Formula1: il super tifone "Phanfone" spaventa team e piloti a Suzuka

Nel paddock si lavora su un piano d'emergenza per correre il GP anche nel diluvio, cercando di assegnare tutti i punti

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Rosberg AFP

E' stato ribattezzato Phanfone, il super tifone capace di generare venti ad oltre 230 km/h e raffiche a 280 km/h, che domenica passerà nelle vicinanze di Tokio. Ovvero a circa 300 km da Suzuka, pista dove si sta disputando il GP del Giappone. Per questo gli organizzatori della Formula1 hanno già predisposto un piano d'emergenza, per provare a correre ugualmente la gara (53 giri previsti), cercando di assegnare almeno la metà dei punti.

Nel paddock fervono quindi i lavori, per preparare una serie di strategie adeguate alle diverse situazioni, che potrebbero scatenarsi al via della corsa. In molti sperano che la potenza del tifone si scateni solo in tarda serata, quando ormai le monoposto saranno già al sicuro nei box. Ma la situazione meteo è ugualmente tenuta sott'occhio, perché le variabili che potrebbero portare ad un passaggio anticipato di Phanfone sopra la pista non sono poche. Per questo si starebbe anche pensando ad un via anticipato della gara. Soluzione che, però, ovviamente non piace alle televisioni, che dovrebbero stravolgere al volo i palinsesti. In attesa di sviluppi, intanto, sembra comunque scontato che la corsa si disputerà sul bagnato o sotto una pioggia molto variabile. Un'incognita su cui i tecnici e i piloti stanno già lavorando per preparare "a tavolino" il giusto assetto.

TAGS:
F1
Meteo
Phanfone
Tifone
Gara bagnata
Diluvio
Gp giappone
Suzuka

I VOSTRI COMMENTI

benjy88 - 04/10/14

IL CICLONE SI CHIAMA KOBAYASHI!!

segnala un abuso