F1 USA, Hamilton domina le Libere 1

Vettel si becca quasi due secondi, Ferrari alle spalle anche delle Red Bull

di
  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton parte col piede giusto nel weekend che potrebbe consegnargli il quinto titolo mondiale. Il britannico della Mercedes ha chiuso col miglior tempo la prima sessione di libere del GP degli Stati Uniti, condizionata dalla pioggia, girando in 1'47''502. Alle sue spalle il compagno di team Bottas e le due Red Bull, tutti con distacchi oltre il secondo. Ancora più lontane le Ferrari: Vettel 5° a + 1''987, Raikkonen 6° a + 2''426.

Il meteo condiziona tutti, tranne Lewis. Il leader del campionato è arrivato carichissimo in Texas e ha messo subito le cose in chiaro, rifilando distacchi importanti a tutti gli altri top driver e confermandosi il numero uno sul bagnato, nonostante i soli 6 giri completati. Il britannico, che vince da quattro edizioni consecutive sul circuito di Austin, ha guidato l'uno-due Mercedes davanti a Bottas (+ 1''304), ma soprattutto ha tenuto a distanza siderale le Ferrari, ritrovatesi entrambe alle spalle anche della coppia Red Bull formata da Verstappen (3° a + 1''345) e Ricciardo (+ 1''824).

Le Rosse hanno portato negli USA alcuni importanti aggiornamenti aerodinamici (in particolare un nuovo fondo), ma vista la pioggia né VettelRaikkonen sono stati in grado di trarre indicazioni dalle modifiche. Non certo l'inizio ideale per Seb, che ha il compito di provare a rimandare i festeggiamenti di Hamilton partendo da un distacco di 67 punti.

Il brutto tempo, per altro, dovrebbe perdurare anche durante le Libere 2, mentre resta ancora piuttosto incerto per quanto riguarda le qualifiche di sabato. Nella top 10 bagnata, in ogni caso, si sono piazzati anche Sainz con la Renautl (7° a + 3''163), Grosjean con la Haas (+ 3''319) e le due Sauber-Alfa di Leclerc e Ericsson. Proprio un'escursione fuori pista del futuro ferrarista ha causato un'interruzione di oltre 10 minuti per rimuovere la ghiaia trascinata sull'asfalto dalla sua monoposto. In occasione di questo "contrattempo" la direzione gara ha sventolato le bandiere rosse che hanno poi portato alla convocazione di Sebastian Vettel davanti ai commissari per non aver rallentato a sufficienza.

Da segnalare l'annuncio della sostituzione delle power unit sulle Toro Rosso di Hartley e Gasly: il neozelandese e il francese partiranno da fondo griglia.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments