Roma, l'eredità di Monchi

Il ds se ne va "lasciando" 200 milioni di plusvalenze: Alisson il suo capolavoro

E comunque un grazie se lo merita. In un anno e mezzo, il signor Ramon Rodriguez Verdejo, meglio noto come Monchi, ha corroborato il bilancio della Roma con 200 milioni di plusvalenze. I suoi detrattori potrebbero dire: sì, vabbè, ma non ha vinto niente. Questione di punti di vista. Adesso che tutto è finito senza che siano volati gli stracci, viene da pensare che probabilmente quella straordinaria capacità di vendere è stata il vero motivo di questo matrimonio molto particolare. C’è un capolavoro che rimarrà probabilmente nella storia della società giallorossa e si chiama Alisson. Il portiere – forse oggi il più forte del mondo nel ruolo – è stato preso dall’Internacional di Porto Alegre nel luglio del 2016, pagato 7 milioni di euro. Ha fatto la riserva a Szczesny, è stato aspettato con pazienza e coccolato per non sentirsi isolato. Poi Sczesny non è stato riscattato e Alisson è diventato titolarissimo. Dopo il Mondiale del 2018 e dopo essere stato a un passo dal Real Madrid è andato al Liverpool per 62,5 milioni procurando alla Roma una plusvalenza di 57,606 milioni di euro. Un record nella storia giallorossa. Monchi è stato criticato per aver ceduto Salah in maniera un po’ troppo frettolosa, ma in realtà dalla cessione dell’egiziano, sempre al Liverpool, è arrivata una plusvalenza di 27,907 milioni, comunque la terza di tutti i tempi per il club, superata oltre che da Alisson anche da Nainggolan (31.912 milioni), con la differenza che il Ninja ha vissuto un’avventura giallorossa più lunga rispetto agli altri due, che sono stati trattati con la filosofia del “cotto e mangiato”: presi, valorizzati e rivenduti.

Ci sono delle cifre più tecniche, rese più digeribili da uno studio di Calcio Finanza. Si parla di un beneficio nelle casse della Roma per 112,2 milioni di euro relativi alla gestione dei calciatori. Solamente le prime 10 plusvalenze equivalgono a 216 milioni e alcuni nomi sono sorprendenti: la cessione di Federico Ricci al Sassuolo (per 3 milioni) ha portato una plusvalenza di 2,753 milioni mentre quella di Marco Tumminello all’Atalanta (5 milioni il prezzo) ha generato 4,488 milioni. Più prevedibili i nomi che si trovano dal quarto all’ottavo: Antonio Rudiger (venduto a 33,4 milioni con plusvalenza di 25,485), Leandro Paredes (26 milioni con 22,242), Kevin Strootman (25 milioni con 18 di plusvalenza), Emerson Palmieri (19,2 con 17,246) e infine Lukasz Skorupski (venduto al Bologna per 9 milioni con 8,506 milioni di plusvalenza).
Ovviamente nessuno è perfetto e anche nell’avventura romana di Monchi ci sono delle iniziative discutibili. Per come sono andate le cose negli ultimi tempi, i malumori della piazza si sono concentrati molto su Steven Nzonzi, preso dal Siviglia per 29,4 milioni e forse non adatto al cento per cento al calcio italiano. Tutto da vedere ancora l’investimento su Patrick Schick, acquisto più costoso della storia giallorossa con 40,6 milioni. Certo il capolavoro vero è stato l’acquisto di Zaniolo dall’Inter per una valutazione di 5,7 (e qui i benefici si vedranno a lunga scadenza), seppure “bilanciato” dai 10 sborsati per Santon nel quadro dell’affare Nainggolan. Altri ancora da soppesare sono quelli di Pastore (25,661 milioni) e di Defrel (17,491 milioni). Sicuramente nella categoria “plusvalenze” entreranno prima o poi Cengiz Under (costo 15,601) e Lorenzo Pellegrini (ricomprato dal Sassuolo per 13,165 milioni), più difficile che possa essere venduto bene il portiere Robin Olsen, pagato 11,3 milioni dal Copenhagen. Alla fine di questo discorso, ognuno può tranquillamente continuare a seguire le proprie idee. Monchi può essere considerato un grande direttore sportivo perché è riuscito a trasformare il bilancio di un club, oppure un mediocre direttore sportivo perché durante questa trasformazione non sono arrivati trofei. Però un piccolo grazie, anche proprio piccolo, forse se lo merita.

Roma, le 10 maggiori plusvalenze di Monchi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X