F1, Sebastian Vettel parla italiano: "Ok il podio, ma ora voglio sentire l'inno"

"E' un'ottima partenza per la stagione e abbiamo una macchina che funziona bene in gara". Raikkonen aggiunge: "Vero, ma io oggi non ho finito la gara"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Vettel AFP

Sebastian Vettel sfoggia il sorriso dei giorni buoni, consapevole di aver iniziato nel migliore dei modi la sua avventura in Ferrari: "E' grandioso! E' davvero un grande onore per me guidare la Rossa: questa è una partenza ottima per la stagione. Abbiamo lavorato bene questo inverno e 'abbiamo una macchina bella per la qualifica ma anche per la gara' (dice in italiano. ndr). Abbiamo però ancora tanto da fare e restare molto concentrati". 

Il tedesco spiega: "Per restare al top in F1 ci vuole tanto lavoro di preparazione, bisogna stare in forma e allenarsi. Infatti quest'anno mangerò qualche pizza in meno magari... - scherza il tedesco - E' meraviglioso sono al settimo cielo per molti versi. E' stato davvero fantastico, perché la Ferrari ha qualcosa in più. Prima non me ne rendevo conto, ma è unico essere in questa macchina rossa... Non ti rendi conto di dove sei finché non vedi la bandiera a scacchi. Credo che questa macchina sia superiore alla passata stagione, ma dobbiamo fare ancora un salto avanti. Comunque in gara siamo messi meglio rispetto alle qualifiche, facendo il confronto con Mercedes. Teniamo la concentrazione alta e nel team tutti sanno bene dove dobbiamo arrivare".

Vettel conclude: "Devo dire che il podio non è come la vittoria... Non ho ancora sentito l'inno italiano! Peccato per l'errore sull'auto di Kimi, è mancata l'altra metà del team, ma è stato un buon weekend. Abbiamo una buona macchina da cui partire e per questo devo ringraziare tutti i ragazzi anche a Maranello. Dobbiamo cercare di riprendere terreno dalla Mercedes. E' stato un sogno per me arrivare in Ferrari, era il mio sogno da tanto tempo e questo è il momento giusto... Dico solo 'noi abbiamo una grande macchina'".

Meno sorridente Kimi Raikkonen, che racconta: "All'inizio sono stato colpito da dietro. Seb non centra, qualcuno mi ha preso... Poi sono stato colpito anche a sinistra! C'è stato qualche danno, ma l'auto è rimasta intera. Quindi ho cercato di prendere Ricciardo e avevo una buona velocità, ma poi c'è stato problema alla sosta due. Non saprei se sia stato un problema determinato dal contatto, di certo avevo meno carico aerodinamico. Il podio di Seb è positivo per il team e abbiamo buona velocità in gara, ma io però oggi non ho finito...".

Sempre molto diretto il commento a caldo del Team Principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene: "Sono contento per il podio di Seb, ma non per Kimi. Non è quello che voglio io, perché potevamo fare assolutamente meglio! E' un peccato, ha avuto un problema alla macchina, che stava picchiando come un martello... Sì, c'è stato un piccolo problema. Al traguardo ho urlato ai ragazzi di andare tutti soto il podio, perché se lo meritano:era tanto che non accadeva".

TAGS:
Ferrari
Vettel
Raikkonen
GP
Australia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X