• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

    Il gesto di Lilesa per il popolo Oromo

    Il pugno nero di Tommie Smith a Città del Messico 1968. E ora le braccia incrociate, stile manette, alla Mourinho. Feysa Lilesa, etiope medaglia d'argento nella maratona, non potrà tornare in patria: quel gesto mostrato a tutto il mondo sul traguardo del Sambodromo gli costerà caro. "Se torno in patria mi uccidono. O mi mettono in galera". Perché le manette di Lilesa, ripetute e reiterate, avevano un forte, fortissimo, valore simbolico. Era uno gesto di protesta nei confronti del governo dell'Etiopia, colpevole di bersagliare la popolazione Omoro, un gruppo etnico che vive al confine con il Kenya: "Ci ammazzano, ci mettono in prigione. Le persone spariscono: molti membri della mia famiglia non ci sono più, compreso mio padre", ha spiegato Lilesa. Il gesto delle braccia a X è quello usato dalla popolazione Oromo nelle proteste contro le forze dell'ordine. Scontri violenti: secondo Amnesty International 67 persone sono state uccise in quella regione nell'ultimo periodo. "Non posso tornare in Etiopia", ha spiegato Lilesa. "Resto qui in Brasile e cercherò di ottenere un visto per volare in America". Arrivato come atleta dell'Etiopia, Lilesa passa È arrivato ai Giochi da etiope, li lascia da rifugiato. "Vogliamo la pace. I paesi occidentali appoggiano il governo, che ruba la terra e ammazza le persone. Siamo disperati, ripeterò il mio gesto all'infinito".

    >
    Germania-Olanda, storia di una classica del calcio

    Infinita Germania-Olanda, le sei sfide più emozionanti

    Dalla finale Mondiale 1974 ai recenti incontri in Nations League: Cruyff, Van Basten, Muller, Matthaus....

    Tottenham, inaugurato il nuovo stadio a 9 piani

    Tottenham, inaugurato il nuovo stadio a 9 piani

    Dopo quattro anni di lavoro, il Tottenham Hotspur Stadium aperto al pubblico: 66.000 spettatori e sei maxi-schermi

    Stramilano 2019: la carica dei 60mila

    Stramilano 2019 da record: la carica dei 60mila runner

    Grande successo per la 48.ma edizione della corsa

    Le ragazze di Juve e Fiorentina riempiono lo Stadium

    Lo Stadium si tinge di rosa

    Le ragazze di Juve e Fiorentina regalano un grande spettacolo

    MotoGP, festa Aprilia al Mugello con la sorpresa RSV4 X

    Aprilia, che festa al Mugello

    Oltre 10mila persone anche per ammirare la RSV4 X

    I giornali del 24 marzo

    I giornali del 24 marzo

    La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

    Le pagelle di Italia-Finlandia

    Le pagelle di Italia-Finlandia

    Barella e Kean i migliori in campo

    Liverpool Legends-Milan Glorie 3-2, decisivo Gerrard

    La "bella" va al Liverpool: Milan Glorie battuto 3-2, ma che magia di Pirlo

    Gerrard decide il match nel finale dopo la rimonta dei rossoneri con il regista e Pancaro