MotoGP: Jorge Lorenzo in pole a Motegi

Qualche problema di assetto per Marquez, 2°. Torna in prima fila la Ducati con Hayden. Dietro Pedrosa e Rossi, 5°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Lorenzo motegi tunnel foto MotoGP.com

Jorge Lorenzo (Yamaha) conquista la qualifica lunga e bagnata del GP del Giappone, girando in 1:53.471 e rifilando distacchi pesanti a tutti. Problemi in frenata per Marquez 2° (Honda, +0.658), mentre Hayden (+1.068) è 3°, riportando in prima fila la Ducati. Pedrosa è 4° (Honda, +1.071) davanti a Rossi (Yamaha, +1.261) e Dovizioso (Ducati, +1.565). Terza fila per le Honda di Bautista (caduto, +1.664) e Bradl (+2.139), poi Espargaro (ART, +2.248).

Turno lungo, 75 minuti, per recuperare le libere non fatte, ma soprattutto per definire la griglia di Motegi. Modalità di qualifica "classica", con tutti i piloti in pista per provare, fare setting e confrontarsi finalmente con il cronometro. Relativamente comodi, squisitamente pronti per lanciarsi nel giro veloce negli ultimi minuti. Giusto quando l'asfalto inizia a dare sensibili segni di miglioramento, tanto che Lorenzo si fida e stacca tutti di oltre 6 decimi. O meglio, tiene dietro un Marquez carico, ma per niente a posto con il setting della sua Honda. Nettamente in difficoltà con la frenata, che si allunga al punto di mandarlo dritto nella sabbia due volte nel finale di sessione. RC213V che in queste condizioni "saltella" vistosamente di anteriore, al punto che la Ducati, che notoriamente di anteriore tanto bene non è messa, si accoda. Un bel guizzo che riporta il made in Italy in prima fila! Merito del talento made in USA di Hayden, che non molla mai, nemmeno quando la stessa Ducati lo ha già  lasciato andare via. Nicky è uno vero e non solo ringrazia, ma ricarica i tifosi del brand di Borgo Panigale come un meraviglioso testimonial che ha firmato un vitalizio.

In seconda linea, per 3 millesimi, Pedrosa c'è. Dani è 4°, ma nemmeno lui sente tanto "feeling" con la Honda in queste condizioni, ma per questo giro limita i danni. Idealmente fischiettando con fare indifferente, alle spalle dei due leader della classifica, senza incrociare gli sguardi degli uomini del box Honda, per evitare di stuzzicare eventuali strategie oppure ordini di scuderia per la domenica... Va invece bene sul bagnato pesante, ma non benissimo nel finale, Rossi. Il 46 si prende la quinta piazza, ma già riflette sul warm up della domenica in cui si dovrà fare il set-up per condizioni probabilmente molto diverse. Evidenti come le difficoltà di Dovizioso, che nel complesso si dice comunque contento della seconda fila. Attendista pure lui, per la mattina di domani in cui sarà tutto da rifare sul fronte del bilanciamento. 

Da segnalare, infine, l'undicesimo tempo di un Crutchlow annegato nelle retrovie, in crisi con la sua frenata aggressiva e poco compatibile con le condizioni di aderenza odierne. Con oltre +2.5 di ritardo, Cal viene passato addirittura da Hernandez, 10° con la Pramac. Chiude il tandem composto da Iannone e Petrucci, rispettivamente 15° e 16°, mentre Scassa 20° tiene dietro Corsi, 21°.

DITE LA VOSTRA

MotoGP, gara imprevedibile a Motegi: chi vincerà?

TAGS:
MotoGP
Motomondiale
Ducati
Yamaha
Honda
Valentino Rossi
Jorge Lorenzo
Nicky Hayden
Andrea Dovizioso
Dani Pedrosa
Marc Marquez
Andrea Iannone
Cal Crutchlow
Stefan Bradl
CRT
ART
FTR
FTR Kawasaki
Motegi

I VOSTRI COMMENTI

Helen46 - 26/10/13

Kappa2
Non lo sopporto

segnala un abuso

DocDocAvanti - 26/10/13

roby440
Tutto é possibile, specialmente se cadono i primi dieci,
Strano, ma quando stanno per andarsene, i piloti Ducati diventano più forti. Quasi una liberazione psicologica.

segnala un abuso

gitstoner .......... - 26/10/13

Si guareschi gran simpaticone ma la realta è che li nom centrava nulla e che è sempre stato del giro di rossi....non lo rimpiango di certo per il suo lavoro.

segnala un abuso

kappa2 - 26/10/13

Curricurri64 non sono d'accordo perchè Lorenzo deve provare a scappare subito se vuole vincere,altrimenti le Honda lo fregheranno negli ultimi giri,poi dipende se è asciutto la vittoria per Lorenzo è quasi impossibile,se è bagnato può farcela...vedremo...Helen46 una mia curiosità:perchè meglio Hayden che Dovi in prima fila? :) solo per sapere

segnala un abuso

Helen46 - 26/10/13

Meno male che c è hayden in prima fila e non il dovi :)

segnala un abuso

robi440 - 26/10/13

Ducati mina vagante...se piove ha l'occasione di vincere la prima gara post. Stoner.

segnala un abuso

curricurri64 - 26/10/13

bravo lorenzo che fa l unica cosa che può fare,ma marquez è secondo quindi si potrebbe accontentare.
se fossi lorenzo eviterei di staccare il gruppo ma cercherei di rallentarlo sperando che rossi,pedrosa riescano a metterselo dietro.
strano ruolo quello dei "secondi" pedrosa honda spera in lorenzo yamaha e rossi yamaha spera in marquez honda.

segnala un abuso

curricurri64 - 26/10/13

con condizioni di bagnato la ducati dovrebbe andar bene ma con la sfjga che hanno si ritroveranno il raggio di sole che punta solo sulle rosse.

segnala un abuso

curricurri64 - 26/10/13

ecco il primo, finalmente!!guareschi lascia un posto che nn gli competeva.
criticava stoner quando vinceva in ducati e si è reso zerbino con rossi.
continuerà a fare lo zerbino in moto 3 categoria più consona ai suoi meriti.
finalmente si scava dal...

segnala un abuso

nandop6 - 26/10/13

Sottoutilizzato nella gestione Gobmeier-Ciabatti, che finora non ha prodotto risultati se non quelli di accelerare la discesa, Guareschi va via.
Sono curioso dei commenti di qualcuno qui nel blog.



segnala un abuso