F1, diluvio: niente qualifiche Usa

La griglia di partenza verrà definita con una nuova sessione poco prima del via del GP

di
  • A
  • A
  • A

Dopo sei rinvii, ha vinto il maltempo e le qualifiche del GP Usa di F1 sono state annullate. Impossibile scendere in pista ad Austin sotto un autentico diluvio, eredità dell'uragano Patricia in Messico. Per definire lo schieramento di partenza si dovrà aspettare domenica (le 9 in Texas), a poche ore dal via della gara. Si è infatti deciso di posticipare il turno per lo schieramento di partenza allo stesso giorno della corsa, come a Melbourne 2013.

Insomma, dopo il venerdì, le condizioni meteo (con pioggia e vento forte) hanno pesantemente condizionato anche il regolare svolgimento della giornata di sabato, costringendo la Fia a cancellare il turno di qualifica. Era davvero troppo pericoloso far salire in macchina i piloti, anche perché l'elicottero di soccorso non avrebbe potuto prendere il volo in caso di malaugurata necessità. Ci sarebbe voluto un motoscafo... Così, dopo un tira e molla durato tre ore, ecco la dcisione definitiva, per la delusione dei pochi coraggiosi presenti in circuito: tutti a casa, con pole rinviata di un giorno come già successo in Australia due anni fa. Se la qualifica non si dovesse disputare nemmeno in questa occasione (le previsioni non sono del tutto positive), allora saranno tenute valide le terze libere per definire lo schieramento.

Lewis Hamilton avrebbe forse preferito che si partisse in base alle libere 3 visto che al termine di quella sessione, per un motivo o per l'altro, tutti i suoi rivali più pericolosi si erano ritrovati molto indietro. A partire da Nico Rosberg, protagonista di un'uscita nel turno di libere decisivo, che lo aveva fatto scivolare in una ipotetica quarta fila. La Ferrari, invece, era pronta a dare battaglia, ma pagherà comunque la penalizzazione per l'utilizzo del quinto motore. Peccato, perché Sebastian Vettel sul bagnato è sembrato volare, nonostate un dritto e un testacoda in sequenza. Un vantaggio in più per Hamilton, che si prepara a festeggiare in anticipo il suo terzo titolo mondiale.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments