F1 Canada, Hamilton: "Testa bassa e lavorare, altrimenti sarà dura contro la Ferrari"

Il britannico della Mercedes: "Oggi poteva anche andare peggio di così..."

  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton è deluso per il 5° posto nel GP del Canada: "La potenza del motore continuava a salire e scendere, temevamo una rottura, ma fortunatamente sono riuscito ad arrivare fino in fondo - ha detto il pilota Mercedes - Immaginavo un weekend diverso, ma con questo problema poteva anche andare peggio. Il mondiale? Se non lavoriamo bene sarà dura battere la Ferrari. Loro hanno un gran pacchetto. Dobbiamo tenere la testa bassa e lavorare".

Valtteri Bottas ha ammesso la superiorità della Ferrari: "Fin dal primo giro Sebastian è sembrato più veloce, hanno controllato la gara, spingendo quando c'era bisogno. Anche noi abbiamo spinto, ma abbiamo avuto un pochino di problemi alla fine con il carburante, per questo Max si è avvicinato. Oggi abbiamo fatto il massimo, in qualifica è stata questione di un centesimo. Magari partendo dalla pole poteva essere diverso, ma per quella che era la nostra posizione di partenza abbiamo sfruttato al massimo l'opportunità. Sono abbastanza contento anche se non abbiamo vinto”. 

Abbastanza soddisfatto Verstappen: "Siamo rientrati ai box con anticipo perché le hypersoft erano andate - ha detto l'olandese della Red Bull - poi abbiamo avuto un buon passo sulle supersoft. Siamo stati lì vicini, abbiamo ridotto il gap negli ultimi giri. Eravamo molto competitivi, è stato un peccato non riuscire a superare Bottas, ma nel complesso è stata una buona gara”.

Un pizzico di delusione invece per Ricciardo: "Alla fine la gara è stata positiva. Ho guadagnato un posto al via, superando Kimi. Poi, forse, se mi fossi fermato un giro dopo avrei potuto aspirare al podio di Max, oltre a superare Hamilton. Alla fine ho fatto del mio meglio con la strategia che avevo. Sicuramente il mio motore, per i problemi avuti, mi ha un po' condizionato“.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments