MotoGP, Marquez subito da record in Argentina

Lo spagnolo della Honda è il più veloce nelle libere del venerdì: Dovizioso 5°, Rossi solo 8°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Marc Marquez (Afp)

Dopo aver preso le misure alla nuova pista, Marc Marquez si scatena nella seconda sessione di prove libere della MotoGP in Argentina. Lo spagnolo della Honda fa segnare il miglior tempo del venerdì, fermando il cronometro sull'1'39"313. Enorme il divario con il resto del gruppo:  il compagno di team Pedrosa è 2° a 1"104. Poi seguono Aleix Espargarò (Ftr-Yamaha), Bradl (Honda) e un ottimo Dovizioso (Ducati). Yamaha in ombra: Rossi 8°, Lorenzo 9°.

IngrandisciDisattiva slideshow
Foto 1

Foto 2

Foto 3

Ufficio Stampa

Foto 4

Foto 5

Foto 6

Foto 7

Foto 8

Foto 9

Foto 10

Foto 11

Foto 12

Foto 13

Foto 14

Foto 15

Foto 16

Foto 17

Foto 18

Ufficio Stampa

Foto 19

Foto 20

Foto 21

Foto 22

Foto 23

Foto 24

Foto 25

Foto 26

Foto 27

Foto 28

Foto 29

Foto 30

AFP

Foto 31

AFP

Foto 32

Foto 33

Foto 34

Foto 35

Foto 36

Foto 37

Ufficio Stampa

Foto 38

    In ombra nella prima sessione, Marquez ha bastonato tutti nella seconda, facendo due giri esagerati, che hanno lasciato senza parole. Il campione in carica è astato l'unico a scendere sotto il muro dell'1'40" e se non succederà qualcosa di strano, anche per la pole e per la gara si lotterà solo per la piazza d'onore. Ancora una volta l'unico in grado di tenergli la scia, si fa per dire, è stato Dani Pedrosa, ma difficilmente sarà lui a mettergli i bastoni tra le ruote. Men che meno gli altri, a partire dalla coppia Yamaha. Addirittura, le M1 ufficiali di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo hanno chiuso alle spalle di quelle satellite di Bradley Smith e Pol Espargarò, rispettivamente sesto e settimo. E se per Lorenzo si tratta di un bel passo indietro rispetto alla mattina, ma bisogna sottolineare che al pomeriggio ha risparmiato gli pneumatici, per Rossi è la conferma di non essere riuscito a trovare il giusto feeling con il tracciato di Termas de Rio Hondo: oltre 2" di distacco sono davvero troppi. Così, per il podio potrebbe essere in lotta ancora la Ducati oltre alla terza Honda finita tra le prime quattro, quella di Stefan Bradl. Nonostante sia andato in fumo un motore della Desmosedici (nessun allarme visto che grazie ai privilegi Open a Borgo Panigale ne possono utilizzare 12), Andrea Dovizioso è stato bravo a rimettersi subito nelle posizioni che contano, confermando il positivo avvio di stagione. Peccato solo che Andrea Iannone abbia pagato caro una pesante caduta (bloccaggio della ruota posteriore per un problema tecnico), non riuscendo a fare meglio della decima piazza. Ancora in difficoltà Alvaro Bautista, entrato in crisi dopo la caduta in Qatar e solo 11°, mentre Aleix Espargarò si è confermato il migliore in sella a una Open (e non solo a quella...), staccando di gran lunga i "compagni di regolamento". A sorpresa chiudono la classifica le Honda RCV1000R di Redding e Aoyama (la migliore è quella di Abraham, 13°), dietro anche alla Ducati del collaudatore Michele Pirro (che sostituisce l'infortunato Crutchlow), 18°, e all'Art di Danilo Petrucci, 19°.

    TAGS:
    MotoGP
    GP Argentina
    Marquez
    Dovizioso
    Rossi
    Ducati
    Yamaha
    Lorenzo

    I VOSTRI COMMENTI

    meteor02 - 26/04/14

    maxeem
    fammi capire cosa ti dice che lorenzo avrebbe vinto in quatar?
    forse la ferrea concentrazione dimostrata in questa stagione? o i risultati dei test?
    sei come al solito tutta scienza vero...

    segnala un abuso

    meteor02 - 26/04/14

    maxeem
    abbiamo capito il tuo odio per rossi nn ci scassare... ha bastonato il tuo pupp@zzo australiano da fargli venire una crisi di nervi e ha stacciato lorenzo fin da fargli dichiarare di nn aver mai battuto rossi.
    e comunque ciccio le generazioni di piloti erano quelle gli anni anche sempre i 15/16 piloti migliori del mondo se hai da recriminare fallo col creatore che nn ha messo al mondo marq nel 1980 fino ad ora son strati stracciati tutti.

    segnala un abuso

    Ualalla - 26/04/14

    torakiki il giustiziere e allora cosa vorresti fare fenomeno di saggezza....leviamo una gomma alla honda o un braccio a Marquez ???? torakiki il piagnione criticone...sono più forti basta,ogni gara rompi con le stesse frasi falla finita e cambia CD.Ora che lo hai ripetuto per la trecentesima volta pensi vincerà la yamaha?????

    segnala un abuso

    insigne89 - 26/04/14

    o vedete fra 4/5 anni dopo aver vinto tanto marc marquez alla ducati???
    sarebbe epico che sarebbe lui a far rivincere la ducati uuu

    segnala un abuso

    insigne89 - 26/04/14

    ma che coraggio avete a mettere in dubbio il fenomeno marc marquez assurdoooo

    mark vincerebbe anche in yamaka sicuro,comunque non vedo ora fra 3/4 anni di marc in ducati

    segnala un abuso

    maxeem - 26/04/14

    certamente l'honda , di marquez, perchè conta il pacchetto, è la moto migliore, però lorenzo senza errori avrebbe vinto la prima gara e fatto un belpodio alla seconda. oh no? quindi campionato difficilissmo ma aperto per lorenzo!!

    segnala un abuso

    maxeem - 26/04/14

    rossi poteva fare il gradasso, vista anche la condizione tecnica in cui si trovava, con ueda ukawa gibernau melandri e biaggi quando in pista si camminava. oggi bisogna portare le moto al limite gia dai primi giri, si passa sui cordoli, si piaga oltre i limiti fisici, etctec rossi farebbe una gran fatica anche in sbk. oggi si è definitivamente scoperto avrebbe fatto meglio a smettere nel 2009....si sbugiarda ogni gp ormai...pilota fortissimo ma non VALE 9 mondiali..

    segnala un abuso