MOTOGP

De Angelis sulla Ducati di Spies a Laguna Seca

Il sammarinese correrà al posto di Michele Pirro, impegnato nei test

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

La Ducati Pramac con Spies alla guida, foto Afp

Sarà Alex De Angelis a sostituire l'infortunato Ben Spies nel nono round della MotoGP, in programma il 21 luglio a Laguna Seca (Stati Uniti). Il pilota sammarinese, attualmente impegnato in Moto2, approfitterà della pausa del suo campionato per salire sulla Ducati del Team Pramac, di recente affidata a Michele Pirro. Il collaudatore della Ducati, infatti, quel weekend non sarà disponible perché impegnato in alcuni test di sviluppo a Misano.

Per De Angelis - che prenderà contatto con la Desmosedici il 4 luglio - si tratta di un ritorno in MotoGP dopo le stagioni disputate nel 2008 e 2009 con Honda. Anche nel 2010 Alex sostituì per tre round Aoyama nella classe regina. La Ducati del Team Pramac, lasciata vacante da Spies a causa dell'infortunio alla spalla mai del tutto riassorbito, è stata provata anche da Max Biaggi qualche settimana fa al Mugello. Nella prova del Sachsenring del 14 luglio, invece, alla guida ci sarà ancora Pirro.

TAGS:
De Angelis
MotoGP
Ducati
Team Pramac
Laguna Seca

I VOSTRI COMMENTI

DocDocAvanti - 09/07/13

curricurri64 - non mi farebbe piacere vedere un Valentino Rossi vincere perché avvantaggiato di proposito... se veramente é successo come dici, fossi in lui non me ne vanterei troppo... ma una vittoria come quella di settimana scorsa la vedo come sacrosanta, genuina e meritata... sono quelle le gare che rimangono nella mente della gente... poi che Lorenzo é caduto, non ne sminuisce il merito... sono i rischi che si corrono a spingere troppo... può capitare a tutti...

segnala un abuso

marco_lag70 - 09/07/13

curricurri64, se c'è stato uno che s'è comportato come un idi*ta quello è stato prorpio Biaggi, con il gomitino alzato a suzuka nel 2001 (senza rendersi conto di quello che ha fatto peraltro), e innescando lui e il suo entourage di coatti, la rissa famosa! Per quanto riguarda le michelin, rossi s'è battuto contro lo squadrone HRC che di gomme, elettronica, motore e sponsor ordinano, comandano e dettano legge da sempre

segnala un abuso

curricurri64 - 08/07/13

Bah, essere un bravo pilota e avere una moto competitiva, ma perdere solo per differenze nella tenuta delle gomme, non mi sembra lo spirito di queste competitzioni.
sembri sincero,ma mi chiedo,cosa pensavi quando la michelin preparava la gomma per rossi il sabato a secondo delle caratteristiche del circuito e del clima?mentre agli altri gli davano la standard?li dov era lo spirito delle competizioni?

segnala un abuso