Ibra, Raiola: "Se si ritira è un crimine contro l'umanità"

L'agente dello svedese scherza sul suo futuro: "Lo chiudo in prigione finché non cambia idea..."

Ibrahimovic, foto IPP

"Se decidesse di fermarsi sarebbe come rubare la Gioconda. Un crimine contro l'umanità sportiva. Se si ritira, lo chiudo in prigione finché non cambia idea...". Mino Raiola, agente di Ibrahimovic, scherza sul futuro, ancora incerto dell'attaccante del Psg. "Vogliamo prendere la decisione giusta ma non abbiamo fretta, ci prenderemo il tempo necessario - ha proseguito a Rmc Sport - Molti vogliono Zlatan. Sarebbe strano che non avesse offerte".

"L'unica priorità di Zlatan è ora quella di finire bene la stagione, raggiungere la finale di Champions e se possibile vincerla. Poi fare un grande Europeo con la Svezia", ha proseguito Raiola a Rmc Sport - Il percorso in Champions non influenzerà il futuro di Zlatan. Non è un giocatore normale ed è ancora forte. Ha sempre detto che vorrebbe continuare cinque anni. Zlatan è motivato e i club che gli vogliono offrire un contratto lo sanno. Inoltre - ha concluso - non ha bisogno di continuare per motivi economici. Vuole dimostrare che può ancora migliorarsi".

TAGS:
Calciomercato
Ibrahimovic
Raiola
Psg