MotoGP, Marquez firma una pole da record in Argentina

In prima fila anche Lorenzo e Pedrosa, ma staccatissimi. Dovizioso è quinto, Rossi sesto

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Marc Marquez (Afp)

Nessuna sorpresa in Argentina: Marc Marquez conquista d'autorità la prima pole position della MotoGP sul nuovo circuito di Termas de Rio Hondo. Il leader iridato della Honda è stato il più veloce con il tempo record di 1'36"683. Annientata la concorrenza, con Lorenzo (Yamaha) secondo a 0"742 e Pedrosa con l'altra RC213V a chiudere la prima fila. In seconda Aleix Espargarò (Ftr-Yamaha), Dovizioso (Ducati) e Rossi (Yamaha). Iannone 8° (Ducati).

IngrandisciDisattiva slideshow
Foto 1

Foto 2

Foto 3

Foto 4

Foto 5

Foto 6

Ufficio Stampa

Foto 7

Foto 8

AFP

Foto 9

Ufficio Stampa

Foto 10

Foto 11

Foto 12

Foto 13

Foto 14

Foto 15

Foto 16

AFP

Foto 17

Foto 18

Ufficio Stampa

Foto 19

Foto 20

Foto 21

Foto 22

Foto 23

AFP

Foto 24

Foto 25

Ufficio Stampa

Foto 26

AFP

Foto 27

AFP

Foto 28

Foto 29

Foto 30

Foto 31

Foto 32

Foto 33

Foto 34

Foto 35

AFP

Foto 36

Foto 37

Foto 38

Foto 39

Foto 40

AFP

Foto 41

Foto 42

AFP

Foto 43

Foto 44

    Tutto come previsto, insomma, anche se forse in pochi si aspettavano che Marquez potesse spingersi così avanti. Dopo il primo tentativo, la sua pole (la terza su tre in questo 2014) era già al sicuro, ma il fenomeno di Cervera si è superato, stampando un tempo stratosferico, addirittura 1"5 in meno rispetto alle libere. E, purtroppo per gli altri, assolutamente inavvicinabile. Se in gara non succederà qualcosa, i tanti appassionati argentini assisteranno a una cavalcata solitaria. Diverso il discorso per il resto del podio. Perché sembrano essere in tanti a potersi giocare le altre posizioni che contano. Jorge Lorenzo pare aver ritrovato il suo feeling con la M1 conquistando la sua prima fila della stagione, Dani Pedrosa vuole almeno chiudere alle spalle del compagno di squadra se non proprio infastidirlo, mentre l'Italia si affida ad Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, entrambi sicuri di poter dire la loro anche allo spegnersi del semaforo. Purtroppo, però, molto dipenderà dal consumo delle gomme che qui si sta rivelando fondamentale: chi farà la scelta giusta, soprattutto di setting, potrebbe avere un vantaggio considerevole. Del gruppo potrebbero far parte anche Bradley Smith, Andrea Iannone e Stefan Bradl, quest'ultimo vittima di una brutta caduta appena dopo aver effettuato il suo primo giro lanciato. E magari anche quell'Aleix Espargarò che finora si è rivelato una spina nel fianco delle Factory soprattutto in prova. Ancora delusione per Alvaro Bautista, non in grado di fare meglio del 10° posto, e Pol Espargerò, appena alle sue spalle.

    Da un Q1 infuocato era risalito più che Smith, come prevedibile, soprattutto un sorprendente e finalmente incisivo Nicky Hayden, che poi ha chiuso le qualifiche al 12° posto, con la soddisfazione di essere la seconda delle Open. Per quanto riguarda le altre posizioni, invece, Redding (fuori di un soffio), Edwards, Abraham, Aoyama ed Hernandez si sono piazzati dalla casella 13 alla 17, giocandosi il passaggio del turno sino all'ultimo. Niente da fare per Michele Pirro, sostituto di Crutchlow sulla Ducati, e Danilo Petrucci con l'Art: per loro posizione 19 e 23 in griglia.

    DITE LA VOSTRA: CLICCATE E VOTATE

    MotoGP: con la vittoria in mano, chi salirà sul podio insieme a Marquez in Argentina?

    TAGS:
    MotoGP
    GP Argentina
    Marquez
    Rossi
    Dovizioso
    Lorenzo
    Pedrosa
    Ducati
    Honda
    Yamaha

    I VOSTRI COMMENTI

    meteor02 - 27/04/14

    Zioddia
    si 2 mondiali di fila l'unico dei suoi avversari a riconfermarsi... ma che vuoi che vinca fino a 60 anni? l'ultimo mondiale l'ha vinto a 30 anni mi sembra suff...

    segnala un abuso

    nandop6 - 27/04/14

    Zioddia
    Scusa se è poco.

    segnala un abuso

    Zioddia - 27/04/14

    Ma poi marquez da paga a tutti..Come si può dire che non è un fenomeno..Tornando a velentino quando in moto gp arrivarono stoner e lorenzo mi sa che non ha vinto molto..se non erro 2 mondiali come i suoi avversari..

    segnala un abuso

    Zioddia - 27/04/14

    sgmbekket sicuramente te sei uno che pensa che rossia sia un fenomeno...ma quando valentino vinse i mondiali con la honda contro chi correva..?mi sa che il monopolio vi era pure in quegli anni...quante moto ufficiali c'erano competitive..?contro chi correva..?

    segnala un abuso

    Tackleberry89 - 27/04/14

    Allora sono anni che vediamo piloti i telecomandati??? Anche rossi e doohan , K. Roberts, Agostini solo per citarne alcuni???? Ahahaha già di mentiva o i teorici del complotto ahahah ma dai ridicoli....VIva Marquez che da paga a chiunque....

    segnala un abuso

    sgmbekket - 27/04/14

    secondo me di moto ne capite poco o nulla.non capite che marquez è un pilotino e che la honda ha monopolizzato il mototmondiale?lo dico e lo dorò sempre :4 moto corrono e gli altri girano per fare numero sarebbe questa la moto gp????

    segnala un abuso

    nandop6 - 27/04/14

    Ragazzi all'epoca di Rossi c'era anche il giovanissimo talento di nome Kato, per cui poche scuse.

    segnala un abuso

    SwissMax - 27/04/14

    I paragoni non stanno (quasi) mai in piedi... ma come sarebbe possibile ? Le variabili sono troppe ! Diamo a tutti domani una GP500 2T senza elettronica... ad esempio... per tutti uguale. Ma non sarebbe leale nemmeno così... i piloti giovani abituati all'elettronica sarebbero troppo svantaggiati. .. ecc

    segnala un abuso