Battesimo Aprilia-Iannone: la MotoGP versione 2019

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
Foto 1
Folger-Yamaha
Foto 2
Folger-Yamaha
Foto 3
Iannone-Aprilia
Foto 4
Iannone-Aprilia
Foto 5
Iannone-Aprilia
Foto 6
Iannone-Aprilia
Foto 7
Iannone-Aprilia
Foto 8
Lorenzo-Honda
Foto 9
Lorenzo-Honda
Foto 10
Lorenzo-Honda
Foto 11
Mir-Suzuki
Foto 12
Mir-Suzuki
Foto 13
Morbidelli-Yamaha
Foto 14
Morbidelli-Yamaha
Foto 15
Oliveira-Ktm
Foto 16
Petrucci-Ducati
Foto 17
Petrucci-Ducati
Foto 18
Petrucci-Ducati
Foto 19
Petrucci-Ducati
Foto 20
Quartararo-Yamaha
Foto 21
Quartararo-Yamaha
Foto 22
Zarco-Ktm
Foto 23
Zarco-Ktm
Foto 24
Zarco-Ktm
Foto 25
Zarco-Ktm
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25

È già 2019 in MotoGP con i test di Valencia in ottica della prossima stagione. Non solo Lorenzo in sella per la prima volta alla Honda, ma anche il battesimo di Iannone passato dalla Suzuki all'Aprilia con Mir che ha preso il suo posto alla casa giapponese. Debutto anche per Morbidelli e Quartararo sulla Yamaha, poi Zarco sulla Ktm e Petrucci sulla Ducati ufficiale.

>
Serie A, le foto di Sampdoria-Juve

Le foto di Samp-Juve

A Marassi l'ultima di Allegri in bianconero

Torino-Lazio (LaPresse)

Il Toro chiude al 7° posto

Battuta 3-1 la Lazio nell'ultima giornata

Hamilton re di Monaco

Hamilton re di Monaco

Il britannico vince davanti a Vettel e Bottas, allungando a + 17

F1, il Circus ricorda Lauda

Il ricordo di Lauda

Cappellini rossi per tutti a Monaco, in omaggio al leggendario pilota austriaco

I giornali del 26 maggio

I giornali del 26 maggio

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Messi non basta, il Valencia vince la Coppa del Re

Barça ko, Coppa del Re al Valencia

Messi non basta: finisce 2-1

Napoli, niente rimonta: il Bologna vince 3-2

Il Napoli chiude con un ko

Doppio Santander e Dzemaili: 3-2 Bologna

Bayern (Getty Images)

Coppa di Germania al Bayern

Lipsia travolto 3-0 in finale

Frosinone e Chievo, addio senza gol

Frosinone e Chievo, addio senza gol

Le due retrocesse salutano la A con uno 0-0