MotoGP, test Sepang: Marquez cannibale, Rossi secondo

Il campione del Mondo in carica mette tutti in riga: terzo Pedrosa, quarto Lorenzo

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Rossi, IPP

Se il buongiorno si vede dal mattino, la stagione MotoGP di Marc Marquez comincia nel migliore dei modi. Lo spagnolo della Honda, campione del Mondo in carica, ha chiuso col miglior tempo (2'00"286) il primo giorno di test sulla pista di Sepang in Malesia. Secondo un sorprendente Valentino Rossi su Yamaha, staccato di 5 decimi. Terzo Dani Pedrosa a 6 decimi. Quarta l'altra Yamaha, quella di Jorge Lorenzo col crono di 2'01"082.

Nell'ultima parte di test la temperatura è scesa notevolmente sul circuito di Sepang e così Valentino Rossi ha trovato il giusto feeling con la sua Yamaha piazzandola al secondo posto dietro a un Marquez apparso davvero irraggiungibile. Terzo tempo per Pedrosa che, dopo una mattinata difficile, è riuscito a portarsi tra i primi con un giro buono (2'00"906) nel finale. Soltanto quarto il vice-campione del Mondo Lorenzo.

Quinto Bautista con la Honda Gresini, sesto Bradl e settimo Aleix Espargaro, con la prima delle "Open". Buon ottavo tempo (2'01"538) per Andrea Iannone sulla Ducati Pramac. Più indietro le Desmosedici ufficiali con Andrea Dovizioso 12° e staccato di 2”211 e Cal Crutchlow a 2"574 da Marquez. In pista anche la Suzuki, al lavoro in vista del rientro nel 2015: De Puniet è stato 19° a oltre 3" dal leader.

MARQUEZ: "HO RITROVATO IL FEELING"

"Sono contento di come è andato questo primo giorno e di aver raggiunto il mio obiettivo di riconquistare il feeling con la moto. Certo, all'inizio ero un po' rigido, ma poco a poco sono riuscito a prendere il ritmo. Ho testato la nuova gomma posteriore Bridgestone e mi pareva simile allo scorso anno. Ora continueremo con il nostro piano: testare i vari setup e cominciare a trarre conclusioni dai nostri risultati. Abbiamo fatto parecchi giri e anche se ci alleniamo in palestra durante l'inverno, qui i muscoli sono impegnati in modo diverso".

ROSSI: "SONO SODDISFATTO"

"Sono soddisfatto di come è andato il primo giorno di test. Abbiamo provato tanti piccoli dettagli che mi hanno aiutato soprattutto a fermare meglio la moto in staccata, particolare su cui l'anno scorso ho sempre sofferto. Sono stato veloce per tutta la giornata ed i tempi sono già buoni. Abbiamo lavorato molto sulla moto e sul nuovo materiale per cercare di migliorare i miei problemi. Abbiamo già trovato qualcosa. Sono contento perché mi sento bene con la moto e sono stato in grado di girare sui 2'00", che era il mio obiettivo. E' stata una giornata positiva".

DOVIZIOSO: "NON PROVATO TUTTO IL PREVISTO"

"E' stata una giornata un po’ particolare: al primo giorno di test in Malesia non va dato troppo significato, perché bisogna comunque riprendere il feeling dopo mesi in cui si è stati fermi. Avevamo una moto diversa da provare, però oggi siamo riusciti a fare solo pochi giri e non abbiamo potuto provare tutto ciò che avevamo in programma. Per fortuna abbiamo altri due giorni qui in Malesia, e quindi non è un grande problema. Era giusto partire con la moto 2013 per riprendere il feeling di fine stagione, poi siamo passati subito alla moto nuova per capire la differenza, ma purtroppo ho fatto solo 27 giri in tutta la giornata. Sono sicuro che domani saremo più a posto".

I TEMPI DELLA PRIMA GIORNATA DI TEST

1 Marc Marquez              SPA Repsol Honda Team HONDA 2'00.286
2 Valentino Rossi             ITA Yamaha Factory YAMAHA 2'00.804
3 Dani Pedrosa              ESP     Repsol Honda Team HONDA 2'00.906
4 Jorge Lorenzo              SPA        Yamaha Factory Racing YAMAHA 2'01.082
5 Alvaro Bautista              SPA       Go & Fun Honda Gresini HONDA 2'01.240
6 Stefan Bradl             GER      LCR Honda MotoGP HONDA 2'01.320
7 Aleix Espargaro             SPA      NGM Mobile Forward Racing YAMAHA 2'01.419
8 Andrea Iannone             ITA        Pramac Racing DUCATI 2'01.538
9 Pol Espargaro              SPA       Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 2'01.634
10 Bradley Smith              GBR      Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 2'01.876
11 Colin Edwards             USA     NGM Mobile Forward Racing YAMAHA 2'02.483
12 Andrea Dovizioso         ITA       Ducati Team DUCATI 2'02.497
13 Michele Pirro               ITA     Ducati Test Team DUCATI 2'02.552
14 Cal Crutchlow       GBR     Ducati Team DUCATI 2'02.860
15 Yonny Hernandez        COL      Pramac Racing DUCATI 2'02.891
16 Katsuyuki Nakasuga    JPN     Yamaha Factory Test Team YAMAHA 2'03.126
17 Nicky Hayden              USA        Drive M7 Aspar HONDA 2'03.319
18 Hiroshi Aoyama          JPN     Drive M7 Aspar HONDA 2'03.328
19 Randy De Puniet         FRA     Suzuki Test Team SUZUKI 2'03.893
20 Kosuke Akiyoshi         JPN        HRC Test Team HONDA 2'04.267
21 Scott Redding      GBR       Go & Fun Honda Gresini HONDA 2'04.431
22 Hector Barbera            SPA     Avintia Racing MotoGP FTR-KAWASAKI 2'04.922
23 Mike Di Meglio             FRA     Avintia Racing MotoGP FTR-KAWASAKI 2'05.825
24 Broc Parkes                 AUS    Paul Bird Motorsport PBM 2'05.889
25 Michael Laverty           GBR    Paul Bird Motorsport ART & PBM 2'06.070
26 Karel Abraham            CZE    Cardion AB Motoracing HONDA 2'06.755

TAGS:
Rossi
Sepang
Marquez
Lorenzo
Pedrosa
Test MotoGP

I VOSTRI COMMENTI

ForEver46 - 06/02/14

fino a meta del 2007 il primo pilota e chi indirizzava era Capirossi.. COLUI CHE ha aiutato sensibilmente ducati a metter giu una moto competitiva.. ricordo ai piu che gia del 2006 poteva essere un ottima stagione, magari da mondiale come sostengono alcuni nn saprei.. certamente poteva fare meglio del 3 posto in campionato.. e le moto facevano gia paura..
stoner collaudatore? ma vogliamo scherzare?siamo realisti, Stoner è un pilota, uno dei piu forti al mondo,ma credo il peggior collaudatore

segnala un abuso

ForEver46 - 06/02/14

@gistoner
in parte è vero ma nn del tutto..stoner aveva si voce in capitolo nello sviluppo della moto.. questo lo ha avuto da circa meta del 2007 in poi(e i risultati si son visti..)
nn aveva grosse richieste,se nn irrigidire il piu possibile la moto e in molte situazioni prediligeva aver settato la centralina meno invasiva..questo è stato il GROSSO guaio di ducati.. anche perche loro facevano poche modifiche e lui vinceva uguale...il problema pero che gli altri mica son stati fermi..

segnala un abuso

nandop6 - 05/02/14

gitstoner
Stoner nn svilippa guida il mezzo che ha...per wuesto honda sbaglia.

Allora la pensi come me, non può fare il collaudatore.

segnala un abuso

gitstoner .......... - 05/02/14

nandop6 in ducati stoner nn ha sviluppato un bel niente...a quanti dice rossi nn calcolavano nrmmeno quello che diceva lui fuguriamoci stoner.Stoner nn svilippa guida il mezzo che ha...per wuesto honda sbaglia.Certo è che le factory van bene.La open è fatta in economia

segnala un abuso

alfa86 - 05/02/14

danyam65 tempo a tempo e una yamaha factory l'avrà. da vedere se prima passerà a tech 3 o se lo vedremo nel 2015 nel team yamaha interno

segnala un abuso

alfa86 - 05/02/14

aspetterei la fine dei test per vedere il vero valore dell'm1 rispetto alla honda. per ora nel giro singolo mancano un 3 decimi , da vedere se dipende da regolazioni o se la moto senza altri step non può andare oltre. mi posso anche sbagliare ma le m1 di quest'anno somigliano come impostazioni a quelle in cui rossi vinceva e aveva feeling piuttosto che dal 2010 in poi

segnala un abuso

alfa86 - 05/02/14

nandop6 hanno sfruttato i famosi record di stoner con quella moto e sono riusciti a impaccarle quelle moto che andavano pagate la metà altro che moto entro il milione. e appena le art avranno le valvole il gap di ora crescerà di gran lunga. puntare su yamaha open o magari art sempre meglio della honda era di gran lunga

segnala un abuso