MotoGP: Marc Marquez domina la prima giornata di prove a Valencia

Pedrosa 2° tiene la scia, fatica invece Lorenzo, 3°. Sempre 5° Rossi, dietro a Crutchlow

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Marquez foto MotoGP.com

Marc Marquez firma anche il secondo turno di prove libere a Valencia, girando in 1:31.220 e precedendo Pedrosa di +0.066. Leggermente più staccato Lorenzo (+0.158), che apre un trenino di Yamaha completato da Crutchlow (+0.282) caduto nel finale, e Rossi (+0.419) 5°. Seguono le Honda di Bradl (+0.638) e Bautista (+0.653), poi Smith (Yamaha, +0.764). Nella top ten le Ducati di Dovizioso (+1.143) e Hayden (+1.175), davanti a Iannone e Pirro, 12°.

Con un signor giro veloce, Marquez risponde ai tentativi di disturbo firmati da Lorenzo in mattinata. Il 93 di Honda non perde il sorriso, ma dimostra di non avere nessuna intenzione di scherzare. Cavalcando la sua RC213V con la solita spettacolare aggressività e avvitando le curve a colpi di posteriore, che deformano la Bridgestone dura per spararlo con forza ed efficacia verso il traguardo. Generando così quei 66 millesimi che tengono a bada l'esuberanza di un Pedrosa determinatissimo nel farsi largo. Dani che, suo malgrado, fa il lavoro dello scudiero e mette una lunghezza sul diretto inseguitore.

Ovvero su Lorenzo che nel pomeriggio perde solo 1 decimi e mezzo, ma ha la faccia rossa e sudata di chi sta facendo una faticaccia ad inventarsi qualcosa. Cercando un guizzo, una rifinitura tecnica, che serva a riportarlo davanti alle Honda. Mentre al momento si deve accontentare di fare il capofila delle Yamaha. Marcato quindi da Crutchlow e Rossi, che restano dietro per un decimino a testa e tanto lontani non sono. Detto che le tre M1 sono già nel panino delle RC213V, visto che da dietro spingono Bradl e Bautista. Tutta gente già ben coordinata dai manager dei team Honda clienti, che dichiaratamente e ovviamente si schierano con Marquez.

Torna invece nelle retrovie dopo il guizzo del mattino, Smith, che intanto rifila quasi 4 decimi alla prima delle Ducati che seguono. O meglio a quella di Dovizioso che si riporta al timone della pattuglia di Borgo Panigale, ma con Hayden alle costole, staccato solo di 32 millesimi. Mentre è lotta in casa anche tra Iannone e Pirro, vicini e bravi e non perdere la scia delle Rosse ufficiali. Infine Espargaro chiude 13° dopo una caduta.

TAGS:
MotoGP
Motomondiale
Ducati
Yamaha
Honda
Valentino Rossi
Jorge Lorenzo
Nicky Hayden
Andrea Dovizioso
Dani Pedrosa
Marc Marquez
Andrea Iannone
Cal Crutchlow
Stefan Bradl
CRT
ART
FTR
FTR Kawasaki
Valencia

I VOSTRI COMMENTI

robi440 - 09/11/13

underkyyx
Sono d'accordo con te.

segnala un abuso

underkyyx - 09/11/13

Marquez-Pedrosa 38 punti, Lorenzo-Rossi 81, Pedrosa si prende dal compagno 3 sec a gara, Rossi 20...sarà anche antipatico a molti ma Lorenzo ha fatto veramente grandi cose con una moto inferiore, i suoi difetti per il pubblico sono che non sorride come Marc e non derapa. stop. Ma è un fenomeno! D'altra parte l'altro esordiente è un fenomeno assoluto pure lui, quindi chiunque vinca sarà meritato!

segnala un abuso

curricurri64 - 09/11/13

ah,ah,ah bautista dichiara che nn si metterà davanti a marquez perchè sono amici.
se nn erano amici gli dava il giro,ah,ah
lorenzo fa un omaggio al casco di rossi mugello09 versione 2013.

segnala un abuso

lpierini73 - 08/11/13

ROSSI continua a fare dichiarazioni ottimistiche prima di ogni gara,vorrei sapere con quale faccia tosta,siamo
all'ultima gara ed insiste........è ad un'eternità di punti dal primo(esordiente)e deve ringraziare quelli persi per
strada da LORENZO e PEDROSA nei loro infortuni,altrimenti ne avrebbe si e no la meta degli spagnoli.
Ah gia, dimenticavo,sta lavorando per il 2014,cambierà capo tecnico.....gli avversari tremano.
Vale il tuo tempo è passato,è dura digerirlo,ma è cosi

segnala un abuso

Greenskyline - 08/11/13

un pò di storia cercate sul tubo "marquez valencia 2012" dal secondo 79 per chi non vuole aspettare......bye

segnala un abuso

Greenskyline - 08/11/13

certo che se Lorenzino dovesse perdere si ritrova senza sponsor in un attimo come ai tempi di quanto Vale se ne andò dalla Yamaha la prima volta, rimase senza sponsor fino a due mesi dall'inizio del mondiale. E' sicuramente il più bravo, sicuramente......ma noioso come Prost.

segnala un abuso