Ecclestone vara la Formula Ospizio

Bernie e la frase shock: "I giovani non ci interessano"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ANNA CAPELLA

Ecclestone vara la Formula Ospizio

"I giovani alla Formula 1 non interessano" non è una battuta, è una considerazione tragica. Bernie Ecclestone ha smesso di provocare e crolla sotto il peso dei suoi 84 anni mostrando, platealmente per la prima volta, di aver perso irrimediabilmente il passo. C'è un punto di non ritorno ed è quello in cui si smette di comprendere il contesto.

Ecclestone sostiene che i social non servono alla Formula 1 e tantomeno i ragazzi che non hanno nessun potere d'acquisto. Il re del business, il genio del profitto, precipita per raggiunti limiti d'età e vuol portare con sè la sua creatura. Insiste ciecamente che gli sponsor non sono interessati ad un pubblico giovane come se uno sport per vecchi potesse avere un futuro.

La Formula 1 perde pubblico e ascolti e da anni i team cercano la via per recuperare terreno, per evitare il declino. Non si rammarichi Ecclestone ma twitter è il mezzo di comunicazione ufficiale delle squadre come della Federazione Internazionale, sono finiti da un po' i tempi dei comunicati di carta a fine giornata. Avrà notato Ecclestone che l'ultima rivoluzione della Formula 1 l'ha fatta un team che produce bibite per giovani, la Red Bull. E tutti i team hanno guardato ai tori per cambiare il modo di comunicare e stanno cercando di adeguarsi. E la prima risposta gli arriva dalla McLaren e recita "amiamo i social media e i giovani fans". Si rassegni Ecclestone, il mondo cambia anche quando ci opponiamo, cambia anche senza di noi.

TAGS:
Ecclestone
Formula 1

I VOSTRI COMMENTI

Mr SBK - 19/11/14

Purtroppo una cosa vera l'ha detta: ai giovani la F1 non interessa. Ormai le corse alle nuove generazioni non interessano più. Non ci sono giovani che parlano di gare ij auto o in moto, tranne quando non succede qualcosa e genialmente commentano il tutto con "se faceva l'operaio non gli succedeva".
Ormai parlano solo di cellulari o social.

E ridare imteresse a chi non ne ha non è semplice. L'unica cosa da fare è tenersi stresso che ti segue e sperare per il futuro futuro...

segnala un abuso

zioprevi - 18/11/14

che ci debba essere una componente personale del pilota durante le corse sono d'accordo, ma confondere le corse di F1 con i rally è un'altra cosa.. è come dire che vorresti vedere la Motogp sui circuiti da Motard... anche no...!!!

segnala un abuso

zioprevi - 18/11/14

..continua. Inoltre i giovani che comprano i giochi dei vari simulatori, sono gli stessi che indirettamente gli pagano i diritti d'autore, i giovani piloti di adesso, sono cresciuti a pane e miscela (nei Kart), e pane e benzina dopo... quindi dire che i giovani non sono interessati alle corse, è un po' azzardato, se così non fosse, non ci sarebbero i vari Vettel, Ricciardo, ecc.ecc. Bernie, fai un piacere alla F1, molla tutto e vai via!!!!!!

segnala un abuso

zioprevi - 18/11/14

La sua arroganza e supponenza non ha limiti... ha ragione Anna Cappella... sta affondando con tutto il Titanic e ancora non molla e crede di poter risollevare la nave... La falla principale della attuale F1 è proprio lui, è lui l'iceberg che ha provocato l'affondamento e lui la zavorra che la fa colare a picco.
Il vecchietto non si rende conto che, seppur vero che alcuni giovani non hanno milioni da spendere, molti hanno genitori che ce li hanno, Continua

segnala un abuso

SportsFan - 15/11/14

Ma se non punti sui giovani oggi, loro non spenderanno un centesimo per questo sport in futuro. Tanto a te non ti interesa caro Bernie, perche tu non ci sarai. Quindi fatti da parte, cosi avrai qualche possibilita di non essere ricordato soltanto come l'uomo che ha distrutto la F1.

segnala un abuso

SportsFan - 15/11/14

Caro Bernie, se non punti il publico giovane, allora la F1 non avra futuro.
Quelli che tu oggi consideri publico con potere d'acquisto, spende perche hanno amato questo sport da bambini.

segnala un abuso

benjy88 - 15/11/14

POI LA F1 E' MOLTO SICURA.. QUELLO DI BIANCHI E' STATO UN SINISTRO SFORTUNATO!!INUTILE MANDARE LA SAFETY CAR ANCHE PER SEMPLICI USCITE DI PISTA O RED FLAG PER DUE GOCCE.. NON CORRI PIU' COSI'!!HA RAGIONE VILLENEUVE.. LA F1 E' UN RISCHIO.. SE NON SI CORRE QUANDO C'E' UN MINIMO RISCHIO ALLORA MEGLIO STARE A CASA.. MI PIACEREBBE VEDERE LAGUNA SECA COME CIRCUITO(CHE ERA GIA' STATA TESTATA COME PISTA) E MI FA' PIACERE CHE CI SIA IL MESSICO...PERCHE' HANNO ASFALTATO LA PARABOLICA A MONZA??

segnala un abuso

plutonio33 - 15/11/14

queste sono parole di chi sa di essere al capolinea ma non vuole ammetterlo, non c'è niente di peggio di chi non riesce a vivere la sua età e non ammette che è possibile fare bene anche senza di lui, anzi probabilmente si puo fare anche meglio. Che tristezza Bernie, sei lo specchio della F1 odierna...

segnala un abuso

frankiebeerross - 14/11/14

Forse il signor ecclestone era in pieno delirium tremens!,se ci fossero più giovani la formula uno sarebbe diversa e senza questi pasticci..............................e l'unico pasticcio è proprio quello più giovane che è il timoniere capo.Avrà sìì contribuito alla crescita di questo sport e va bene,però ora il circus deve fare quel passo di gioventù che farà arrivare la formula uno vicino alla gente e per la gente che verrà anzi riempirà gli autodromi vedendo appunto un mondo non così lontano!

segnala un abuso

lazzari.cesare - 14/11/14

Tirare via elettronica tutti sto volanti del cavolo 3 macchina per qualche emergente ritornare a fare i test

segnala un abuso