F1, test Montmelò: Kvyat beffa l'Alfa Romeo di Raikkonen, Vettel 4°

Il russo della Toro Rosso chiude davanti a Kimi, a lungo il più veloce in pista. Ferrari e Mercedes si nascondono

F1, test Montmelò: Kvyat beffa l'Alfa Romeo di Raikkonen, Vettel 4°

Ferrari e Mercedes si nascondono nella terza giornata di test a Montmelò. E, con le big che macinano chilometri senza tentare giri veloci, è Daniil Kvyat su Toro Rosso a chiudere al primo posto con il tempo di 1:17.704. Alle sue spalle spunta Kimi Raikkonen, a lungo davanti a tutti con la sua Alfa Romeo e alla fine 2° a +0.058. Sebastian Vettel è quarto con il tempo di 1:18.350, lontane le Mercedes: Valtteri Bottas è 11°, Lewis Hamilton 12°.

È Daniil Kvyat su Toro Rosso il più veloce al termine di una particolare giornata di test, la terza sul circuito catalano di Montmelò, alle porte di Barcellona. Il russo stampa in extremis un formidabile 1:17.704, togliendo a Kimi Raikkonen e all'Alfa Romeo la gioia del miglior tempo di giornata, conservato dalla mattina agli ultimi istanti del pomeriggio. Le big preferiscono invece lavorare sulla durata e la costanza: Sebastian Vettel su Ferrari è infatti quarto con il tempo di 1:18.350, con la Rossa che interrompe il lavoro nel pomeriggio con un'ora di anticipo. Il team di Maranello, infatti, smonta con oltre un'ora di anticipo non appena raggiunto l'obiettivo di giornata: i 2000 km trascorsi in pista, con i dati che saranno analizzati dai tecnici in queste ore.

Lavoro sulle lunghe distanze anche in casa Mercedes: in mattinata Bottas effettua la simulazione di un GP, portando avanti un lavoro essenzialmente incentrato sulla durata (sono ben 88 i giri compiuti dalla Freccia d'Argento del finlandese), lo stesso fa Hamilton nel pomeriggio arrivando addirittura a quota 94 giri. Nessun time attack per il team campione del mondo, ma la prova evidente che l'affidabilità è già ad alti livelli.

Ottime anche le risposte che ha dato in pista l'Alfa Romeo: Kimi Raikkonen non ha dimenticato come si fa ad andare veloce con una monoposto in Formula 1, anche se non si tratta più della Ferrari. Dopo il dominio della scuderia di Maranello nei primi due giorni di test, con Sebastian Vettel e Charles Leclerc a far registrare i tempi migliori, è infatti il finlandese a mantenersi in vetta alla classifica per quasi tutta la giornata. Dopo i primi giri, dominati dal clima rigido, il primo ad abbattere il muro dell'1:20 è proprio Kimi, che piazza un eccellente 1:19.989. E nel corso delle prime ore in pista è avvincente il suo duello con l'ex compagno di team Vettel, con Alfa e Ferrari che cercano di abbassare il tempo e di strappare il miglior giro all'amico/nemico. Alla fine prevale Raikkonen, che stampa un sensazionale 1:17.762 con gomme a mescola C5, la più morbida a disposizione dei team. Un tempo che rimane il più veloce dell'intero lotto, prima della zampata di Kvyat a soli 11 minuti dal termine della sessione.

Nel pomeriggio, infatti, buona parte dei team si concentrano su assetto e tenuta delle gomme (in particolare sulle mescole più dure) e solo pochi piloti tentano di azzannare il cronometro. Uno di loro è Max Verstappen, a bordo di una Red Bull che dopo aver settato il nuovo motore Honda vuole mettersi alla prova anche in termini di velocità. L'olandese si infila quindi al quinto posto, ma anche il suo lavoro somiglia più a quello di un maratoneta che a quello di un velocista, come dimostrano i 109 giri completati.

Ottima l'impressione lasciata anche dalla Renault di Ricciardo, in grado di piazzarsi davanti alla Ferrari di Vettel in un giro ottenuto nell'ultima ora. Qualche problema invece per le due Haas: in mattinata si pianta la monoposto di Fittipaldi, lo stesso succede nel pomeriggio a Grosjean. Debutto in pista, infine, per la Williams: George Russell riesce a completare 23 giri con una vettura ancora ben lontana da poter essere definita competitiva. Il distacco da Kvyat sfiora gli otto secondi, la macchina si rende protagonista di diverse escursioni, alcune componenti addirittura sono ancora in metallo invece che in carbonio. Il lavoro da fare, a Grove, sembra insomma ancora tantissimo.

I TEMPI DELLA TERZA GIORNATA:

1) Daniil Kvyat (Toro Rosso) 1:17.704 (137 giri)
2) Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) 1:17.762 (138)
3) Daniel Ricciardo (Renault) 1:18.164 (80)
4) Sebastian Vettel (Ferrari) 1:18.350 (134)
5) Max Verstappen (Red Bull) 1:18.787 (109)
6) Nico Hulkenberg (Renault) 1:18.800 (63)
7) Romain Grosjean (Haas) 1:19.060 (69)
8) Pietro Fittipaldi (Haas) 1:19.249 (48)
9) Carlos Sainz (McLaren) 1:19.354 (90)
10) Sergio Perez (Racing Point) 1:20.102 (67)
11) Valtteri Bottas (Mercedes) 1:20.693 (88)
12) Lewis Hamilton (Mercedes) 1:20.818 (94)
13) George Russell (Williams) 1:25.625 (23)

TAGS:
Raikkonen
Formula 1
Test
Barcellona
Ferrari
Vettel
Alfa romeo

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X