Gino Valenzano, un grande italiano

Lo specialista delle gare di durata

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

LUCA BUDEL

Valenzano, foto tratta dal web

Il mondo dei motori piange la scomparsa di Luigi Valenzano, per tutti Gino, specialista delle gare di durata tra la fine degli anni '40 e l'inizio degli anni '50. Una vita avventurosa la sua. Valenzano - nato ad Asti il 24 aprile del 1920 - era infatti un ufficiale dell'esercito italiano e dopo l'8 settembre entrò nella resistenza. Arrestato dai tedeschi con il fratello Piero nel 1943 venne deportato a Mauthausen e liberato dagli americani alla fine del conflitto.

Poi prende il via la sua carriera di pilota. Giovanni Lancia, suo compagno di scuola, lo ingaggia. Gino Valenzano corre con l'Aurelia B20, poi con la D20 e la D24. Nel 1955, a 35 anni, si ritira in seguito alla morte del fratello Piero durante la Coppa delle Dolomiti.

I VOSTRI COMMENTI

tongpong - 28/05/11

molto triste che dei grandi piloti italiani si parli sempre al passato remoto

segnala un abuso