F1, Irvine attacca tutti: "Vettel è sopravvalutato, Hamilton lontano da Schumacher"

L'ex pilota irlandese critica duramente Seb e Lewis

  • A
  • A
  • A

Una Formula 1 che non c'è più e per Eddie Irvine il presente non è meglio del passato, anzi. L'ex pilota 53enne ne ha per tutti attaccando Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. "Il ferrarista è enormemente sopravvalutato, non capisco come abbia fatto a vincere 4 Mondiali", le parole alla Bbc dell'irlandese che già in passato aveva definito il tedesco un "monello viziato".

Irvine è andato più a fondo nell'analisi della sua critica: "Penso che Vettel sia bravo se è in testa e non ha nessuno in competizione. Quando guardi Lewis gareggiare, lui è concentrato sulla corsa ed è veramente focalizzato sull'avvantaggiarsi rispetto al rivale. Vettel, quando corre con qualcuno, si concentra sull'altro pilota tanto quanto su dove sta andando e inevitabilmente va a sbattere contro l'avversario, cosa che accade quasi sempre".

Poi le parole di fuoco sono toccate all'inglese della Mercedes: "Penso sia il migliore ora, ma non è al livello di Michael Schumacher e non penso nemmeno che sia vicino, anche se sta collezionando molte vittorie. Ha la macchina migliore, ci sono più gare e la competizione è discutibile".

Il paragone con il passato c'è sempre: "Michael lavorava tutti i giorni, come Senna, mentre Lewis ha i suoi giorni liberi. Se guardate i due anni in cui Lewis e Button erano insieme (in realtà furono tre stagioni in McLaren dal 2010 al 2012, ndr), Button ha fatto più punti di lui in quel lasso di tempo. Nessuno lo ha mai fatto con Michael, il suo livello di prestazioni era costantemente più alto".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments