• Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

MV Agusta, ecco la Brutale America

1975: MV Agusta presenta la S America 750, quattro cilindri in linea con doppio albero a camme in testa. Rossa, cilindrata di 787,7 cc, raffreddamento ad aria e alimentazione a carburatori. Settantacinque cavalli di tecnologia italiana, costruita sulla base della splendida 750 S del 1973. Molti anni più tardi - era l’inizio degli anni Duemila - il nome America torna accanto a quello MV Agusta. E arriva la Brutale America. Anche questa volta è una quattro cilindri in linea, ha le forme della nuda più bella di sempre e naturalmente i colori degli Stati Uniti: blu, bianco e rosso. E’ un modello che fin dalla presentazione diventa ricercatissimo tra gli appassionati MV Agusta, tanto che alcuni anni dopo - siamo nel 2012 - alla Schiranna viene creata una nuova Brutale America, sempre su base quattro cilindri. Oggi la livrea America torna, ed è la prima volta su un modello tre cilindri MV Agusta. La base è la Brutale 800 con omologazione Euro 4, il risultato una splendida Special Edition numerata. I primi 50 esemplari saranno destinati al mercato statunitense: uno per ciascuno Stato dell’Unione. La presentazione ufficiale dalla nuova Brutale America avverrà durante il weekend (7-9 luglio 2017) che vedrà protagonista la Superbike sul circuito californiano di Laguna Seca. Sono molte le peculiarità di questa Special Edition numerata, a partire dalla colorazione che propone un inedito blu micallizzato con riflessi cangianti. Sul serbatoio la decorazione riporta al glorioso passato del marchio, grazie al motivo a stelle già presente sulla 750 S del 1973. Molti dettagli sono valorizzati dalla verniciatura nero lucido, ad esempio l’appendice posta davanti al cruscotto. Stesso colore e finitura per il parafango anteriore, arricchito dal logo MV Agusta, e per quello posteriore, come per il fianchetto del radiatore, decorato dall’indicazione “America Special Edition”. La sella è stata progettata appositamente per la Brutale America, come si evince dalla sezione dedicata al passeggero, che può sfruttare un’imbottitura studiata per migliorare il comfort. Il rivestimento della sella sfrutta due materiali, caratterizzati da finiture specifiche; un tocco di ulteriore qualità e di attenzione al dettaglio è offerto dalle cuciture con riflessi dorati, che riprendono la finitura del serbatoio. A sottolineare l’esclusività di questo modello, oltre alla peculiare connotazione estetica, concorre l’elemento di fissaggio del manubrio alla piastra di sterzo: riposta incisione laser “America Special Edition” e il numero progressivo di produzione. Lo stesso riportato sul certificato che, su un elegante supporto in legno e plexiglas, sarà consegnato a ciascun acquirente. La prima tre cilindri MV Agusta con livrea America è realizzata sulla base della Brutale 800 my 2017, di cui riconferma tutte le caratteristiche tecniche. Sarà in vendita sul mercato statunitense a partire da luglio 2017, al prezzo di 14.998$.

>
I giornali del 20 aprile

I giornali del 20 aprile

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Montecarlo, Fognini show

Montecarlo, Fognini show

Steso Coric: Fabio vola in semifinale

Inter: Dybala è già... nerazzurro

Dybala è già... nerazzurro

I tifosi sognano Paulo all'Inter e si stanno attrezzando

Separati alla nascita: le strane somiglianze nello sport

I sosia nel mondo dello sport

David Luiz-Alex Kral solo l'ultimo caso

Milan, che notte: il 5-0 al Real Madrid che ha fatto la storia

Milan, che notte: il 5-0 al Real Madrid che ha fatto la storia

Sono passati 30 anni dal capolavoro dei rossoneri di Sacchi nella semifinale di Coppa dei Campioni.

Dovizioso, bagno di folla a Roma

Dovi, bagno di folla a Roma

Il pilota della MotoGP all'inaugurazione di un nuovo negozio Ducati

I giornali del 19 aprile

I giornali del 19 aprile

La rassegna stampa dei quotidiani italiani ed esteri

Insigne, rabbia in panchina

Insigne, rabbia in panchina

Europa League, Ancelotti lo sostituisce e lui non la prende benissimo...

Napoli, è addio all'Europa

Napoli fuori dall'Europa League

In semifinale ci va l'Arsenal