Il duello Hamilton-Rosberg deciso dagli episodi

La stagione riletta attraverso il contatto di Spa, la staccata suicida di Sochi e tanti altri momenti chiave

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

STEFANO GATTI

Lewis Hamilton ha strameritato il suo secondo titolo ed alla fine il talento puro del britannico ha prevalso su quello affinato dal tempo di Nico Rosberg. Dal tempo ma in particolare quest'anno dal confronto con un avversario fortissimo che ha costretto il tedesco a spingersi fino ai suoi limiti per portare fino in fondo alla stagione una sfida nella quale, come era logico che avvenisse, sono stati determinanti i singoli episodi: l'astuzia di Nico in qualifica a Montecarlo, il contatto tra le Mercedes pochi secondi dopo il via a Spa-Francorchamps, la staccata “suicida” di Rosberg ancora una volta poche curve dopo la partenza a Sochi, il sorpasso imperioso di Lewis su Nico ad Austin. Eppure, più ancora degli episodi, ad indirizzare definitivamente l'esito della sfida (dopo averla resa altalenante per mesi) è stata la relativa affidabilità della Mercedes ed in particolare della sua power unit: croce e delizia del team campione del mondo.

IngrandisciDisattiva slideshow
GP Australia

GP Australia

GP Australia

GP Australia

GP Malesia

GP Malesia

GP Malesia

GP Malesia

GP Bahrain

GP Bahrain

GP Bahrain

GP Bahrain

GP Cina

GP Cina

GP Cina

GP Cina

GP Spagna

GP Spagna

GP Spagna

GP Spagna

GP Monaco

GP Monaco

GP Monaco

GP Monaco

GP Canada

GP Canada

GP Canada

GP Canada

GP Austria

GP Austria

GP Austria

GP Austria

GP Gran Bretagna

GP Gran Bretagna

GP Gran Bretagna

GP Gran Bretanga

GP Germania

GP Germania

GP Germania

GP Germania

GP Ungheria

GP Ungheria

GP Ungheria

GP Ungheria

GP Belgio

GP Belgio

GP Belgio

GP Belgio

GP Italia

GP Italia

GP Italia

GP Italia

GP Singapore

GP Singapore

GP Singapore

GP Singapore

GP Giappone

GP Giappone

GP Giappone

GP Giappone

GP Russia

GP Russia

GP Russia

GP Russia

GP Usa

GP Usa

GP Usa

GP Usa

GP Brasile

GP Brasile

GP Brasile

GP Brasile

    Il suo cedimento sulla numero quarantaquattro di Hamilton dopo solo quattro giri in Australia ha impresso subito una svolta largamente imprevista al Mondiale, mettendo subito Nico in cima alla classifica e mettendogli in testa a Rosberg un'idea meravigliosa. Lewis ha impiegato quattro gran premi (vincendoli tutti e quattro) per guadagnare la vetta della classifica ma Nico se ne è riappropriato rapidamente, già in Canada, altro snodo della stagione spiegabile con il delicato equilibrio tra la potenza e l'affidabilità della Mercedes (che ha comunque premiato la Casa di Stoccarda con il Mondiale Costruttori). Entrambe le Frecce d'Argento infatti a Montreal sono state colpite da noie tecniche: all'impianto frenante quella di Lewis, alla power unit quella di Nico. Mentre quest'ultimo però è riuscito a chiudere la corsa secondo alle spalle di Ricciardo, il suo compagno di squadra è stato costretto all'abbandono. Rosberg ha presidiato la testa del Mondiale per l'intera estate, nonostante il guasto al cambio che lo ha appiedato in Inghilterra e grazie agli intoppi subiti dalla rincorsa di Hamilton in qualifica sia in Germania che in Ungheria (ancora i freni ad Hockenheim, la solita power unit a Budapest). Dopo appunto un'intera estate ad inseguire, Hamilton è tornato lepre con la vittoria di Singapore (secondo successo di un periodo di imbattibilità iniziato a Monza), dove la gara di Rosberg non è praticamente iniziata, con i sistemi della sua Mercedes in tilt prima ancora di lasciare il garage per raggiungere lo schieramento. Nico è riuscito a mantenere aperta la sfida con il weekend perfetto a San Paolo e naturalmente avvalendosi dell'opzione del doppio punteggio attribuito al Gran Premio di Abu Dhabi. Dove però la parte elettrica della power unit (sempre lei) ha smesso di spingere la numero sei intorno a metà gara, costringendo il "Principe" a remare prima nel mezzo del gruppo, poi in fondo allo stesso: dal doppio punteggio al doppiaggio subito da parte dello "Sceicco". Nico quindi battuto ad Abu Dhabi per ko tecnico (è proprio il caso di dirlo), a chiusura di una corsa al titolo sul cui esito il giudizio della critica è praticamente unanime: Hamilton campione con pieno merito, Rosberg sconfitto con altrettanto onore.

    TAGS:
    F1
    Hamilton
    Rosberg
    Mercedes

    I VOSTRI COMMENTI

    ALEX190667 - 26/11/14

    Già, uno con 4 titoli mondiali e l'altro con zero titoli.... si lo so, è colpa della macchina, del muretto, di Topo Gigio......

    segnala un abuso

    rossonerisiamnoi - 26/11/14

    Così come Vettel non ha perso tempo a scappare dalla RB per andare alla Ferrari

    segnala un abuso

    ALEX190667 - 26/11/14

    ... Direi che anche Alonso non ha perso tempo a scappare a gambe levate dalla Ferrari per tornare in Mclaren

    segnala un abuso

    rossonerisiamnoi - 26/11/14

    Invece la mclaren è d'attualità.........infatti i suoi tifosi non hanno perso tempo a salire sul carro del vincitore di turno, prima la Red Bull e poi la Mercedes

    segnala un abuso

    ALEX190667 - 26/11/14

    Ecco, bravi, vivete di ricordi, d'altronde voi siete la storia della F1 e se continua così, sarete pure preistoria....

    segnala un abuso

    rossonerisiamnoi - 26/11/14

    A me sembra che unici roditori sono quelli che ancora tirano mezzo la Spy story 2007, per il resto i ferraisti hanno solo buoni ricordi in quella stagione

    segnala un abuso

    ALEX190667 - 26/11/14

    benjy88

    Direi che è dal 2007 che Hamilton non gode le simpatie dei roditori ferraglisti: non hanno mai digerito il fatto che un debuttante proveniente dalla GP2 le abbia suonate al loro totem.... Ovviamente il giorno che indosserà una tuta rossa si trasformerà d'incanto nel pilota più forte dell'universo

    segnala un abuso

    rossonerisiamnoi - 25/11/14

    Infatti ho già detto di non essere un esperto di piangine e "gomblotti" come qualcun altro
    E non ho nulla contro Hamilton visto che nel 2007 è stato il nostro miglior alleato

    segnala un abuso

    benjy88 - 25/11/14

    AYRTON SENNA.. PURTROPPO HAMILTON DAL 2008 NON LO POSSONO VEDERE IN ITALIA.. QUINDI DIRANNO SEMPRE FALSITA' CONTRO DI LUI.. VUOI AVERE LA VERITA'??SE LO VEDREMO CON UNA TUTA ROSSA LA AVREMO.. ADESSO TRA QUALCHE MESE DIRANNO CHE SI SONO LIBERATI DEL PESO ALFONSO E CHE CHANDOK ERA MEGLIO VEDRAI...MA CI RENDIAMO CONTO CHE HAMILTON HA DATO SESSANTA PUNTI A ROSBERG CON TANTE SFORTUNE E COMPORTAMENTI DI ROSBERG PESSIMI??

    segnala un abuso

    ayrtonsennathebest - 25/11/14

    mi sa che qualcuno ha visto qualche altro sport.
    AUSTRALIA HAMILTON RITIRATO
    CANADA HAMILTON RITIRATO
    AUSTRIA PARTITO DECIMO PER PROBLEMA AI FRENI
    GERMANIA PARTITO ULTIMO PER BLOCCAGGIO FRENI
    UNGHERIA PARTITO ULTIMO PER ESPLOSIONE MOTORE
    BELGIO TOCCATO AL SECONDO GIRO DA ROSBERG,MACCHINA DANNEGGIATA,RITIRO
    risultato HAMILTON 11 VITTORIE e quell'altro 5 vittorie ROCICATE GENTE.

    segnala un abuso