esterno, con Rossi terzo davanti a Marquez
- Le gomme: Iannone e Redding con le soft, tutti gli altri con le medie
- Parte il warm up, asciutto, quando a 10 km della pista sta piovendo
- Nei box sono pronte le seconde moto con le gomme da bagnato
- Nel caso di partenza asciutta i piloti dovranno aspettare la bandiera bianca prima di effettuare il cambio moto
- Grosse e minacciose nuvole stanno oscurando il sole sul tracciato di Barcellona. La partenza è data asciutta, ma c'è il rischio del "flag-to-flag", con i cambi moto al volo in caso di pioggia
- Tutto pronto a Barcellona per la settima gara della MotoGP 2014. In pole c'è Dani Pedrosa, con Lorenzo e Marquez in prima fila. Bradl apre invece la seconda linea, con Valentino e Aleix Espargaro

DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

MotoGP: Rossi riuscirà a battere Marquez nelle prossime gare?

TAGS:
MotoGP
Barcellona
Catalunya
Yamaha
Honda
Ducati
Rossi
Marquez
Lorenzo
Pedrosa
Gara
GP

I VOSTRI COMMENTI

statecollegati - 18/06/14

meteor02 appunto, ci vengono a dire a noi di Marquez come se stessimo li a dinigrarlo perchè non è un autentico talento. Non l'hanno capita che il talento inventato a tavolino, quello fasullo e fasullo sul serio, è un altro. Marquez è arrivato proprio a dimostrarlo che con quella moto si puo fare molto ma molto meglio, se senza starsi a lamentare; la federazione sembra che ci goda a vederci in difficoltà.......infatti l'anno dopo l'abbiamo visto con Marquez come è andata.

segnala un abuso

robi440 - 18/06/14

Statecollegati Ecco bravo....lascia stare quella storia,x sempre...come avevi promesso....cosi' la mia sensibilita' puo' stare tranquilla e ci guadagni anche te...

segnala un abuso

meteor02 - 18/06/14

stomark
prova a goderti anche tu il 46 perche noi il 93 c'è lo godiamo e come diceva una vecchio pubblicità 2 gust is megl che one...
ogni campione ha avuto i suoi antagonisti da apprezzare perche senza rivali nn c'è mondiale ti ricordi il 2010 con casey sul cancello e rossi in ospedale? lorenzo ha vinto tanto ma lo spettacolo nn si è visto se nn a motegi ma 1 gara su 18 che noia.... almeno in questa stagione si dan battaglia in 4 e ogni gara ha avuto il suo antagonista di primo piano

segnala un abuso

stomark - 18/06/14

statecollegati
Troppo scontato risponderti, cmq rimani sempre quello che sei.
Quando Rossi si è infortunato al mugello , era più dispiaciuto io che tutti i tifosi come te.
Quando una mente come la tua arriva a pensare questo, siamo alla frutta.
Stai bene cosi goditi il tuo VR 46 che quest'anno sta lavorando bene , io godo per il mio MM 93.
Stammi bene...................

segnala un abuso

statecollegati - 18/06/14

stomark - 2/09/2013
Ovviamente gli infortuni di Lorenzo e Pedrosa sono più pesanti di quello di Marquez, però bisogna anche dire che dopo due ore , stava di nuovo in sella a dare battaglia a Lorenzo, con una spalla dolorante, credo che nessuno poteva immaginare una gara cosi da Marquez. Grande Lorenzo cmq complimenti per averci regalato con Marquez una sfida leale fino all’ultima curva. Vogliamo vedere cosa dicevano quando l'infortunato era Rossi? Lecca adesso Stomark.

segnala un abuso