Udinese: Pozzo non molla, raddoppia

Il figlio all'assalto dell'Espanyol

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Foto AP/Lapresse

di Claudio Raimondi
Si chiariscono i contorni della vicenda legata all'interesse della famiglia Pozzo verso l'Espanyol. Sarà il figlio di Giampaolo Pozzo, Gino, residente a Barcellona, che nelle prossime settimane proverà a diventare l'azionista di maggioranza del club catalano che necessita di liquidità. Una notizia che i quotidiani della catalogna stanno rilanciando pesantemente. Un ingresso importante visto si parla di una decina di milioni di euro per riossigenare le dissestate casse della società spagnola.

L'Udinese invece, come confermato da una nota apparsa sul sito internet ufficiale del club, resterà ancora nelle mani del patron bianconero Giampaolo Pozzo che avendo ceduto alcuni rami delle sue aziende in Italia ora vuole dedicarsi a pieno titolo alla squadra.

Come diesse in queste ore crescono le possibilità di arrivare a Walter Sabatini del Palermo: ci sono contatti, visto che Sergio Gasparin sarà l'erede di Beppe Marotta alla Sampdoria. Proprio Gasparin lo scorso 14 aprile aveva incontrato dopo Parma-Genoa Guidolin: i due si sono accordati sulla base di un triennale che aprirebbe la strada per un ritorno dell'allenatore veneto in Friuli.

Una trattativa che ha mandato su tutte le furie il presidente degli emiliani Tommaso Ghirardi visto che Guidolin ha ancora in essere un contratto che lo lega ai gialloblù fino al 2011. Un comportamento antisportivo che ora dopo ora sta alimentando a Parma una contestazione nei confronti del tecnico che potrebbe esplodere l'ultima giornata quando al Tardini arriverà il Livorno.

Intanto un'altra squadra già retrocessa è già al lavoro: il Siena ha annunciato l'ingaggio come nuovo direttore sportivo di Giorgio Perinetti, un annuncio arrivato dal presidente dei toscani Mezzaroma.

I VOSTRI COMMENTI

orly.83 - 16/05/10

Sono sempre stato un grande estimatore dell'Udinese, l'unica cosa che mi sento di contestare e che questa squadra viene ogni anno indebolita con le cessioni sistematiche di qualche big, invece di essere rinforzata. Grande gestione dei giovani tipo sanchez talento eccezionale, diventerà secondo un mio modesto parere un grande calciatore. Quest'anno mi ha deluso molto d'agostino, dopo la stagione scorsa mi aspettavo un'altra grande stagione, soprattutto in vista dell'imminente mondiale.

segnala un abuso

Angioletto1975 - 08/05/10

E' un bene che abbia deciso di tenere le redini della società, visto che con Lui alla sua guida l'Udinese è cresciuta sportivamente ed economicamente, vantando una delle migliori gestioni economiche della serie A (purtroppo cedendo tanti campioni).

segnala un abuso