Ufficiale: Ibra lascia lo United

Lo ha comunicato il club. Divorzio con effetto immediato. Lo svedese può iniziare la sua nuova avventura in Mls

  • A
  • A
  • A

Zlatan Ibrahimovic saluta il Manchester United. E' ufficiale. Lo ha comunicato il club. Risoluzione del contratto con effetto immediato. L'ex Juve, Inter e Milan giocherà subito in Mls con i Los Angeles Galaxy. Entro la fine della settimana la firma. Ibra, che ha giocato la sua ultima partita con i Red Devils il 26 dicembre contro il Burnley, è in scadenza di contratto e quindi si libera a parametro zero con due mesi d'anticipo.

Così è l'addio fra lui, il Manchester United e, soprattutto, José Mourinho. Mou e Zlatan avevano stretto un patto di ferro, il primo luglio 2016. La reciproca scommessa di riportare lo United in cima alla Premier e all'Europa. Un solo anno di contratto, a 15 milioni di sterline, 48 partite, 28 gol e l'impresa riuscita ...a metà. Niente Premier (l'aveva vinta il Chlesea), ma tre trofei in bacheca: la Community Shield, la Coppa di Lega e l'Europa League. E il feeling col Mourinho, costante.
Sul più bello, però, fra Zlatan e Mou è arrivato il colpo del ko. Ko della malasorte, ovvero l'infortunio al legamento crociato che ha tenuto Ibra fuori dai giochi da aprile a novembre 2017. Sette mesi. Nonostante la lunga degeneza, Mou aveva preteso che Ibra venisse rinnovato il contratto di un altro anno, fino al prossimo giugno. Ma quando è tornato in campo, il 18 novembre, o non era più lui (probabile) oppure non c'era più posto per lui nel cuore e nel gioco dello United.
Della stagione in corso, sono nove mesi calcio, di Ibra ci sono solo labili tracce: 7 presenze, 1 gol, l'ultima gara ufficiale giocata tre mesi fa, voci di dissenso fra lui e Mourinho (quando non si gioca, si sa...) e la voglia, a 37 anni, di guardarsi attorno, prendere atto del'età e della realtà, consultare il suo procuratore-amico Mino Raiola e guardare in un altro mondo. Il mondo degli States, Los Angeles, dove i calciatori sanno di poter trovare un'altra vita calcistica: non significa rinascere, ma continiare a giocare, divertirsi. E guadagnare.

"Anche le grandi cose finiscono e dopo due fantastiche stagioni con il Manchester United è arrivato il momento di andare avanti". Con queste parole su Twitter, Zlatan Ibrahimovic saluta il Manchester United dopo l'ufficialità della rescissione consensuale del contratto che lo legava fino a giugno alla squadra inglese. "Grazie al club, ai tifosi, alla squadra, al tecnico e a tutti coloro che hanno condiviso con me questa parte della mia storia", ha aggiunto il bomber svedese che pista anche anche una foto del 'patto col diavolo' che aveva pubblicato dopo l'ultimo rinnovo con lo United.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments