F1, Hamilton trionfa a Silverstone

Doppietta Mercedes con Bottas, un punto separa i duellanti mondiali

di
  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton vince il GP di Gran Bretagna e centra la sua quarta vittoria stagionale nel campionato di Formula 1. Il pilota Mercedes scatta dalla pole e domina fino alla bandiera a scacchi. Alle sue spalle un finale da incubo per le Ferrari, alle prese con enormi problemi alle gomme: Raikkonen centra il podio dietro all'altra Mercedes di Bottas, mentre Vettel chiude settimo. Il tedesco ora ha solamente un punto di vantaggio in classifica iridata.

Quarta vittoria consecutiva sul circuito di casa, terza doppietta pole-vittoria di fila e anche l'hat-trick nel finale con il giro veloce. Al netto delle impronosticabili disgrazie delle Rosse nel finale, Lewis Hamilton è stato il dominatore assoluto del weekend di Silverstone e questo -1 da Vettel nel mondiale non può che dargli una carica ulteriore in vista del prosieguo della stagione.

Per la Ferrari già l'avvio è di quelli col brivido, con il freno posteriore sinistro della SF70H di Vettel che fuma sulla griglia di partenza. Seb riesce comunque a scattare, ma viene beffato da Verstappen, che lo infila guadagnando subito una posizione e mettendosi in mezzo alle due Rosse, con Hamilton al comando. Al terzo giro, poi, fuori la Safety Car per un clamoroso incidente tra le due Toro Rosso di Kvyat e Sainz, con quest'ultimo costretto al ritiro.

Appena la corsa riprende, Lewis comincia a martellare, con Raikkonen che fatica a tenere il passo dello scatenato padrone di casa. Vettel, intanto, è costretto a fare a sportellate con la Red Bull dell'olandese, più lento della Ferrari, ma deciso a non concedere nulla al leader della classifica mondiale, per provare a riscattare una stagione fin qui disastrosa. Il pit stop anticipato, comunque, sorride alla Scuderia di Maranello, con Seb che alla fine della girandola delle soste si ritrova al terzo posto, subito davanti a uno strepitoso Valtteri Bottas, capace di rimontare dalla nona posizione grazie anche a una tenuta praticamente perfetta delle gomme soft.

Il finlandese nel finale sfrutta la mescola di vantaggio e gli enormi problemi di blistering all'anteriore della SF70H per infilare il tedesco e prendersi di forza un podio che pareva un miraggio dopo la penalità di venerdì. Il finale, poi, è ancora più thrilling: le gomme gialle delle Ferrari vanno incredibilmente in affanno e finiscono praticamente disintegrate. Kimi è costretto a regalare la seconda piazza al connazionale, mentre Vettel scivola addirittura in settima posizione dopo una sosta forzata all'ultimo giro.

Davanti alla Rossa del quattro volte campione del mondo finiscono entrambe le Red Bull di Verstappen e Ricciardo (anche lui autore di una rimonta pazzesca dalla 19esima casella) e persino la Renault di Hulkenberg.

Un weekend nero per chi è (ancora) leader della classifica iridata. Tra due settimane in Ungheria la Ferrari dovrà necessariamente andare a caccia del riscatto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments