F1 Francia, Hamilton padrone anche nelle Libere 2

Alle sue spalle le Red Bull di Ricciardo e Verstappen, poi le Ferrari di Raikkonen e Vettel

di DANIELE PEZZINI

Lewis Hamilton domina anche la seconda sessione di libere del GP di Francia, ottava tappa del mondiale di F1. Il britannico ha chiuso la FP2 in 1'32''539, rifilando distacchi pesanti agli altri big: 2° e 3° crono per le Red Bull di Ricciardo (+ 0''704) e Verstappen (+ 0''732), 4° e 5° per le Ferrari di Raikkonen (+ 0''887) e Vettel (+ 1''150), apparse però super sul passo gara. Ai box per un problema tecnico l'altra Mercedes di Bottas.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

AFP

Foto 2

AFP

Foto 3

AFP

Foto 4

AFP

Foto 5

AFP

Foto 6

AFP

Foto 7

AFP

Foto 8

AFP

Foto 9

AFP

Foto 10

Lapresse

Foto 11

Lapresse

Foto 12

Lapresse

Foto 13

Lapresse

Foto 14

Lapresse

Foto 15

Lapresse

Foto 16

Lapresse

Foto 17

Lapresse

Foto 18

Lapresse

Foto 19

Lapresse

Foto 20

Lapresse

Foto 21

Lapresse

Foto 22

Lapresse

Foto 23

Lapresse

Foto 24

Lapresse

Foto 25

Lapresse

Foto 26

Lapresse

Foto 27

Lapresse

Foto 28

Lapresse

Foto 29

Lapresse

Foto 30

Lapresse

Foto 31

Lapresse

Foto 32

Lapresse

Foto 33

Lapresse

Foto 34

Lapresse

Foto 35

Lapresse

Foto 36

Lapresse

Foto 37

Lapresse

Foto 38

Lapresse

Foto 39

Lapresse

Foto 40

Lapresse

Foto 41

Lapresse

Foto 42

Lapresse

Foto 43

Lapresse

    Alla scoperta del Paul Ricard

    Venerdì di libere per il GP di Francia, su un circuito che mancava dal calendario di F1 da 28 anni: domina Hamilton in entrambe le sessioni.

    Lewis continua a volare al Paul Ricard e conferma di essere arrivato in Provenza con l'intenzione di provare a riscattare il weekend nero del GP del Canada. La sua W09, che aveva chiuso al comando la FP1, è stata devastante anche nella sessione pomeridiana, mettendosi a dettare il passo fin dai primissimi giri con le supersoft. La differenza vera, però, il campione del mondo l'ha fatta montando le ultra con assetto da qualifica: sette decimi più veloce delle Red Bull, oltre un secondo meglio del rivale mondiale Vettel. L'altra faccia della medaglia in casa Mercedes è quella di Bottas: il finlandese è partito bene, rimanendo vicino ai tempi del compagno di team nella prima mezzora, ma ha poi dovuto dare forfait a causa di un problema al sistema di raffreddamento, completando solo 7 giri.

    Le Ferrari, al momento, appaiono lontane sul giro secco, ma i venerdì delle Rosse in questa stagione hanno insegnato a non fasciarsi la testa prima del previsto. Le SF71H potranno infatti contare sul consueto step in avanti per le qualifiche, mentre per quanto riguarda il passo gara le monoposto del Cavallino sono apparse davvero una spanna sopra tutti gli altri. Vettel, in particolare, è stato un vero e proprio martello sia con le supersoft sia con le ultrasoft, stampando con una costanza spaventosa tempi nettamente più bassi di quelli dei diretti rivali. L'impressione è che, una volta sistemato il set-up per l'assalto alla pole, sarà ancora una volta un testa a testa tra Seb e Lewis, attualmente divisi da un solo punto in classifica iridata.

    In top 10 al termine della FP2 anche le Haas di Grosjean e Magnussen (6° e 9° tempo per loro), oltre alla McLaren di Alonso e alla Toro Rosso di Gasly (rispettivamente 8° e 10°). Da segnalare l'interruzione della sessione dopo circa 45 minuti, con la Force India di Perez che ha perso in maniera abbastanza inspiegabile la ruota posteriore sinistra costringendo la direzione gara a sventolare le bandiere rosse per recuperare il pneumatico vagante.

    F1 Francia, Hamilton padrone anche nelle Libere 2

    TAGS:
    Formula 1
    Francia
    Le Castellet
    Libere

    Invia un commento

    Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

    Registrazione Login X

    Invia commento

    Ciao

    Esci Disclaimer

    I vostri messaggi

    Regole per i commenti

    I commenti in questa pagina vengono controllati

    Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


    In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

    - Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

    - Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

    - Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

    - Più in generale violino i diritti di terzi

    - Promuovano attività illegali

    - Promuovano prodotti o servizi commerciali

    X