Così si racconta il Museo della Juve

Un libro fotografico pieno di emozioni

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

SAVERIO GRIMALDI

La copertina del libro

Cosa c'è in un museo? Tutto e il contrario di tutto. Ma è soprattutto un enorme contenitore di storia. Nel nostro caso quella della Juventus che si "racconta" in un libro: Juventus Museum. I bianconeri, quindi, come non li avete mai visti o come li vedrete nel momento in cui solcherete la porta di quel museo... J Museum. C'è un gusto particolare a sfogliare queste pagine piene pezze di volti e storie che hanno fatto del club bianconero uno dei più grandi al mondo e il più amato dagli italiani, senza esclusione di regione alcuna.

Grazie al volume edito da Priuli -Verlucchi editore, con la prestigiosa firma di Darwin Pastorin, saprete apprezzare quanto il mondo-Juve sia riuscito a fare un salto incredibile di qualità dal punto di vista della comunicazione.
Dopo la straordinaria avventura del nuovo stadio di proprietà (il primo di tal genere in Italia), ecco completare l'opera con il museo che è punto d'approdo per tutti quei tifosi che hanno nel cuore la Vecchia Signora.
Brutto anticipare cosa ci sia da vedere e da gustare, ma il consiglio è uno e uno solo. Passare una giornata lì dove la Juve sta ricostruendo la storia e poi coccolarsi con i ricordi di questo libro (anche il contrario potrebbere essere un'idea). Non ve ne pentirete perché sarà un po' come fare un salto (o più salti) nella storia juventina.

I VOSTRI COMMENTI

Nessun commento