F1, Red Bull minaccia l'addio

Marko: "Le regole ci stanno facendo perdere la passione e potremmo uscire" 

  • A
  • A
  • A

L'inizio in salita, dopo un 2014 nero, ha spinto la Red Bull a minacciare l'addio alla F1. Nel mirino di Helmut Marko, consulente del team, sono finiti i regolamenti, che, a suo dire "uccidono questo sport". "Dobbiamo vedere se c'è "una via d'uscita nella Formula 1", ha spiegato Marko, aggiungendo che le regole attuali rendono le gare noiose e c'è il rischio che il proprietario della Red Bull, Dietrich Mateschitz, "possa perdere la passione".

"Se siamo totalmente insoddisfatti potremmo uscire dalla F1 - le sue parole ai media tedeschi - . Il pericolo è che il signor Mateschitz perda la sua passione per questo sport. Come ogni anno, in estate valuteremo la situazione, costi e ricavi, e valuteremo il da farsi", le sue parole dopo il Gran Premio d'Australia che ha confermato lo strapotere Mercedes. "Le norme tecniche sono incomprensibili, troppo complicate e costose - ha detto ancora Marko - la Formula 1 è oggi gestita dagli ingegneri: noi volevamo ridurre i costi, ma non sta succedendo". E a chi gli rammenta gli anni d'oro e lo strapotere della Red Bull, Marko risponde che "quando abbiamo vinto, non lo abbiamo mai fatto come la Mercedes. I doppi diffusori e gli chassi flessibili sono stati vietati, la mappa motore è stato cambiata a metà stagione e tutto è stato fatto per rallentare noi, insieme alla McLaren e alla Williams" e anche il team manager "Horner si è lamentato".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments