F1, Vettel a razzo nelle Libere 1

Il tedesco tiene a bada Verstappen e la Mercedes di Hamilton, 4° Raikkonen

di
  • A
  • A
  • A

Sebastian Vettel riparte forte dopo la pausa estiva e stampa il miglior tempo nella prima sessione di libere del GP del Belgio. Il tedesco della Ferrari ha chiuso il turno in 1'44''358, tenendosi alle spalle la Red Bull di Verstappen (+ 0''151) e la Mercedes di Hamilton (+ 0''318). Quarto tempo per l'altra Rossa di Raikkonen, quinto per Bottas, che sarà penalizzato per la sostituzione del motore e scatterà in fondo alla griglia.

È dunque della Ferrari il primo ruggito post-vacanze. Sebastian Vettel si mette subito a dettare il passo, in un weekend che potrebbe dare indicazioni fondamentali sulle forze in campo da qui a fine stagione (considerando anche che i rivali per il titolo montano a Spa la terza e ultima evoluzione delle rispettive power unit). Il tedesco, attualmente a - 24 da Hamilton in classifica, ha strappato il miglior crono della mattinata girando con gomma soft, in una sessione in cui né le Rosse né le Frecce d'Argento hanno montato la mescola più morbida (supersoft), non mettendo dunque in pista una vera e propria simulazione di qualifica.

Raikkonen ha chiuso a + 0''360 dal vicino di box, ma è stato il più veloce nei pochi minuti dedicati alla simulazione del passo gara, confermando l'ottimo stato di forma della SF71H. Meno brillanti, invece, sono apparse le Mercedes, su una pista dove la scuderia anglo-tedesca ha dominato nelle ultime tre stagioni. Terzo Hamilton, quinto Bottas ( a sei millesimi da Raikkonen ma con gomma media), che ha girato già consapevole di dover partire in fondo alla griglia per aver superato il limite di elementi della sua power unit.

Mattinata a due facce per la Red Bull: Verstappen si è preso il secondo miglior tempo a un decimo e mezzo da Vettel, mentre Ricciardo (fresco di accordo con la Renault per le prossime due stagioni) ha chiuso 6° a oltre un secondo dopo aver passato più di un'ora ai box per un problema all'iniettore della sua RB14.

In top 10 anche Ocon con la Force India, Hulkenberg con la Renault (anche lui sarà penalizzato e partirà a fondo griglia) e i rispettivi compagni di team Perez e Sainz. Non ha preso parte alla sessione Fernando Alonso, che dopo l'annuncio dell'addio alla F1 a fine stagione ha lasciato la sua McLaren per un turno al giovane Lando Norris (18°).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments