• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

GP Monza: presentato il poster ufficiale

È countdown per il GP di Monza che si terrà tra il 31 agosto e il 2 settembre: in Autodromo è stato presentato il poster ufficiale. «L’Automobile Club d’Italia – ha dichiarato il suo Presidente, Angelo Sticchi Damiani - ha preso in mano le redini del Gran Premio d’Italia, per tutelare la sua storia prestigiosa e proiettarla verso un nuovo e più certo futuro, in un momento cruciale per il mondo dei motori. Nella nuova gestione di Liberty Media, la Formula 1 cambia assetto e paradigma, ma i suoi valori in termini di tradizione e sportività vengono esaltati sotto una luce ancora più intensa. Il Gran Premio d’Italia a Monza - tappa fondante del mondiale di Formula 1 - gode ora di una nuova identità, raffigurata con abilità e passione nel manifesto realizzato da un artista come Aldo Drudi, capace di fermare nell’attimo di un disegno la velocità dei piloti e dei loro bolidi. Un manifesto, che simboleggia la fusione tra tradizione e innovazione, che sarà l’icona dell’appuntamento mondiale di Monza e dell’Italia intera con la F1 e apparirà in tutti i materiali di comunicazione del Gran Premio».

Secondo Giuseppe Redaelli, Presidente di Autodromo Nazionale Monza SIAS SpA, società che gestisce il Monza Eni Circuit: «La decisione del Presidente Angelo Sticchi Damiani di ospitare la presentazione del poster ufficiale all’Automobile Club d’Italia è la dimostrazione di quanto il Formula 1 Gran Premio d’Italia sia per ACI un orgoglio e un importante impegno. Il manifesto, richiamando cromaticamente il tricolore, rimarca la rilevanza che il principale evento di motorsport ha per l’intero Paese Italia. L’Autodromo, come da tradizione, si sta dunque preparando al meglio per ospitare centinaia di migliaia di appassionati dal 31 agosto al 2 settembre, con l’auspicio di replicare il grande successo di pubblico registrato nel 2017 con 185mila presenze in tre giorni».

«Monza è una delle piste più antiche in cui si corre il Campionato del Mondo di Formula 1», ha dichiarato il designer Aldo Drudi, spiegando la genesi del manifesto. «Abbiamo identificato nella Sopraelevata l’elemento iconico e caratteristico della storia di questo tracciato. Sulla curva sfreccia una monoposto di Formula 1 “schiacciata” sul banking. Nella parte superiore dell’immagine, si riconosce invece il verde degli alberi del Parco di Monza. La vegetazione compone, insieme al bianco della curva e al rosso della vettura, il tricolore italiano, omaggio dovuto alla Nazione che ospita il Gran Premio».

La tecnica utilizzata per la realizzazione del poster è frutto di una fortunata intuizione del team di lavoro composto da Drudi e dai collaboratori Stefano Marchi e Laura D’Amico. «Dopo diverse ricerche – ha spiegato Drudi - abbiamo scelto di unire computer grafica e lavoro manuale. Oggi nella guida delle auto da corsa, il gesto del pilota - lo stesso dai tempi di Fangio e Nuvolari - migliora grazie alle nuove tecnologie. Anche noi ci siamo serviti del digitale per scomporre graficamente la fotografia di una vettura, riducendola quasi ad un graffito. Abbiamo poi sovrapposto un disegno manuale all’immagine. Attraverso il computer, i due tratti sono stati fusi, creando un risultato originale che coniuga la tecnologia con la manualità artigianale della grafica antica».

La scritta Monza campeggia in verticale sulla parte destra del manifesto, con una font che evoca la natura sportiva dell’Autodromo ma anche la modernità di Milano. «Ritengo – ha concluso Drudi - che il Gran Premio d’Italia sia l’evento sportivo glamour di Milano che si aggiunge ad eventi come il Salone del Mobile e le Settimane della Moda. Il lettering si miscela al disegno di fondo creando una texture camouflage che completa l’insieme».

Il risultato finale è un voluto azzardo che si allontana dalla popolare computer grafica in stile videogioco, frequentemente usata in questo genere di lavori, per restituire un’opera dal segno e dal carattere orgogliosamente italiano.

>
Formula E, Porsche in pista in Spagna

Formula E, Porsche in pista

Test a Calafat con Hartley e Jani in vista del debutto

Manchester City, gli acquisti più costosi di Guardiola

I fab 14 di Guaridola: spese a tre cifre

Gli acquisti più costosi effettuali dal tecnico al Manchester Citydal 2015/16

Juventus 2019/20, chi potrebbe arrivare in estate

Rivoluzione Juventus, chi potrebbe arrivare in estate

Occhi su Zaniolo, Chiesa e Joao Felix. Ramsey già preso, Romero bloccato

Juventus, chi potrebbe partire in estate

Juventus, chi potrebbe partire in estate

Da Dybala a Douglas Costa, i giocatori in bilico. Il caso CR7

I giornali del 18 aprile

I giornali del 18 aprile

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Porto-Liverpool immagine per immagine

Liverpool, poker sul velluto

Porto steso 1-4: Klopp in semifinale

City-Tottenham: la fotostoria del match

Tottenham, festa col brivido

Vince il City 4-3, ma a Guardiola non basta

Lazio, colpo per la Champions

Lazio, colpo per la Champions

Battuta l'Udinese nel recupero

Psg, altro crollo: fa festa il Nantes

Psg, altro crollo

I parigini perdono 3-2 col Nantes e rimandano la festa