MotoGP: Valentino Rossi davanti a tutti a Barcellona

Jorge Lorenzo 2° e staccato di 49 millesimi, poi Pedrosa. Più indietro Marquez, 6°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Rossi foto motogp.com

Valentino Rossi (Yamaha) torna davanti a tutti nel secondo turno di prove libere della MotoGP in Catalunya, con il tempo di 1:42.297. Lorenzo (Yamaha) è 2° per 49 millesimi, e precede Pedrosa (Honda), più staccato a +0.260. Seguono Bautista (Honda, +0.455) davanti a Crutchlow (Yamaha, +0.479) e Marquez (Honda, +0.560). Poi le Ducati di Hayden (+0.593) e Dovizioso (+0.691), 8°, mentre in casa Pramac Iannone è 11° (+0.975) e Pirro (+1.351) 13°.

La caduta del Mugello ha scatenato un moto d'orgoglio nell'animo del Campione. Un carica extra, che ha prodotto subito risultati interessanti. Detto che in sella contano un sacco di fattori tecnici e motivazionali, nella prima giornata di prove libere del GP di Catalunya, Valentino Rossi ci ha messo del suo. Dando seguito alle dichiarazioni delle ultime due settimane, il Numero 46 ha ritrovato la vetta e il gusto di mettersi tutti dietro. Anche se, per essere coerenti e contenti, bisognerà ripetere la prestazione in qualifica.

Intanto, però, Lorenzo è dietro di un soffio, moderato, attento e determinato, nonché pronto lavorare con precisione svizzera per preparare bene benissimo la gara di casa. Consapevole che l'avversario principale, al momento, lo segue a poco più di 2 decimi. Ovvero Pedrosa che non brilla, ma nemmeno delude. E' lì, che studia e segue i primi, con il sospetto che anche sul passo di gara le Yamaha qui siano in grande forma. E mentre Dani analizza i dati e ragiona già nell'ottica della corsa, Bautista si porta dalle parti dei big in vetta. Segno che anche per Alvaro la botta del GP d'Italia è stata una bella leva per uscire da un torpore prestazionale che perdurava da tempo.

E non è da sottovalutare la prestazione di due scatenati come Crutchlow e Marquez, raccolti in 1 decimo, ma con ampi margini di miglioramento. Discorso valido anche per le Rosse di Borgo Panigale, che non sono affatto lontane, con Hayden che prende solo 33 millesimi da Marc, seguito da Dovizioso a 1 decimo. Con Bradl (caduto ad inizio turno) ed Espargaro, che si aggrappano alla coda delle Ducati per restare dentro la top ten, lasciando poi dietro per 68 millesimi Iannone, ancora dolorante. Infine è caduto ancora Smith, che si ferma al 14° tempo a quasi 2 secondi delle migliori MotoGP.

LA CLASSIFICA DELLE PROVE LIBERE 2

DITE LA VOSTRA

Rossi davanti a tutti nelle prove libere di Montmelò: sarà così anche in qualifica?

TAGS:
MotoGP
Motomondiale
Ducati
Yamaha
Honda
Valentino Rossi
Jorge Lorenzo
Nicky Hayden
Andrea Dovizioso
Dani Pedrosa
Marc Marquez
Andrea Iannone
Cal Crutchlow
Stefan Bradl
CRT
ART
FTR
FTR Kawasaki
Mugello
Barcellona

I VOSTRI COMMENTI

maxeem - 17/06/13

SaverioZ85 tecnicamente stoner è un fuoriclasse dotato di talento purissimo. anche se ha vinto poco il classico genio e sregolatezza!!!

segnala un abuso

nandop6 - 15/06/13

Anche io metterei uno dei fratelli Espargaro al posto di Smith.

segnala un abuso

nandop6 - 15/06/13

Mafaet
Avevo capito, solamente ho rinforzato quello che hai detto tu.

segnala un abuso

NoQuarter - 15/06/13

Marquez sei un mostro! Rossi considerando ieri e oggi - lo vedo bene. Hayden non so come cavolo ha fatto ma complimentoni ! Purtroppo dopo 2,3 giri le Ducati perdono un sacco ;(

Espargaro dovrebbe salire su una MotoGP - curiosissimo di vedere che potrebbe fare. (cacciate Smith lasciate Cal)

segnala un abuso

smndemurtas - 15/06/13

X MAX TEMPORALI Bisogna ricordarsi che anche Lorenzo è uscito nel pomeriggio con una morbida nuova

segnala un abuso

SaverioZ85 - 15/06/13

skyslacker...Casey Stoner unico vero fuoriclasse è una gran boiata. I fuoriclasse sono quelli che ci nascono. Stoner ha passato 5 o 6 anni in 125 e 250 senza mai vincere un mondiale e le prendeva anche da De Angelis. Era sempre per terra, ha trovato l'anno buono nel 2008 ma poi ci si dimentica che negli altri 3 anni le ha buscate e ha pensato bene di scappare da Ducati per tornare a vincere con la Hrc. Fuoriclasse? Gran Manico, guida spettacolare, ma tra 50 anni sarà uno dei tanti.

segnala un abuso

padrone.macchia - 15/06/13

Speriamo bene, prima di godere del tutto però aspettiamo domenica, come ha detto Paolone.
@Mafaet,
scusa, ma perché Lorenzo dovrebbe andare in Ducati? Non capisco il senso di questa affermazione. Se ti riferisci al miracolo di Rossi di riportare la Yamaha competitiva nel 2004 devi pensare che le condizioni sono molto diverse: a Rossi già rompevano le scatole perché vinceva troppo. Per fortuna questa sorte non dovrebbe capitare a Lorenzo adesso che è arrivato Marc.

segnala un abuso